Ultime gare prima della sosta per le Nazionali che coinvolgerà tutti i campionati del Vecchio Continente.

In Olanda il PSV raggiunge il notevole traguardo delle 10 vittorie su 12 gare, a seguire i lancieri di Amsterdam a 4 punti di distacco. A distanza seguono Twente (4-0 al Dordrecht) e Feyenoord (solo 0-0 in casa Vitesse).

Nel vicino Belgio lo scontro ad alta quota fra Gent e Anderlecht vede prevalere quest’ultimo (2-0, Mitrovic e Conte). Appena dietro vincono anche Brugge (5-0) e Lokeren (3-0).

In Portogallo clamoroso lo stop del Porto sul campo dell’Estoril. Dragoni in vantaggio ad inizio gara, quindi pareggio e poi vantaggio dei padroni di casa con i biancazzurri che si salvano solo al 90° grazie a Oliver Torres. Ne approfittano il Benfica, che viola il campo del Nacional, e il Guimaraes, che fa la stessa cosa sul terreno dell’Arouca.

Vola il Celtic in Scozia ma per aver ragione dell’Aberdeen serve un gol allo scadere di Van Dijk. Inverness che tiene il passo dei biancoverdi (che però hanno una gara in meno), cade invece il Dundee United in casa del Motherwell.

In Grecia cade in casa il PAOK in uno degli storici scontri del calcio greco, quello contro il Panathinaikos. Ne approfitta l’Olympiakos che si issa a due punti dal vertice.

In Svizzera il Basilea passeggia in Liechtenstein contro il Vaduz mentre lo Zurigo vince 1-0 in casa dell’Aarau. In Turchia Fenerbahce e Galatasaray entrambi vincenti si dividono il primo posto, dietro di loro il Besiktas. Curiosità: hanno tutte vinto 2-1.

Austria che vede il capitombolo del Salisburgo (ne prende addirittura 4 dall’Altach). Il Pellets, secondo, fa la stessa fine (0-2 in casa dallo Sturm Graz)

In Polonia caduta fragorosa del Legia, 2-1 sul campo del Pogon, ma dietro non ne approfitta nessuno: Slask e Belchatow pareggiano, lo Jagiellonia addirittura perde.

In Romania nessuno riesce a fermare la Steaua, che con Tanase supera il Concordia. Dietro il Cluj tiene il passo, ma a distanza.

Russia che vede la prima caduta dello Zenit, in casa contro il sempre più sorprendente Terek. I ceceni vincono 3-1 ma il CSKA non ne approfitta, uscendo sconfitto dal derby con la Torpedo.

In Serbia il Partizan aumenta il suo vantaggio sulla Stella Rossa, bloccata dal Cukaricki mentre in Ucraina le tre battistrada rallentano: 0-0 fra Shakhtar e Dnipro, stesso risultato per la Dinamo Kiev in casa contro il Karpaty.