By vanni 3482 – Giovanni Corigliano da Calcio e tattica
Il gioco di Marcelo Bielsa è un gioco che prescinde da un modulo tattico fisso e definito in quanto i giocatori devono continuamente essere in movimento, essendo il movimento stesso fondamentale per l’allenatore argentino. Si può considerare un evoluzione diretta del calcio totale olandese. La squadra gioca un calcio offensivo fatto di scambi veloci e di prima senza buttar via la palla e cercando in assenza di spazi di mantenere il possesso pur facendo viaggiare il pallone molto velocemente. La manovra è perlopiù centripeta e tutti devono partecipare ad entrambe le fasi. In fase difensiva la squadra effettua un pressing claustrofobico in cui i giocatori lasciano pochissimo spazio agli avversari marcandoli a uomo all’interno della propria zona cercando di recuperare il pallone velocemente ma allo stesso tempo la difesa non si dispone alta e non attua la trappola del fuorigioco, essendoci un difensore che va a pressare a zona alto e cerca il raddoppio e uno o due ( in base se si adotta una difesa a tre o a quattro) che coprono lo spazio alle sue spalle.

Iniziamo analizzando dallo schieramento in campo e vediamo i moduli da adottare in base al modulo dell’avversario in quanto essendoci un sistema di marcature a uomo nella zona è fondamentale che la squadra sia una sorta di specchio dell’avversario.

Partiamo dal modulo che affronterete più spesso se sceglierete il campionato spagnolo ovvero il 4-2-3-1

FM Bielsa 4-3-3

FM Bielsa 4-3-3

Questo è il modulo utilizzato da Bielsa contro le squadre che giocano con questo sistema per ciò che riguarda il pressing difensivo essendo più facile per i giocatori marcare stretto l’uomo all’interno della propria zona e vediamo perché.

FM - Bielsa 4-3-3

FM – Bielsa 4-3-3

La scelta dei difensori come terzini fluidificanti risiede nel fatto che posizianandoli sulla linea di difesa le ali avversarie verrebbero prese in consegna dalle ali offensive e i terzini avanzerebbero nello spazio vuoto o peggio verrebbero pressati dai terzini stessi creando disordine nelle marcature.

Gli unici due giocatori che marcano a zona sono la punta centrale, che non potendo scegliere un solo difensore da marcare, cerca di limitarli entambi e all’occorenza aiuterà le ali o i centrocampisti nei raddoppi, e uno dei due difensori il quale andrà a chiudere qualora qualcuno saltasse l’uomo e si creasse superiorità numerica per l’avversario sulle fascia o al centro del campo. I terzini fluidificanti hanno come istuzione sostenere in quanto non devono portare troppo palla, il destro avanza spesso in attacco ( vedremo di seguito istruzioni giocatori) il sinistro è più conservativo e si limita a supportare la manovra rimanendo largo.

Veniamo ora al secondo modulo più in voga in Spagna e a quello senz’altro più in voga in Italia, il 4-5-1 o 4-3-3 che dir si voglia.

FM - Bielsa 4-2-3-1

FM – Bielsa 4-2-3-1

Il sistema migliore che Bielsa ha maggiormente utilizzato per affrontare questo modulo è senz’altro il 4-2-3-1 il perchè è abbastanza intuibile.

FM - 4-2-3-1 contrapposizioni tattica Bielsa

FM – 4-2-3-1 contrapposizioni tattica Bielsa

E’ tutto abbastanza simile al 4-3-3 ad eccezione che il trequartista si preoccuperà di limitare il regista avversario costringendo spesso la squadra avversaria a lanci lunghi con i difensori.

Veniamo ora al modulo adottato da bielsa per affrontare il 4-4-2 ovvero il 3-4-3 che in fase offensiva diventa una sorta di 3-3-1-3.

FM - tattica Bielsa

FM – tattica Bielsa

Il pressing in fase difensiva sarà in seguente:

FM - tattica Bielsa contrapposizioni

FM – tattica Bielsa contrapposizioni

Qualora doveste affrontare squadre che schierano un 4-2-4 negli ultimi minuti per cercare il gol o anche da inizio gara per evitare che le ali avanzino indisturbate senza pressing e marcatura adeguerete il modulo trasformandolo il una specie di 5-2-3 ( Bielsa lo fece contro il Tottenham)

FM - 3-4-3 tattica Bielsa

FM – 3-4-3 tattica Bielsa

Qualora invece l’avversario schierasse un centrocampo a rombo schiererete anche voi un centrocampo a rombo al fine di mantenere intatto il sistema di marcature e pressing.

L’unico caso in cui Bielsa ha schierato la squadra con un vero e proprio 3-5-2 è stato quando ha affrontato squadre che adottavano questo sistema di gioco ( in sudamerica perlopiù) 3-5-2 che in fase offensiva diventava sempre una sorta di 3-3-1-3 con una delle due punto che faceva il finto nove vendendo incontro e le ali che salivano molto andando sulla linea degli attaccanti.

Ho analizzato per prima la fase difensiva perchè è quella più complessa e quella che mi ha richiesto più tempo ( e sopratutto bestemmie), veniamo ora alla mentalità, le istruzioni di squadra dei singoli e tutto il resto.

La filosofia di gioca è senz’altro molto fluida in quanto le squadre allenate da Bielsa dal portiere alla punta ragionano come una cosa sola, attaccando e difendendo tutti insieme. É quella inoltre grazie alla quale ho riscontrato maggiore efficacia del pressing, delle marcature e dei movimenti in fase difensiva a rientrare delle ali.

La mentalità è offensiva in quanto la squadra gioca un calcio d’attacco cercando di schiacciare l’avversario nella propria metà campo con fitte trame di passaggi veloci e un continuo movimento senza palla da parte di tutti.

Veniamo ora alle istruzioni di squadra:

FM - Istruzioni squadra tattica Bielsa

FM – Istruzioni squadra tattica Bielsa

Disturbate gli avversari: consente alla squadra di pressare alta e di lasciare pochissimo spazio all’avversario.

Ritmo molto più veloce: favorisce gli scambi di prima mantenendo allo stesso tempo un’ottima percentuale di passaggi riusciti e un ottimo possesso palla. ( in media 55% – 60% a partita)

Più creatività: consente una maggior raggio d’azione ai giocatori favorendo i continui movimenti senza palla e permettendoli di andare a pressare praticamente ovunque.

Libertà di movimento : favorisce i movimenti senza alla e garantisce fluidità all’intera manovra.

Cercate di sovrapporvi: le sovrapposizioni sono un aspetto fondamentale nel calcio bielsano.

Sfruttate il centro: come detto la manovra è perlopiù centripeta, che non significa che non vengano sfruttate le ali ma che la palla non viene mai passata prima del centrocampo in verticale sulla fascia ma verso il centro e una volta superata la metà campo allargata in fascia, sul terzino o sull’ala.

State più alti

Assegnare libertà di movimento ai singoli giocatori

Andiamo ora ad analizzare i movimenti senza palla e i ruoli dei singoli giocatori in ogni differente modulo ( chiaramente sono quelli maggiormente utilizzati da bielsa in base agli uomini da lui più spesso schierati, talvolta cambiava qualcosa come quando dirottava muniain da ala sinistra a centrocampista centrale schierando ibai gomez sul fronte sinistro che non si accentrava come quest’ultimo ma giocava da ala pura ecc.. vanno intesi quindi come movimenti standard utilizzati nella maggior parte delle partite dal loco)

 

Partiamo dal 4-3-3:

FM - 4-3-3 Bielsa

FM – 4-3-3 Bielsa

Il terzino destro sfrutta lo spazio dell’ala e taglia verso il centro con la palla, talvolta è l’ala a tagliare e il terzino ad andare in sovrapposizione

Il centrocampista centrale destro agisce da regista avanzato e va tra le linee

Il centrocampista centrale sinistro si lancia nello spazio che si crea quando il terzino avversario va a pressare l’ala destra e si allarga a sinistra quando l’ala sinistra taglia verso il centro.

L’ala sinistra viene a giocare molto centrale ( così come faceva muniain nell’athletic) diventando una valida fonte di paleggio in alternativa ai due registi centrali.

Il difensore centrale destro avanza un po’ e copre lo spazio del regista avanzato che va tra linee.

 

Passiamo al 4-2-3-1

FM - 4-2-3-1 Bielsa

FM – 4-2-3-1 Bielsa

Tutto molto simile al 4-3-3 ad eccezione del trequartista che è un attaccante di sostegno che i fa trovare più spesso in area.

 

Passiamo al 3-4-3

FM - 3-4-2-1 Bielsa

FM – 3-4-2-1 Bielsa

Anche qui stesso sistema, in alternativa l’ala sinistra può agire da ala pura con il tornante sinistro che anch’esso effettua un movimento a tagliare verso il centro così come fa qui il tornante destro.

I ruoli dei giocatori sono ben visibili in questi screen, passiamo ora alle istruzioni indivuduali:

 

4-3-3:

Portiere: passa ai difensori

dcd: difensore che imposta marcare

dcs: difensore centrale coprire: marcatura stretta

trd: terzino fluidificante sostenere: più pressing, marcatura stretta, vai avanti appena possibile, taglia verso il centro.

trs:terzino fluidificante sostenere: più pressing, marcatura stretta

med: regista: più pressing, marcatura stretta

ccd: regista avanzato sostenere: più pressing, marcatura stretta

ccs: centrocampista centrale attaccare: più pressing, marcatura stretta, libertà di movimento vai avanti appena possibile

td: ala attaccare: più pressing, marcatura stretta

ts: regista avanzato attaccare: più pressing, marcatura stretta, libertà di movimento

pc: fulcro del gioco ( oppure seconda punta dipende dalla struttura fisica del giocatore e dalle qualità aeree) sostenere: tira di meno

 

4-2-3-1

 

tutto uguale al modulo precedente ad eccezione del trequartista che è un attaccante di sostegno: marcatura stretta, muoversi negli spazi, libertà di movimento.

 

3-4-3

dcd: difensore centrale coprire: marcatura stretta

dc: difensore centrale marcare

dcs: difensore centrale coprire: marcatura stretta

cd: centrocampista laterale attaccare: marcatura stretta, taglia verso il centro

ccd: regista avanzato sostenere: marcatura stretta, più pressing

ccs: regista arretrato: marcatura stretta, più pressing

cs: centrocampista laterale attaccare : marcatura stretta

ts: regista avanzato o ala attaccare

td e pc uguale precedenti.

 

3-4-3 esterni bassi

tutto uguale, i tornanti sarebbero terzini fluidificanti sostenere con l’istruzione di andare avanti appena possibile e tutto come i precedenti.

 

Buon divertimento