Più che giro d’Europa ha fatto proprio il giro del mondo la coreografia della curva dello Standard Liegi nel big match belga contro l’Anderlecht. Una rappresentazione della testa mozzata (in stile Venerdì 13) dell’ex centrocampista dello Standard Steven Defour, che per il rientro in patria dopo l’esperienza portghese ha scelto proprio i bianchi avversari. Scelta sicuramente discutibile quella dei tifosi, specialmente visto il contesto attuale, ma che pare sia servita perchè Defour ha davvero…perso la testa al 53° calciando con forza il pallone sulle tribune e guadagnandosi il “rosso”. La gara ha poi arriso ai tifosi di casa, vincenti per 2-0 (Ciman e De Camargo).
Davanti il Bruges non si è fatto sorprendere dai cugini del Cercle, regolandoli 3-0 a domicilio e allungando così a +5 sull’Anderlecht.

defour1-kAnF-U100627097795RSB-620x349@Gazzetta-Web_articoloIn Olanda PSV vincente a Cambuur, Ajax fermato sullo 0-0 dal Feyenoord e staccato ora di 6 punti. Da segnalare la seconda vittoria in campionato per il Dordrecht, che può tornare a sperare.

Clamoroso in Portogallo: cade al 90° il Benfica sul campo del Pacos de Ferreira (gol di Oliveira su rigore) e stesso risultato per il Porto a Funchal (1-0 Maritimo, Bruno Gallo). Vincendo si avvicina lo Sporting.

Kris Commons ad inizio ripresa basta al Celtic per battere in trasferta il fanalino di coda Ross County, nella Premier League Scozzese, segue l’Aberdeen a 3 punti di distanza (ma una gara in più).

Olimpiakos in gita a Creta nel campionato greco che vede il PAOK primo inseguitore incassare tre punti a tavolino per il ritiro del Niki Volou. Due i punti di distanza fra le battistrada.

Sempre più interessante la Superlig Turca, con Fenerbahce un punto davanti alla coppia Besiktas-Galatasaray (tutte e tre vincenti in questo turno).