E così vi siete messi comodi.

Non sapete ancora quale squadra scegliere, con quale virtuosa e nobile identità farvi chiamare durante le conferenze stampa, per quanto tempo le vostre mani eviteranno il fritto delle patatine fritte che giacciono a una distanza tale che nemmeno l’Hawk-Eye e la Goal Line Technology insieme sono in grado di distinguere. Contate di fare tutto d’istinto sul momento, come avete sempre fatto.

Avete fatto male i conti.

E così finisce che iniziate una nuova partita per ritrovarvi pe una selva oscura di numeri, che la dritta via avea smarrita. Da questo giro di giostra il processo di creazione del vostro alter ego virtuale vi richiede qualche dettaglio in più, niente di trascendentale ma meglio avere qualche idea chiara in più.

Primo step: dati personali

Primo step: dati personali

Alla prima schermata, ecco le solite informazioni personali di base che bene o male si compilano ad occhi chiusi. All’apparenza.

Nome cognome, data di nascita e luogo di nascita sono formalità. Magari qualcosa potrà fornire qualche frase diversa o particolare durante qualche conferenze stampa, ma inutile descrivere oltre.

Squadra preferita? Considerate il fatto che possa influire quando vi candidate per una panchina. Se vi candidate per la vostra squadra preferita potrebbe essere che ci sia un piccolo bonus, idem ma con effetti opposti se si tratta di una rivale della squadra che inserite qui, ma sono dettagli su cui non ci sono informazioni particolari. Come molte cose del gioco del resto.

Desidero spendere qualche riga sulla nazionalità invece.

Nazionalità e idiomi parte 1

Nazionalità e idiomi parte 1

Nazionalità e idiomi parte  2

Nazionalità e idiomi parte 2

Nazionalità e idiomi parte 3

Nazionalità e idiomi parte 3

Nazionalità e idiomi parte 4

Nazionalità e idiomi parte 4

C’è qualcosa che magari non è conosciuto ai più, da anni, approfittiamone dato che lo spazio è quello giusto.
A ogni nazionalità è associata una o più lingue parlate di cui il vostro allenatore assumerà la conoscenza nel momento in cui la selezionate.
Banalmente un allenatore italiano avrà solo la lingua italiana. E se pensate che ogni nazionalità ha solo una lingua associata, vi sbagliate di grosso. Si può approfittare del sistema implementato per essere padroni di diverse lingue.

Come potete vedere :
– la nazionalità danese vi attribuisce le lingue danese, inglese, tedesco, norvegese, svedese.
– la nazionalità portoghese vi attribuisce le lingue portoghese, spagnolo, inglese
– la nazionalità svizzera vi attribuisce le lingue tedesco, italiano, francese, inglese

Si può avere una nazionalità primaria e una secondaria, quindi combinando due nazionalità come quelle indicate sopra – nota bene, primaria o secondaria non fa differenza – si possono coprire un bel po’ di lingue.

L’utilità?

– Si facilita l’adattabilità dei giocatori, meno penalità con giocatori che importate da altre nazioni e di cui sapete il linguaggio, quindi qualche possibilità in più che il nuovo arrivato non soffra.
– Essere più appetibili quando si tratta di andare ad allenare all’estero.
– Non soffrire di adattamento ed avere meno penalità quando si allena in altri Paesi, dato che ne conoscete già la lingua.

Ricordatevi sempre che la vostra nazionalità primaria è un fattore quando si tratta di allenare una nazionale. Certe federazioni sono più propense a dare il ruolo ad allenatori stranieri, altre sono più conservatrici e i forestieri sono una seconda scelta.

Informazioni aggiuntive

Informazioni aggiuntive

Quest’anno c’è la possibilità di poter inserire altre tre squadre preferite, una opportunità ben accetta soprattutto perchè consente di avere squadre preferite di diversi campionati.
La formazione preferita non rappresenta una opzione cruciale, potrebbe avere un peso quando ci si candida per una panchina, ma man mano che giocate il profilo si aggiorna e riflette lo schieramento che più frequentamente usate, quindi se scegliete da subito una squadra da allenare non è così importante.

Potrebbe essere più importante le altre lingue selezionate. Possibilità introdotta sicuramente per evitare di dover abusare del sistema sopra descritto per poter avere qualche conoscenza in più.
Se prima volevate essere italiani con qualche lingua in più, ciò non era possibile e bisognava farsi passare per svizzeri. Ora potete rimanere fedeli alla vostria patria senza dover commettere reato di alto tradimento.

Saltiamo la sezione social network e selezione squadra (mica serve, vero?) e arriviamo al piatto forte.

Ultima parte: le nostre skills

Ultima parte: le nostre skills

Ecco dove potete forgiare i vostri attributi, raggruppati per categorie principali come allenatore in tuta, rappresentativa degli allenatori che sanno lavorare con/sui giocatori in campo, e allenatore tattico, a indicare qualità di gestione e di risolutezza fuori dal campo.

L’attestazione e l’esperienza vi garantiscono una maggiore dote di punti da assegnare: se volete definire un livello di difficoltà iniziale per la vostra partita qui è dove potete intervenire.
Un allenatore poco preparato ed esperto, oltre a non avere le competenze per far esprimere il potenziale dei giocatori, deve guadagnarsi la stima e il rispetto dei giocatori di alto profilo da subito. Gli sono concessi molti meno errori e meno tempo per poter recuperare e convincere l’ambiente, e lo spogliatoio non gli riconosce l’autorevolezza che viene data da un altro con reputazione maggiore. Ed è nei primi momenti di difficoltà che magari rimpiangerete le scelte che avrete fatto qui.

Allenatore in tuta

Attacco: incide sulla capacità dell’allenatore di allenare gli aspetti offensivi del gioco.
Quelli sotto la voce Attacco in allenamento.

Difesa: incide sulla capacità dell’allenatore di allenare gli aspetti difensivi del gioco.
Quelli sotto la voce Difesa in allenamento.

Forma Fisica: incide sulla capacità relativa alla preparazione fisica in allenamento.
Gli attributi fisici della sezione allenamento.

Portieri: incide sulla capacità di preparare i portieri in allenamento.
Gli attributi Portieri della sezione allenamento.

Tattica: incide sulla capacità di allenare gli aspetti tattici del gioco.
Gli attributi Tattici della sezione allenamento.

Tecnica: incide sulla capacità di allenare gli aspetti tecnici del gioco.
Gli attributi Tecnici della sezione allenamento.

Psicologia: incide sulla capacità di preparare le caratteristiche mentali in allenamento.
Gli attributi Mentali dei giocatori.

Lavoro con i giovani: incide sulla capacità di allenare i giovani.
Quanto è bravo a far arrivare i giocatori Under 18 quanto più vicino possibile al loro massimo potenziale.

Allenatore tattico

Adattabilità: influisce sulle possibilità che un allenatore trovi lavoro all’estero.
Quanto appetibili siete per le società estere e quanto è probabile che riceviate proposte o che la vostra candidatura sia presa in considerazione.

Determinazione: influenza le capacità di un allenatore nel persuadere la dirigenza; le richieste di un allenamento meno determinato verranno respinte con più facilità.
Già ben spiegato. Incide sulla capacità di un allenatore di farsi valere, e vedere eventuali richieste accolte, in fase di conversazione e negoziazione con la dirigenza o qualcuno in società.

Conoscenza del giocatore: influisce sulla conoscenza di partenza delle caratteristiche di un titolare.
Incide sulla conoscenza ordinaria e la capacità di valutazione dei giocatori di prima squadra, soprattutto quando li si hanno da poco tempo o li si è visti o fatti giocare poco.

Conoscenza giovani: influisce sulla conoscenza di partenza di un giovane giocatore.
Incide sulla conoscenza ordinaria e la capacità di valutazione dei giocatori Under 18.

Livello di disciplina: influenza la probabilità che un giocatore ti comunichi le sue preoccupazioni; con un allenatore severo i giocatori saranno meno propensi a sollevare problemi di minor importanza.
Anche qui ben spiegato, facciamo un esempio. Un allenatore con quest’attributo alto avrà giocatori che si lamentano con meno frequenza del fatto che non giochino titolare, che la squadra si sia indebolita in seguito a qualche cessione di qualche compagno, che abbiano un aumento o rinnovo di contratto.
O da un altro punto di vista, nella stessa situazione di giocatore scontento per una delle cause sopra citate, l’allenatore con quest’attributo più alto ha meno probabilità di ricevere la visita del giocatore scontento di uno con meno livello di disciplina.

Gestione spogliatoio: incide sulla capacità di gestire l’allenamento generale e sull’interazione con i giocatori.
Appunto la propensione a gestire favorevolmente lo spogliatoio, l’allenamento, e le interazioni individuali con i singoli giocatori.

Motivazione: incide sull’abilità dell’allenatore di motivare i suoi giocatori nei discorsi fatti alla squadra e nelle riunioni di spogliatoio.
Influisce sulle tue capacità di motivare i tuoi giocatori nei discorsi e nelle riunioni di spogliatoio.
In allenamento, assieme ai componenti del vostro staff, potrete decidere di quale settore curerete l’allenamento in prima persona, quindi la qualità che avrete dipenderà dalle scelte che fate qui. Livello di disciplina e motivazione hanno un peso pure quando si tratta dell’allenamento sul campo dei giocatori. Se notate che la stessa categoria ha un valore più alto o più basso rispetto a quanto previsto, il motivo potrebbe essere quello.

E a proposito di allenamento e di attributi, in fase di distribuzione degli attributi ricordatevi:

Attacco: Attacco, Tattica
Controllo Palla: Tecnica, Psicologia
Difesa: Difesa, Tattica
Forma Fisica: Aerobico, Forza
Tattica: Tattica
Tiro: Tecnica, Tattica
In linea di massima conviene sempre specializzarsi in una o due categorie. Specializzare e massimizzare pochi definiti settori è la soluzione migliore in quanto consente di avere sempre e comunque un elemento dello staff (voi) capace di allenare bene i giocatori in qualcosa.
Ad alti livelli poi siete già consapevoli di poter permettervi un ampio staff, che consente di avere specialisti per ogni settore (o quasi) capaci di avere un’adeguata suddivisione dei carichi di lavoro. E voi non fate altro che essere uno di questi specialisti.

Riguardo Psicologia, potrebbe valerne la pena darne una priorità: non è da escludere che, coprendo la categoria di attributi mentali, sia una categoria superpartes e che vi consente di avere un bonus costante su tutti i giocatori.
Dettaglio non da poco, dato che con le altre categorie beneficiate dell’attributo solo se vi attivate in quel settore in allenamento.
Se vi specializzate in Portieri, i punti spesi hanno senso solo se vi mettete ad allenare i portieri e influite solo sui giocatori di quel ruolo.

A cura di Mosfine per FMIta.it