Accorcia, anche se probabilmente inutilmente ormai, l’Ajax in Olanda. I lancieri faticano tantissimo ma battono nel finale l’ADO grazie ad un autorete mentre il PSV cade a Rotterdam contro il Feyenoord (doppietta di Achahbar). Restano rassicuranti gli 8 punti di vantaggio per il PSV. A proposito di Feyenoord è ufficiale il cambio di guida tecnica a fine stagione, via Rutten e dentro Van Bronckhorst.

Pausa in Belgio, sorprese invece in Portogallo: il Rio Ave fa la festa al Benfica (Del Valle al 90°) ma il Porto non ne approfitta, facendosi bloccare sul pari dal Nacional. La classifica dice ora Benfica 65, Porto 62.

Scappa il Celtic in Scozia (3-0 al Dundee United, unito al pareggio dell’Aberdeen significa +5 con una gara in meno), cade la capolista Salisburgo in Austria ad opera del Pellets permettendo così all’Austria Vienna (vincente) di portarsi a -6.

Praticamente decisa la SuperLeague greca. La vittoria dell’Olympiakos unita alla contemporanea sconfitta del Panathinaikos fa cadere quasi ogni speranza di recupero per i verdi, ora a -9 e con una gara in più. In Svizzera Basilea sul velluto, Young Boys vincente ma sempre staccato di 7 lunghezze.

Ennesimo capitolo della sfida a tre in Turchia. Il Galatasaray va sotto 2-0 sul campo del Kasimpasa ma riesce a rimontare e a vincere, approfittando così della sfida fra le altre due regine (Fenerbahce-Besiktas 1-0, Sow al 90°) per prendersi la testa.

Curiosissima giornata in Bulgaria: tutte le prima 4 della graduatoria fanno 0-0.

Esagera la Dinamo in Croazia (+14 sul Rijeka), in Ungheria il Videoton allunga di 1 il suo già rassicurante vantaggio. Bella lotta a due in Repubblica Ceca fra Plzen e Sparta mentre in Polonia lo scontro fra le due “big” Poznan e Legia è appannaggio dei padroni di casa, che accorciano così a -3.

In Romania Tirgu Mures e Petrolul provano a resistere allo strapotere della Steaua mentre in Serbia la Stella Rossa stacca il “compagno di viaggio” Partizan grazie alla vittoria con il Donij Srem.

In Russia lo Zenit non soffre le fatiche di Coppa e va a vincere a Mosca.