Succede davvero di tutto nel weekend pasquale del calcio europeo. Dalla megarissa in Russia all’Utrecht che gioca qualche attimo in 12 fino all’assalto al pullman del Fenerbahce col il ferimento dell’autista.

Ma andiamo con ordine e partiamo dal campionato più blasonato fra quelli trattati, ovvero l’Eredivisie. Il PSV ne fa 5 a domicilio al Twente e porta a +10 il vantaggio sull’Ajax, bloccato dall’Utrecht che per l’appunto a causa di un’incomprensione ha giocato qualche attimo in 12 uomini.

In Belgio sono iniziati i playoff: ogni squadra mantiene la metà dei punti che aveva nella regular season. Vincono Gent, Anderlecht e Brugge.

In Portogallo punteggio pieno per Benfica e Porto, in Scozia il Celtic porta a 7 punti il proprio vantaggio. Piccolo salto in seconda serie scozzese dove i Rangers battono 1-0 la capolista Hearts, che però con ben 23 punti di vantaggio ha da tempo guadagnato la promozione diretta.
La cosa più bella però è successa prima: all’inizio della gara i giocatori dei Rangers hanno applaudito l’entrata in campo degli avversari, tributandogli il dovuto omaggio dopo una stagione pazzesca.

In Grecia cade l’Olympiakos ma il “Pana” pareggia e non ne approfitta. Giornata di goleade in Svizzera: sei le reti rifilate dal Basilea all’Aarau, cinque ne fa il Grasshopper a Sion, quattro il Thun al St. Gallen.

Come detto Superliga turca funestata dall’assalto al pullman del Fenerbahce dopo la vittoria per 5-1 sul campo del Rizespor. La Federazione calcio turca ha deciso di sospendere il campionato per una giornata. Sul campo il Galatasaray, vincendo, si è portato in testa da solo (+2 sul Besiktas).

In Polonia Legia e Lech si tengono a stretta distanza mentre in Russia una doppietta di Hulk consente allo Zenit di allungare sul CSKA (ora i punti di vantaggio sono 8).