Entriamo nel periodo dei verdetti oramai e il Olanda lo aspettano per la prossima settimana: la doppia vittoria di PSV e Ajax ho spostato i festeggiamenti per i ragazzi di Eindhoven di una settimana. Se il PSV farà suoi i tre punti nel prossimo turno sarà scudetto, indipendentemente da cosa faranno i lancieri.

Giornata delle sorprese in Belgio: nel gironcino finale a sei squadre le prime tre vengono sconfitte dalle ultime, il che significa classifica accorciata: Brugge con 2 punti su Anderlecht e Gent, 4 sullo Standard.

Gara a due in Portogallo, il Benfica ne suona 5 all’Academica mentre il Porto vince 3-1 sul terreno del Rio Ave. Sempre tre i punti di distacco fra le due.

In Scozia l’Aberdeen mantiene il secondo posto alle spalle del Celtic mentre in Grecia l’Olympiakos è l’unica squadra impegnata questa settimana. Una vittoria nel recupero sul campo del Panthrakikos sarebbe un suggello quasi matematico al titolo.

Iniziano anche i tornei scandinavi, che ci terrano compagnia su questa rubrica per l’estate, nel frattempo in Svizzera il Basilea ne fa 5 allo Zurigo (tripletta di Embolo) e aumenta a 10 il vantaggio sullo Young Boys, sconfitto.

Curioso in Bulgaria: pareggiano tutte le prime 6 in classifica! La testa resta al Ludogorets.

Segnalo due 7-0: il Cukaricki (Serbia) contro il Rad e la capolista Videoton (Ungheria) contro l’Haladas.

Va al tappeto la leader della classifica Legia in Polonia ma il Lech, secondo, impatta e manca l’aggancio.

In Romania il Tirgu Mures rosicchia due punti alla Steaua, fermata sul pari, mentre in Russia lo Zenit si fa fermare sul pari casalingo dal Rubin Kazan (espulso Criscito) e vede avvicinarsi il Krasnodar, vincente nel derby contro i cugini del Kuban al termine di una doppia rimonta.

Piccolo spiraglio per il recupero anche in Ucraina dopo il pari della Dinamo Kiev in casa contro lo Zorya e la conseguente goleada (5-0) dello Shakhtar all’Odessa.