Tempo di festeggiamenti per cinque squadre nell’ultimo turno: titolo conquistato per la Dinamo Kiev (1-0 al Dnipro, curiosamente i tifosi delle due squadre giovedì scorso erano in curva insieme nella gara di EL contro il Napoli), per il Basilea (basta lo 0-0 con lo Young Boys), per il Benfica (0-0 con il Guimaraes mentre il Porto non va oltre l’1-1 con il Belenenses), per il Ludogorets (4-1 al Lokomotiv, quarto titolo consecutivo) e per lo Zenit (1-1 con l’UFA).

Ultimo turno di campionato in Olanda e ultimo verdetto: sarà il Groningen a disputare i preliminari di Europa League grazie al rocambolesco 5-4 sul campo del NAC.

In Belgio il Gent batte il Brugge e vola a +4, in Scozia salutano la compagnia Motherwell e St. Mirren, in Turchia il terzetto di testa si divide: il Besiktas esce sconfitto in casa 1-0 dal Konyaspor e dice probabilmente addio alle velleità di scudetto che si giocheranno Galatasaray e Fenerbahce (Sneijder e compagni al momento sono a +3).
Di certo il gol che ha dato la vittoria al Galatasaray qualche polemica di troppo l’ha giustamemente sollevata…

In Rep. Ceca lo Sparta insegue sempre a 6 lunghezze il Viktoria, in Polonia lo Jagiellonia va ad imporsi sul campo del Lech e si riporta a -1 in compagnia del Legia mentre in Romania continua il duello fra Tirgu Mures e Steaua Bucarest, che insegue ad un punto di distanza.