Nerazzurri primi in solitaria – La geografia del calcio italiano sembra assumere un nuovo volto o, se non altro, potrebbe prevedere grandi novità nella lotta al titolo finale. L’Inter, sia pure dopo sole tre giornate, vola in testa alla classifica e si candida prepotentemente almeno per un posto in Champions League. Gli uomini di Mancini regolano il Milan e si portano a 9 punti, mantenendo la Roma a due lunghezze (Giallorossi corsari a Frosinone).

Sorpresa Chievo, in sei a sette punti – Dietro all’Inter capolista, oltre alla Roma, spicca la presenza del Chievo, autentica sorpresa di questo avvio di stagione. Dopo il mirabolante 4-0 alla Lazio, gli uomini di Maran fermano la Juventus a Torino, in una gara dove spiccano alcune decisioni arbitrali alquanto dubbie (a favore e contro entrambe le squadre). Vista sul mare anche per il Palermo, per il Sassuolo e per il Torino, tutte e tre reduci da rocamboleschi pareggi per 2-2, così come per la Sampdoria, che batte il Bologna e raggiunge il gruppo delle squadre a sette punti. Bene anche Fiorentina e Lazio, che vincono rispettivamente contro Genoa e Udinese e si portano a sei punti in graduatoria.

Mancano all’appello Juventus, Napoli e Milan – La classifica non premia tre delle squadre più attesa del nostro campionato. La Juventus e il Napoli continuano il loro digiuno di vittorie, restando impantanati nelle zone basse della classifica, mentre il Milan, sconfitto nel derby, ha solo un punto in più delle due squadre più vincenti in Italia negli ultimi 3 anni. In ogni caso, ci sarà ancora parecchio da attendere per conoscere le reali candidate al titolo finale. Da segnalare il primo punto in Serie A per il Carpi, mentre in classifica restano a zero punti soltanto il Frosinone ed il Bologna.