Come giocare a FM14: Guida in 12 punti
Prima di leggere: Molti sono i modi in cui interpretiamo il calcio. Alcuni credono che una squadra debba adottare sempre la medesima tattica, a prescindere dall’avversario, dalle condizioni e dalla situazione della partita. Altri invece sostengono che l’approccio tattico debba essere cambiato tenendo conto di tutte le variabili, chiedendo di giocare il pallone in maniera più diretta quando piove, di marcare stretto una possibile minaccia, di cambiare formazione in base ai pregi e difetti dell’avversario, etc. etc. FM permette di seguire entrambi gli stili di gioco, e le loro sfumature, per vincere. I consigli che seguiranno sono solo le basi, dalle quali iniziare poi a sviluppare il tuo stile di gioco. Per coloro che hanno già seguito il mio thread dedicato a FM13, sappiate che le novità in questa guida sono poche, nonostante qualche dettaglio in più qua e là. Spero almeno vi rinfreschi qualche concetto già espresso. Per quelli che invece leggono per la prima volta, spero che stimoli la vostra “materia grigia” ed aiuti a godervi appieno FM14.

 

La Guida in 12 punti

1. Capire i concetti chiave:

Filosofie e Stili: Le filosofie e gli stili vanno ad alterare le impostazioni di mentalità e di libertà creativa. Si passa dunque da una squadra con bassa libertà creativa, fino alla più assoluta libertà di inventare. Di seguito un’interpretazione utile:

Molto rigida: ciascun giocatore ha un compito ben preciso e deve attenersi esclusivamente a quello (di solito 5+ compiti differenti tra i giocatori)
Rigida: ai giocatori viene assegnato un compito che è parte di un canovaccio tattico ben specifico (difesa, difesa e transizione, transizione e attacco, attacco)
Bilanciata: i giocatori si attengono al proprio ruolo (difesa, supporto, attacco)
Fluida: ai giocatori viene data l’istruzione di concentrarsi su difesa oppure attacco
Molto Fluida: i giocatori danno il proprio contributo in tutte le fasi di gioco.

Come puoi vedere, ogni step riduce il livello di specializzazione. La Molto Rigida ha 5+ diversi compiti, la Rigida 4 responsabilità, la Bilanciata 3 ruoli, la Fluida 2 focus e la Molto Fluida un unico metodo. Nelle filosofie Molto Rigide viene chiesto ai giocatori di attenersi esclusivamente al proprio compito, quindi puoi scegliere diversi ruoli specialisti. Nelle filosofie Molto Fluide, ciascun giocatore deve fare un po’ tutto, il che significa che i ruoli specialisti sono poco adatti.

Ecco gli ruoli che considero specialisti:

Fulcro del Gioco
Punta rapace
Falso 9
Fulcro del Gioco Esterno
Trequartista
Rifinitore
Playmaker Avanzato
Playmaker Arretrato
Regista
Incontrista
Mediano
Libero

Questi 4 ruoli, a seconda della vostra interpretazione, possono essere considerati o meno come specialisti:

Attaccante Completo
Centravanti che Pressa
Falso 10
Ala Difensiva
Centrocampista di quantità
Terzino fluidificante completo
Difensore che imposta

I seguenti invece sono da considerarsi ruoli generici:

Punta avanzata
Attaccante di raccordo
Centrocampista offensivo
Seconda punta
Ala
Centrocampista centrale
Esterno di centrocampo
Centrocampista difensivo
Centromediano metodista
Terzino fluidificante
Terzino
Terzino bloccato
Difensore centrale
Difensore centrale senza fronzoli
Libero

Non tengo conto dei portieri, sebbene possiate considerare il Portiere-Libero come specialista.

In generale consiglio le seguenti filosofie in base agli specialisti in campo (considerate i ruoli “ambivalenti” come uno 0.5):

Molto Rigida: 4-5 specialisti
Rigida: 3-4 specialisti
Bilanciata: 2-3 specialisti
Fluida: 1-2 specialisti
Molto fluida: 0-1 specialisti

Ricordatevi che queste sono le mie interpretazioni e non delle regole da seguire in maniera rigida. Se non siete d’accordo o volete essere più creativi, fate pure.

2. Adatta i ruoli ai giocatori. Troverai che molti ruoli non si addicono completamente alle qualità ed ai punti deboli di un giocatore. Utilizza le istruzioni individuali per combinare alla perfezione le qualità dei tuoi giocatori ai ruoli che gli assegni. Se credi di aver dato le istruzioni corrette, presta attenzione e non fidarti ciecamente del tuo allenatore in seconda!! Ogni giocatore ha una posizione preferita, ma gli ruoli cambiano. Un esterno alto potrebbe essere un’Ala con compiti di attaccare o sostenere, ma se hai un giocatore più creativo in quel ruolo potresti assegnargli il ruolo di Playmaker Avanzato con compiti di sostegno oppure offensivi. Adesso puoi facilmente adattare la tua tattica in base agli 11 che scendono in campo senza perdere tempo assegnando automaticamente il ruolo ed i compiti ai giocatori una volta schierati in una determinata posizione.

3. Sii consapevole che le diverse mentalità sono più flessibili di ciò che pensi. La mentalità Difensiva cerca comunque di attaccare in contropiede, così come quella Offensiva può essere difensivamente solida. A parte i due estremi (Catenaccio e Tutto per Tutto), ogni mentalità è sia offensiva che difensiva. Ad esempio, se vuoi giocare con molti centrocampisti arretrati ed uno stile di passaggi corti, è preferibile una mentalità meno offensiva, oppure se vuoi schierarti con delle ali alte ed uno stile più diretto, allora la mentalità dovrà essere più spregiudicata.

4. Focalizzati su ruoli e responsabilità e trova le giuste combinazioni. Assicurati di avere un elemento offensivo in difesa, preferibilmente – ma non necessariamente – combinato con un altro giocatore a sostegno (ricordati che ciò si riferisce ai giocatori esterni più vicini alla difesa, se non giochi con i terzini), un centrocampo che combini almeno un compito difensivo ed un compito offensivo, unito ad uno di supporto (oppure un Trequartista o Falso 9) in attacco. Questa struttura incoraggia il movimento tra le linee, assolutamente fondamentale per una tattica dinamica volta a creare diverse tipologie di occasioni. Inoltre ti assicura un buon assetto difensivo, in cui la squadra protegge la porta in maniera compatta piuttosto che su linee sconnesse tra loro. Se giochi con un’unica punta, assicurati che venga incontro ai centrocampisti con dei compiti di supporto, oppure assegnagli il ruolo di Trequartista o Falso 9, dal momento che altri ruoli potrebbero isolarlo dal resto della squadra, facendo mancare il suo contributo e con il rischio di arrivare alla conclusione con tiracci improbabili o mezze occasioni. L’eccezione si ha quando un Centrocampista Offensivo gioca alle sue spalle. In queste formazioni, potresti chiedere al tuo attaccante di stare più avanzato e muoversi tra le linee per creare degli spazi per il tuo Centrocampista Offensivo, dunque una Punta Avanzata o una Punta Completa (Attaccare) potrebbero essere una buona opzione. Cerca di avere sempre un Centrocampista che spezzi il gioco avversario e sia un buon portatore d’acqua per mantenere il possesso. Se vuoi utilizzare un playmaker, schieralo in una posizione in cui possa fare male all’avversario, altrimenti potrebbe uscire dal gioco oppure essere marcato stretto. Se prediligi un Fulcro del Gioco, assicurati che un compagno di squadra gli stia vicino per fiondarsi sulle sue spizzate o giocare di sponda.

5. Guarda il confronto con gli altri team per determinare quanto la tua squadra sia forte/debole rispetto agli avversari del tuo campionato. Prendi in considerazione l’idea di adattare la tua tattica in base a pregi o difetti (ad esempio, se hai una squadra molto lenta oppure poco vigorosa, pressa di meno, mentre se i tuoi giocatori sono veloci e diligenti, allora potrai pressare di più). Nonostante ciò divenga sempre meno importante man mano che assegni alla tua squadra un determinato stile, i vantaggi che derivano dalla comprensione del livello della tua squadra rispetto alle altre potrebbe essere fondamentale quando subentri in un nuovo club.

6. Usa le istruzioni di squadra per sviluppare e mantenere uno stile di gioco preferito, il che si dovrebbe anche adattare ai punti di forza ed alle debolezze della tua squadra. Per esempio, una squadra molto tecnica può giocare più bassa e contrattaccare in velocità, quindi mantenere il possesso, passatela negli spazi, affrontate la difesa palla al piede assieme ad una mentalità di Contropiede potrebbe essere ideale. Una squadra più fisica, al contrario, potrebbe imporsi in maniera diversa, dunque potete adottare uno stile di passaggi più diretti, crossare dalla trequarti, entrare in maniera decisa assieme ad una mentalità offensiva. Ci sono infinite variabili e possibilità di creare uno stile di gioco. A volte avrai una squadra talmente buona da adottare lo stile che preferisci, altre invece dovrai adeguarti al materiale a disposizione. Potresti anche essere costretto a cambiare stile di gara in gara, in base all’avversario che affronti. Non c’è una regola fissa. Cerca solo di fare ragionamenti e scelte logiche. Alcuni esempi di stili difensivi diversi possono essere trovati QUI . Per gli esempi sugli stili di attacco, andate QUI (possesso palla prolungato e contropiedi rapidi Barcellona-style) e QUI (fase offensiva british-style, con ali offensive molto veloci). Entrambi si riferiscono a versioni precedenti, ma possono esserti utili anche per FM14. Se vuoi partecipare ad una discussione riguardo allo sviluppo di uno stile di gioco in FM14, QUESTO http://community.sigames.com/showthread.php/364391-Özil-10-a-tactical-exercise-on-FM14-with-Arsenal thread sull’Arsenal è un ottimo punto di partenza.

7. Prima di ogni partita, guarda le condizioni meteo e la formazione dell’avversario per stabilire la tua strategia. Potrebbe essere davvero complicato andare in contropiede su un campo bagnato e pesante, dunque potresti essere costretto ad abbandonare il tuo stile preferito per uno più solido. Se i tuoi avversari giocano con un solo esterno, potresti attaccarlo sfruttando le fasce e cercando la sovrapposizione. Oppure potresti ritenere il tuo assetto iniziale congruo alle condizioni del campo e dell’avversario. Nonostante la decisione finale spetti a te, ricorda che la mancanza di flessibilità può costare caro in alcuni casi!

8. Guarda la formazione avversaria, la condizione e le qualità di ogni giocatore ed utilizza eventualmente le Istruzioni Avversario per contrastarli. Puoi servirti delle Istruzioni sull’Avversario per marcare giocatori pericolosi, ridurre il numero dei cross in area, o per contrastare giocatori fuori forma, lenti o poco coraggiosi nei contrasti. Attenzione però a non dare troppe istruzioni, potresti alterare l’assetto della tua squadra.

9. Gioca in maniera dinamica. Durante la partita, non aver paura di cambiare le cose mediante shouts e mentalità se le cose non stanno andando bene. Fallo però in maniera logica e non casuale. Ad esempio, pensare che una mentalità più offensiva corrisponda a più reti sarebbe un errore, soprattutto se il tuo avversario ti aspetta nella propria metacampo e fa densità. In questo caso, abbassarsi un po’ ed andare in contropiede produrrà più occasioni rispetto ad una tattica più aggressiva, dal momento che inviterai la squadra avversaria ad alzarsi un po’. Una volta passato in vantaggio, dovrai decidere se continuare a spingere alla ricerca del raddoppio o cambiare strategia. Man mano che giochi ti renderai conto di come le tue scelte cambino l’andamento del match e svilupperai un sistema redditizio. Saprai dunque cosa cambiare, quando cambiare e quando invece lasciare le cose come stanno e dare fiducia alla squadra.

10. I team talk dipendono dal contesto. Non è solo il risultato ad essere importante, ma contano anche la qualità e la reputazione degli avversari e come ha giocato la tua squadra. Potresti essere davvero molto felice di uno 0-0, altre volte infuriato se hai ottenuto un poco convincente 2-0 contro una squadra inferiore, esortando la squadra a non rilassarsi. Reagisci in base alle aspettative che avevi per il match, non in base al risultato. Bisogna premettere che i discorsi alla squadra e le conferenze stampa non hanno sempre una grande influenza sulla partita giocata, ma in alcuni casi ciò è possibile. Un giocatore stimolato a dovere potrebbe tirar fuori la prestazione della vita…e viceversa. Di conseguenza, presta particolare attenzione ai discorsi che fai alla squadra, specialmente prima di partite chiave in cui le motivazioni potrebbero giocare un ruolo vitale nei minuti finali.

11. Non smettere mai di imparare. Ho capito come mai i passaggi negli spazi non funzionassero con una tattica offensiva. Analizzando il match dopo un deludente 0-0, mi sono reso conto che i giocatori cercavano troppo la profondità, rimanendo schiacciati, e che la regia era affidata all’Incontrista ed ai Terzini (Sostegno). Non il massimo. Quindi, con una tattica meno spregiudicata, i creatori sono diventati il Playmaker Avanzato e le Ali (Sostegno), proprio quello che volevo. Sono dunque passato ad una mentalità di contropiede come approccio iniziale, cambiando ruoli e shouts quando volevo giocare in maniera più aggressiva (di solito causa meteo e condizioni del campo). Se le cose non vanno come sperato, ci sono sempre degli indizi nel match che possono essere colti guardando bene.

12. Infine, se hai perso le speranze e non sai più che pesci prendere visita il forum delle tattiche e spiegaci il tuo problema. Più sarai dettagliato, maggiori probabilità avremo di aiutarti.

Per ulteriori e più profonde analisi riguardo a fluidità/rigidità, stile di passaggi, formazioni e miglior resa dei terzini, puoi leggere QUESTO articolo.

Buona fortuna e gioca bene. Ricordati che siamo qui per aiutarti. Noi tutti vogliamo che tu ti diverta quanto noi a giocare a FM14.

A cura di wwfan, SI Forum 
Tradotto e rivisto da salento87