matshummels-cropped_rd7alaf8f3lx165k6nhfx27mg

Nel massimo campionato tedesco ormai si gioca per il secondo posto. Troppa la differenza fra l’armata di Guardiola e il resto della truppa, specialmente se l’inseguitrice più accreditata (il Dortmund) incappa in scivolate clamorose come quella di Amburgo: sotto di tre reti dopo nemmeno un’ora, il gol finale di Aubameyang non lenisce la ferita. Adesso i bavaresi (guarda caso ancora vincenti) sono scappati a +8.

Dicevamo delle goleade, eccole: sei reti a zero del Wolfsburg su un irriconoscibile Werder Brema e quattro dell’Augsburg in casa dello Stoccarda in quello che doveva essere un equilibrato scontro salvezza. Stoccarda che mantiene un punto di vantaggio sugli ultimi avversari, ma il morale è nettamente diverso.

In zona europea si conferma l’Hertha che batte 1-0 il fanalino Hoffenheim e così anche il Gladbach che con un gol di Raffael a 5 minuti dalla fine supera l’Hannover.
Infine il “derby” fra neopromosse vede trionfare l’Ingolstadt sul Darmstadt (3-1).