La Bundesliga 2015/2016 si è conclusa con il 4° Meisterschale consecutivo conquistato dai rossi bavaresi del Bayern. Mai nessuno prima d’ora aveva fatto proprio il prestigioso “piatto” per 4 stagioni di fila, ennesimo record per la squadra di Guardiola che può così salutare la Germania da vincente prima di affrontare l’avventura City.
Risultato che certo non stupisce: il Bayern è senza dubbio la squadra più forte di Germania e qualche problema poteva causarglielo solo il Dortmund che però paga una piccola flessione a metà stagione. Annata comunque positiva quella della truppa di Tuchel che chiude conquistando l’ennesimo piazzamento che vale la Champions dopo la scorsa balorda annata che l’aveva vista verso Natale addirittura in zona retrocessione.
Il dualismo Bayern-Dortmund è riscontrabile anche nella classifica marcatori, vinta da Lewandowsky (30 centri) su Aubameyang (25).

A proposito di zone europee ecco la terza piazza per il Leverkusen mentre lo Schalke e il sorprendente Mainz disputeranno l’Europa League. La terza tedesca in EL potrebbe essere l’Hertha, se supererà però il preliminare. La squadra berlinese ha viaggiato a ritmi da Champions per buona parte dell’anno prima di una flessione nel finale.

Sul fondo classifica, oltre alla già annunciata retrocessione dell’Hannover, scende lo Stoccarda mentre si salva in extremis il Werder grazie ad un gol di Papi Djilobodji al minuto 88 di quello che era diventato un vero e proprio spareggio salvezza con l’Eintracht. I rossi di Francoforte saranno ora attesi dalla doppia sfida con il Norimberga, terza nella Zweite Liga.