Premessa: io ho fm15, quindi le schermate le ho fatte con l’editor 2015, ma le procedure descritte sono valide anche per l’editor FM16. Se qualcuno nota una qualche differenza può sempre segnalarmelo, magari aiutandomi con una schermata, ed aggiornerò il thread.

Per prima cosa apriamo l’editor del gioco ed aspettiamo pazientemente che venga caricato il database. Quindi andiamo in alto, sulla sinistra, cliccando su regole > aggiungi regole continentali.
Nella prima schermata dovremo specificare il continente nel quale vogliamo ambientare la coppa: nel caso dell’esempio che riporterò, andrò a creare una nuova Champions League in oceania, allargata ad un maggior numero di squadre, che andrà a sostituire l’originale.
Quindi sceglierò il continente Oceania. Oltre ai sei continenti veri e propri, è utile sapere che se facciamo una ricerca, tra le scelte disponibili vediamo anche “mondo”, che non è un continente ma questo ci offre la possibilità di creare delle coppe intercontinentali. Può essere utile se ad esempio vogliamo modificare il mondiale per club ampliandolo ad un maggior numero di squadre, oppure se proprio vogliamo creare una nuova coppa ma che prenda squadre da più di un continente.
Dopo aver scelto il continente, dobbiamo specificare il “giorno aggiornamento stagione”. Che cos’è? Questo è il giorno in cui le competizioni di quel continente saranno resettate e passeranno alla nuova stagione. Generalmente seguiranno l’impostazione tipica di quel continente, ad esempio se stiamo creando una coppa europea l’aggiornamento può essere una buona idea piazzarlo in estate, quando sono fermi la maggior parte dei campionati, ad esempio io imposterei il primo di Luglio come data. In Oceania grosso modo la logica è la stessa, mentre invece se stessimo facendo una coppa in Asia o in Africa, dal momento che le coppe di quei continenti partono nei mesi invernali, imposterei l’aggiornamento al primo gennaio o al primo di febbraio.

Procediamo ora con i passi successivi. Apriamo sulla sinistra il menu a tendina “sistema per qualificarsi”. La prima schermata, nazioni, è subito molto importante. In questa schermata andranno aggiunte tutte le nazioni che invieranno squadre al sistema di coppe che stiamo creando. Specifichiamo che dico sistema perchè in quest’unico file possiamo, volendo, impostare più di una coppa per lo stesso continente. Pensiamo ad esempio al sistema delle coppe asiatico, dove alcune nazioni inviano squadre ad una coppa (AFC Champions League) ed altre ad un altra (AFC Confederation Cup).
E’ molto importante l’ordine con cui vengono inserite nella lista le nazioni, vedremo tra un pò il perchè*.

*N.B.: non so se è stato corretto quest’anno, ma nell’editor 2015 questa schermata è un pò difettosa, vengono mostrate le nazioni in ordine di reputazione, e non nell’ordine in cui vengono inserite. La cosa è abbastanza fastidiosa poichè, come vedremo nella schermata successiva, è l’ordine di inserimento che viene considerato per la scelta delle squadre. A me torna a posto se ricarico il file.

Dopo aver ragionato sulle nazioni da coinvolgere, passiamo alla schermata “squadre”.
Questa schermata ci consente di specificare quali squadre prendere, ed a quale coppa mandarle. La prima e più usata opzione è quella di scegliere una o più squadre dal campionato delle nazioni che abbiamo specificato nella lista “nazioni”. Ma esistono anche altre opzioni che vedremo tra poco.
Una cosa è sicura, e cioè che quando arriveremo a questo punto dobbiamo già aver ragionato al formato da dare alla nostra competizione. Nell’esempio che sto creando, vorrei creare una champions league oceanica a 32 squadre (otto gironi da quattro squadre). La mia scelta dei posti per nazione è stata questa questa: Nuova Zealanda, prima della lista, quattro squadre. Nazioni dal secondo al settimo posto della lista, tre squadre. Nazioni dall’ottavo al 14mo posto, due squadre.
Poichè in questa maniera ottengo un totale di 36 squadre, dovrò necessariamente impostare un preliminare per scremare quattro squadre. Ipotizzando un turno preliminare ad eliminazione diretta, verrebbero coinvolte otto squadre da prendere tra le ultime nazioni.
Vediamo ora come configurare la cosa.
Concentriamoci sulla prima riga della schermata sottostante. Dopo averla aggiunta, in basso ho selezionato “squadre della divisione maggiore della nazione”. Questo sta a significare che verrano prese le migliori squadre della massima divisione della Nuova Zealanda. Quante ne verrano prese? lo specifichiamo su “numero”, dove ho indicato che debbono essere prese le prime quattro. “prima nazione” e “ultima nazione” ci consentono di specificare quali nazioni, in base alla posizione nella lista “nazioni”, mandano questo numero di squadre (4) alla competizione. Per questo avevo detto che l’ordine della lista “nazioni” era importante. Vediamo di chiarire nel nostro esempio: nel mio caso solo la prima nazione della lista, la Nuova Zelanda, manda ben quattro squadre alla Champions, per cui la prima nazione è “1” e l’ultima pure. Se guardate la seconda riga invece vedrete che ho impostato invece i numeri “3””2″ e “7”, che sta a significare che ci saranno 3 squadre dei campionati dalla posizione 2 alla posizione 7.
Che cos’è il numero “0” specificato sotto “raggruppamenti da assegnare alle squadre”. La descrizione è tradotta dall’inglese piuttosto male e sfido qualunque neofita a capire di che si tratta, ma per fortuna ci sono io, qui a crearvi ulteriore confusione.
Pensando ad una Champions League, non tutte le squadre entrano nella competizione nello stesso momento, nel mio caso 8 entreranno nel turno preliminare e 28 direttamente ai gironi. Se non vogliamo che il gioco scelga a caso le squadre da mandare ai preliminari, col rischio che i vincitori dell’anno prima ci giochino, lo dobbiamo impostare qui. Innanzitutto più alto è il numero specificato, prima entreranno in gioco quelle squadre. Nel mio caso quindi “1” indica le squadre che entreranno dal turno preliminare, “0” quelle che accederanno dopo, direttamente ai gironi. Naturalmente potremmo complicare le cose se fossimo in una competizione dal formato molto più elaborato, utilizzando anche altri numeri per distribuire l’ingresso delle squadre su più turni. Rimane il concetto che le squadre dal numero più alto entrano prima.
Guardando di nuovo la schermata sotto, le cose sono impostate in maniera che le quattro squadre dalla nazione 1, le tre dalle nazioni 2-7, e le prime del campionato delle delle nazioni da 8 a 13 vadano direttamente ai gironi. Invece le seconde in campionato delle nazioni da 8 a 13, più prima e seconda della nazione 14 vanno il preliminare.
Spero che sia abbastanza intuitivo. Per le nazioni da 8 a 13, che quindi abbiamo spezzettato in due righe, per fortuna il gioco si dimostra abbastanza intelligente da assegnare il seeding “0” alle prime in campionato e “1” alle seconde.

Ultima cosa da dire, se ancora non siete scoppiati, sono le altre opzioni di scelta delle squadre:
1-nazione della vincitrice della coppa nazionale. Vogliamo creare una coppa delle coppe? Questa è la voce giusta per specificare di prendere la vincitrice della coppa nazionale di una data nazione (sempre specificata dalla lista).
2-specifica squadra. Ci consente di indicare una squadra specifica (ma no? ).
3-Ultimo vincitore di questa competizione. Assegna un posto all’ultima vincitrice della stessa competizione che stiamo facendo. Utile se vogliamo dare diritto a partecipare ai vincitori, a prescindere da come sono finiti nell’ultimo campionato.
4-Ultimo vincitore di altra competizione. Possiamo dare il diritto a partecipare alla vincitrice di una qualsiasi competizione a scelta, un esempio classico è quando si fa una supercoppa che prenda le due vincitrici di altre due coppe continentali.

Se non vi siete ancora stufati, procediamo con la creazione e configurazione delle regole della competizione vera e propria.
Andiamo quindi su “coppe” e clicchiamo su aggiungi.
Nella prima schermata che si apre specifichiamo il numero totale di squadre che parteciperanno alla competizione (nel mio caso 36), ed ovviamente scegliamo dal database la competizione che intendiamo configurare, nel nostro caso la OFC Champions League (le competizioni che scegliamo, nel database, devono essere impostate come “coppa per le squadre campioni” oppure “coppa dei vincitori delle coppe”).

Passiamo ora a “fasi”. Cliccando su aggiungi, inseriremo ogni fase della competizione partendo dal preliminare. Ad ogni aggiunta viene creata la corrispondente schermata con le impostazioni. Nella schermata del turno preliminare, specificherò che si tratta di un turno ad eliminazione diretta, gli assegnerò un nome, specificherò che sono 8 le squadre che entrano a questo turno, e che in totale si disputano quattro partite. Il resto penso che sia abbastanza intuitivo.

Dopo il preliminare passiamo alla fase a gruppi. Sulle Proprietà corrispondenti, dopo che avremo specificato “fase a gruppi”, la schermata sarà leggermente diversa da quella vista prima. Dopo aver indicato che sono 28 le squadre che partono da questo turno, a cui si aggiungono le quattro provenienti dal preliminare, ho indicato che sarranno in 16 a passare il turno, visto che ho previsto gli ottavi di finale, ed ho specificato che devono esserci 8 gruppi. Per quanto riguarda le date, possiamo scegliere se indicare solo una data di inizio e fine (in quel caso sarà il gioco a creare automaticamente un calendario), in questo caso meglio specificando dei giorni di preferenza in cui disputare le partite (tipo mercoledì), oppure inserire noi le date di ogni giornata del girone (come ho fatto io nell’esempio).

A partire dagli ottavi, avremo tutti turni ad eliminazione diretta, per cui le impostazioni sono simili a quelle viste per il preliminare e perciò non mi dilungherò oltre. Dopo la fase a gruppi non entrano più squadre nella competizione, quindi lasceremo sempre deselezionata la casella “numero di squadre iscritte a questa fase”. Gli errori che si fanno più spesso (almeno io) sono sbagliare il numero totale di partite (se siamo agli ottavi ci saranno otto partite, se ai quarti 4 e così via), oppure sovrapporre qualche data con quelle dei turni precedenti. Se sbaglieremo qualcuna di queste cose l’editor ci darà un errore in fase di verifica della competizione, ma purtroppo non sempre questi messaggi sono scritti bene, ed a volte occorre un pò per capire ed individuare l’errore. Per quanto riguarda la finalissima, si può scegliere di impostare una finale in partita unica, e di scegliere uno stadio neutrale, ma purtroppo con le regole base non è possibile specificare uno stadio specifico. Non doveva essere una cosa difficilissima da aggiungere, ma nonostante anni ed anni di richieste da parte degli utenti del suo forum, la SI non ci vuol sentire ed ancora non è possibile impostare cose semplici come questa oppure una semplice finale per il terzo/quarto posto, che non sembrano cose dell’altro mondo. Queste cose è possibile farle con le regole avanzate, che però non tutti riescono ad utilizzare.
Ma andiamo avanti passando alla schermata regole partita, dove potremo stabilire da quanti giocatori sarà composta la panchina e le regole sulla formazione. Possiamo anche abilitare un limite di giocatori in rosa, in questo caso dovremo indicare una data entro cui dovrà essere comunicata la rosa per la competizione.

La schermata delle regole disciplinari è abbastanza intuitiva, non credo sia il caso di dilungarsi. Chi ha già dimestichezza con la creazione di campionati la conoscerà.

Bene, a questo punto, avremmo anche finito. Tah-daa è arrivato il momento che tutti temono, fonte di bestemmie per generazioni di aspiranti editorofili. Il momento cioè di cliccare su regole > verifica regole . Se abbiamo commesso un errore infatti (e nel 99,9% dei casi al primo tentativo sarà così), l’editor ce lo dirà. In quel (tragico) caso possiamo solo armarci di pazienza ed individuare il (gli) errori perchè finchè il file non risulterà verificato sarà invisibile per il gioco. Inoltre è da sapere che ogni volta che facciamo una modifica, il file va di nuovo verificato, anche se è una modifica insignificante ed il file era già stato verificato in precedenza.

Adesso rimarrebbe fuori solo la schermata altre coppe, che io sinceramente non ho mai utilizzato, ma che è utile per impostare coppe di importanza minore. Il funzionamento comunque è analogo.

La mia competizione esempio una volta caricata nel gioco (ma esiste una squadra che si chiama Gigira Laitepo? )

Il file di esempio (anche se fatto con l’editor 2015, può essere aperto e studiato sull’editor 2016): DOWNLOAD.

Ringraziamo per la splendida guida il nostro esperto utente nom245.