Premessa

Ciao Ragazzi, sono felice di presentarvi la mia ultima creazione ovvero il famigerato 4-4-2 del “Cholo” Simeone.

 

Tipo di tattica

4-4-2

 

Descrizione generica della tattica

Fino a pochi anni fa l’Atletico era considerato il secondo club di Madrid, vivendo sempre nell’ombra delle costanti e prestigiose vittorie dei cugini Blancos.
Anni addietro l’unico ad esser riuscito a interrompere questo dominio, fu il santone Radomir Antic che con le sue vittorie aveva inorgoglito tifosi che per troppo tempo soffrivano dei mancati successi.
Dopo di lui però la squadra è ricaduta in un semi-anonimato culminato addirittura con la retrocessione in Segunda Liga.
La lenta risalita però ha fatto si che il destino dell’Atletico si incrociasse con quello che da giocatore rappresentava il vero spirito colchoneros, ovvero sudore e sacrificio.

Diego Pablo Simeone oltre ad essere una bandiera da giocatore, da allenatore ha saputo in pochi anni rivoluzionare il mondo Atletico portando un club mediocre a vette inimmaginabili fino a pochi anni prima.

Senza dilungarmi troppo andiamo a esporre la tattica che ha reso il “Cholismo” un unicum nel cacio odierno.

La tattica difatti si presenta con un modulo che noi italiani conosciamo bene, ovvero il 4-4-2.
Un modulo che negli anni 80/90 l’ha fatta da padrone nel calcio europeo, portando innumerevoli vittorie ma che col passare del tempo stava andando in disuso, soppiantato dal 4-2-3-1 o il 4-3-3.

Per poter sviluppare al meglio la tattica ho preso spunto, oltre che dalla discussione presente su questo forum, anche da due articoli molto interessanti che vi invito a leggere:

www.ultimouomo.com/latletic-di-diego-simeone/
www.ultimouomo.com/lidentita-del-nuovo-atletico/

Il primo articolo descrive soprattutto la filosofia tattica apportata da Simeone nel suo primo periodo, mentre il secondo ne descrive l’evoluzione con la rosa attuale.

In questa tattica ho deciso di fondere l’aspetto difensivo del primo Atletico con quello di sviluppo della manovra offensiva attuale, in tal senso andiamo a elencare i punti salienti del “Cholismo”;

  • Funnel pressing
  • Marcatura a zona
  • Movimento squadra in riferimento alla posizione della palla
  • Copertura zona passaggio avversario
  • Squadra compatta e movimento a catena col compagno di reparto
  • Contropiede veloce
  • Scambi veloci nello stretto
  • Pressing Alto portato solo dalle due punte
  • Pressing e raddoppi dopo il centrocampo
  • Gioco laterale fornito esclusivamente dalla sovrapposizione dei terzini
  • False ali che convergono al centro
  • Densità nel centro del campo con conseguente propensione a stringere la squadra

Questo screen dà l’idea delle due fasi, ovvero quella difensiva e offensiva;

 

Screen & Impostazione squadra

Per cercare di emulare il gioco di Simeone ho deciso di sfruttare la semplicità di manovra, questo per rendere i reparti molto più equilibrati e non inclini a movimenti fuori fase che ne precluderebbe appunto l’equilibrio.

 

Impostazioni Individuali

Portiere/Dif: Portiere standard, forte tra i pali e buone nei rinvii.

Terzini/Attaccare: Molto forti in fase offensiva lo devono essere anche in fase di contenimento, meglio se forti fisicamente.

Difensori Centrali/Difendere: Forti fisicamente, nella copertura e quindi nel posizionamento, meglio se anche veloci.

Centrocampisti Centrali/ Difendere, RAr/Sostenere: Forti fisicamente, nei contrasti e nel posizionamento, nel caso del regista arretrato deve saper passare la palla.

REs, CeL/ Attaccare: Consiglio di usare più dei trequartisti adattati che delle vere e proprie ali, forti nel dribbling ma soprattutto nel passaggio smarcante.

Punta Completa, Seconda Punta/Sostenere Attaccare: Veloci con buon passaggio devono sia saper segnare che scambiare fra di loro, una buona resistenza è gradita perchè saranno loro a fare pressing offensivo.

* La Punta Completa può essere sia brevilinea che con un certo fisico, l’importante è che abbia un buon movimento, quindi niente Fulcri del Gioco.

 

Precisazioni

  • Tattica testata con successo con Atletico Madrid e Tottenham.
  • Tattica adatta a Top Club ma per il suo spirito prettamente difensivo anche a squadre di livello inferiore.
  • Gioco di rimessa molto piacevole e veloce, non aspettatevi di dominare le partite perchè non è questo il caso.
  • Tattica molto particolare, ha bisogno di un pò di tempo per essere appresa al meglio quindi abbiate pazienza.
  • Sebbene difensivamente eccelsa, l’attacco a volte crea poco, in tal senso vi consiglio in fase di allenamento di insistere su “Movimenti Offensivi’.
  • Non utilizzo OI’s se non quelli dettati dal mio secondo.
  • Cambio di modulo consigliato contro 4-2-3-1 particolarmente offensivi, consiglio di passare al 4-1-4-1 togliendo la Seconda Punta e aggiungendo al suo posto un mediano difensivo.

 

 

Fonte: fmbophonet.wordpress.com