Football Manager 2017 – Guida al Tactic Creator

Mentalità di squadra – La definizione di strategia/mentalità di gioco

La prima istruzione da considerare quando si crea una tattica è la mentalità, che stabilisce lo stile di gioco basico della squadra in termini di come i giocatori cercheranno di utilizzare e/o riconquistare la palla ed i rischi che dovranno prendersi per attuare tale stile.

In Football Manager la strategia è lo stile d’attacco e difesa che una squadra attuerà definito in base a quanti rischi si vogliano far correre al team. Il TacticCreator offre sette strategie diverse che servono per dire quanto incisivamente una squadra deve attaccare o difendere. Prendendo in considerazione tutte le istruzioni tattiche disponibili però emerge che il termine ‘difensiva’ non è sinonimo di ‘catenaccio’ in quanto tramite le relazioni esistenti tra mentalità di squadra/filosofia di gioco/istruzioni di squadra/ruoli e compiti/istruzioni dei giocatori si possono ottenere stili di gioco totalmente diversi e molto più offensivi del termine ‘Difensivo’.

Nel menù a discesa le opzioni sono elencate dalla più difensiva (meno rischiosa) alla più offensiva (più rischiosa).

La scala relativa alla rischiosità delle varie mentalità è la seguente:

Contenimento – rischi molto bassi

Difensiva – rischi bassi

Contropiede – meno rischi

Standard – rischi nella norma

Controllo – più rischi

Offensiva – rischi alti

Tutto per tutto – rischi molto alti

Si può pensare alla mentalità come ad un ‘template’, uno stile predeterminato, e se non siete sicuri su come le diverse combinazioni di istruzioni incidono sulla squadra, può essere utile iniziare da questi ‘templates’ e fare rettifiche sullo stile della squadra solo in corso d’opera, in base alle osservazioni delle partite. In termini di meccanica di base del gioco, la mentalità stabilisce un setting predeterminato di base per tutta una serie di istruzioni di squadra. Queste includono la velocità di costruzione del gioco, lo stile dei passaggi dei diversi ruoli/compiti, il posizionamento della linea difensiva, il ritmo di gioco, la larghezza di squadra, i movimenti senza palla, l’intensità del pressing, la durezza dei contrasti e l’uso della trappola del fuorigioco. Senza andare troppo in profondità nei meccanismi teorici del gioco, tutte queste impostazioni funzionano regolando la possibilità che un giocatore deciderà di provare un certo tipo di azione (per esempio un dribbling, un passaggio filtrante, uno smarcamento, un allargamento di gioco, un contrasto, etc).

I settaggi di squadra che dipendono dalla mentalità sono i seguenti:

  • Ritmo di gioco
  • Perdita di tempo
  • Ampiezza di gioco
  • Linea difensiva
  • Pressing
  • Stile dei passaggi

Nelle due tabelle seguenti verranno elencate le impostazioni di base per ciascuna mentalità base di squadra.

Mentalità e stile di gioco offensivo – Football manager 2017

Mentalità Stile di costruzione Compiti difensivi

passaggi

Compiti offensivi

passaggi

Smarcamenti Ritmo di gioco Larghezza di squadra
Contenimento Nessuna urgenza Lunghissimi Cortissimi Poca fluidità Evitare errori Mantiene innanzitutto la compattezza difensiva
Difensiva* Difendi con la palla Lunghi Corti Poca fluidità Considera con attenzione le opzioni di passaggio Mantenere molta più compattezza difensiva
Contropiede* Attendere aperture  offensive Medio Lunghi Medio Corti Ampiezza intermedia Considera varie opzioni di passaggio Mantenere la compattezza difensiva
Standard Costruzione giudiziosa Medi Medi Ampiezza intermedia Medio Compattezza normale
Controllo Transizione veloce Medio Corti Medio Lunghi Ampiezza intermedia Muovere velocemente la palla Gioca più largo
Offensiva Transizione più veloce Corti Lunghi Molta fluidità Muovere più velocemente la palla Gioca molto più largo
Tutto per tutto Transizione molto più veloce Cortissimi Lunghissimi Molta fluidità Gioca la palla istintivamente Utilizza tutta la larghezza del campo

*Mentalità che sembrano utilizzare le ripartenze in maniera più efficace

Lo stile di costruzione di gioco si riferisce alla urgenza con la quale i giocatori cercheranno di muovere la palla verso l’area avversaria per cercare di creare una occasione da goal. In questo senso si determina se la squadra quando ha la palla sarà incaricata di dare priorità al principio del possesso od a quello di penetrazione. Nelle mentalità più aggressive le squadre si prenderanno più rischi per raggiungere la penetrazione. I giocatori cercheranno il passaggio offensivo con il supporto del movimento degli attaccanti e pertanto posizionandosi di conseguenza. Nelle mentalità meno aggressive le squadre si concentreranno più sul mantenimento della palla. I giocatori saranno più propensi ad optare per un passaggio laterale o posteriore essendo meno disposti a prendere rischi inutili nel tentativo di creare occasioni da gol.

In tutte le mentalità i giocatori potranno rispettare il principio di penetrazione al momento opportuno. Se gli avversari hanno lasciato la loro difesa esposta alla perdita del possesso palla, i giocatori cercheranno di penetrare immediatamente e ribaltare velocemente in avanti l’azione per sfruttare gli spazi lasciati dagli avversari prima che questi siano in grado di recuperare e consolidare l’assetto della squadra. Nelle mentalità ‘difensiva’ e ‘contropiede’ i giocatori saranno un po’ più inclini a tentare di lanciare questi contropiedi veloci, ammenochè gli avversari presentino un buon numero di giocatori dietro la palla concedendo pertanto pochi spazi. In tali casi la squadra dovrà o accontentarsi di un attacco più paziente per cercare spazi nelle difese avversarie oppure aumentare il rischio di perdere il possesso palla nel tentativo di rifornire velocemente i propri attaccanti.

Le impostazioni dello stile dei passaggi e del ritmo di gioco sono inoltre in relazione coi principi di penetrazione e possesso palla, anche se in modo meno diretto (ad esempio è ancora possibile avere uno stile di passaggi corti in attacco con un ritmo di gioco veloce). In FM le impostazioni dei passaggi sono principalmente decise dai compiti dei giocatori (difendere, sostenere, attaccare, automatico) nonostante per tutte le mentalità l’impostazione di default per il compito ‘sostenere’ è ‘lunghezza passaggio misto’.

Nelle impostazioni più aggressive i giocatori con compito ‘difendere’ avranno una preferenza più forte per passaggi più brevi mentre i giocatori con compito ‘attaccare’ avranno una preferenza più forte per i passaggi più lunghi. L’idea è che i giocatori d’attacco cercheranno di allungare il gioco con passaggi veloci verso l’area avversaria mentre quelli di difesa cercheranno di riconquistare palla per poi passarla senza rischi e con passaggi corti ai giocatori con compito ‘supporto’.

Nelle mentalità meno aggressive le impostazioni di passaggio sono invertite. I giocatori di difesa saranno incoraggiati a giocare con passaggi lunghi per cercare di mettere velocemente in moto le ripartenze o togliere rapidamente la palla dalla difesa mentre i giocatori d’attacco saranno più inclini a impegnarsi nel cercare pazientemente varchi nelle difese avversarie senza rischiare passaggi azzardati.

Il ritmo di gioco determina la velocità con cui i giocatori potranno prendere decisioni sulla circolazione della palla (in pratica ad un tocco, due tocchi, etc.). Nelle mentalità più aggressive i giocatori saranno incoraggiati a far circolare velocemente la palla e non indugiare nel possesso. Ciò richiederà loro di insistere di più sulla lettura istintiva del gioco che può portare a compiere più errori se i giocatori non hanno la capacità tecnica o non si muovono in maniera coordinata. Un ritmo veloce di gioco aiuterà anche la penetrazione in quanto la difesa avversaria potrebbe essere sorpresa dalla rapidità di esecuzione delle azioni offensive.

Un ritmo di gioco lento d’altro canto incoraggerà i giocatori ad evitare errori, facendo valutare con calma le varie opzioni di gioco quando ricevono la palla nello spazio e non hanno già individuato un passaggio filtrante, anche se tutto ciò potrebbe dare il tempo alla difesa per giudicare le azioni offensive e riorganizzarsi di conseguenza.

L’impostazione di smarcamento determina il numero di giocatori che possono muoversi alla ricerca di spazio per ricevere la palla. Più fluidità porterà ad un maggior interscambio di posizione per permettere anche gli inserimenti in attacco dei compagni. Le mentalità più aggressive porranno una maggiore enfasi sul principio della mobilità, mentre mentalità meno aggressive avranno un aspetto di più accentuato di consolidamento veloce incoraggiando i giocatori a non spostarsi troppo dalle loro posizioni difensive.

Infine la larghezza determina la tendenza dei giocatori ad allargare o meno il gioco spostandosi verso le fasce laterali ed aumentando di conseguenza gli spazi in mezzo al campo con le mentalità più aggressive che cercheranno di utilizzare quanto più spazio disponibile mentre quelle meno aggressive cercheranno innanzitutto di non perdere la compattezza di squadra.

Nel complesso, quindi, possiamo vedere come le diverse mentalità rappresentano diversi stili d’attacco basati su differenti principi di gioco. Le impostazioni più aggressive vedranno una costruzione di gioco più veloce sulla base di penetrazione rapida, mobilità dinamica e larghezza espansiva in un’ottica di realizzazione di attacchi diretti verso l’area avversaria. Le impostazioni meno aggressive vedranno i giocatori attuare un paziente possesso palla nel caso non ci sia una chiara opportunità offensiva con la squadra che sarà più attenta a mantenere le posizioni per consentire ai giocatori di compattarsi rapidamente nella fase di transizione difensiva.

Mentalità e stile di gioco difensivo – Football manager 2017

Mentalità Blocco difensivo Pressing Contrasti Fuorigioco
Contenimento Molto basso Mantenere le posizioni Cauti No
Difensiva Basso Dalla propria area Cauti No
Contropiede Medio basso Dalla propria metà campo Bilanciati No
Standard Medio A metà campo Bilanciati No
Controllo Medio alto Dalla metà campo avversaria Bilanciati No
Offensiva Alto Dall’area avversaria Aggressivi
Tutto per tutto Molto alto A tutto campo Aggressivi

 

L’impostazione del blocco difensivo determina quanto in profondità la difesa si ritirerà in caso di perdita di possesso palla prima che la squadra nel suo complesso inizi a cercare collettivamente di arrestare qualsiasi ulteriore penetrazione della squadra avversaria. In pratica questo significa che imposta la posizione in campo in cui si piazzerà la linea difensiva ed il centrocampo inizierà a pressare con intensità gli avversari. Gli attaccanti invece inizieranno subito a pressare gli avversari per permettere alle linee arretrate di consolidarsi e comporre un blocco difensivo compatto. Questa impostazione infatti riguarda principalmente i principi di compressione e consolidamento. Un blocco difensivo ‘alto’ vedrà la squadra mantenersi compatta e comprimere l’area di gioco in modo più efficace. Questo porterà il team a muoversi come un blocco unico cercando di vincere il possesso il più in alto possibile. Un blocco difensivo posizionato più basso vedrà la squadra compattarsi più velocemente per consolidare le linee difensive più in profondità dietro la palla per coprire direttamente lo spazio di fronte alla porta. I giocatori saranno più propensi a tenere la posizione, contenere l’attacco ed attendere con pazienza le opportunità di intercettare la palla.

L’intensità del pressing è strettamente legata all’impostazione del blocco difensivo e ne è direttamente legata. Le squadre con un blocco difensivo basso saranno meno propense ad esercitare un pressing alto intenso mentre quelle con un blocco difensivo alto applicheranno sicuramente un pressing più aggressivo soprattutto nella propria metà campo.

Tuttavia è bene precisare che la decisione di un giocatore o meno di applicare il pressing dipende molto dal contesto (in particolare se ha sufficiente copertura alle spalle).

Nelle mentalità meno aggressive i giocatori saranno più cauti nell’affrontare gli avversari. Essi tenderanno a rimanere in piedi per evitare falli e consentire loro una migliore possibilità di recuperare la palla con successo dopo un tackle. Nelle mentalità più aggressive i giocatori affronteranno gli avversari in maniera più decisa con maggiori probabilità di fare tackling, causare falli e rischiare di essere anche dribblati.

 

Tipo passaggi Ruoli difensivi Ruoli di supporto Ruoli d’attacco
Strategie difensive Lunghi Misti Corti
Strategie standard Medio-lunghi Misti Medio-Corti
Strategie offensive Corti Misti Lunghi

 

Mentalità difensiva
Descrizione: La squadra si posizionerà bassa nella propria metà campo, giocherà semplice e si lancerà in avanti solo quando ci saranno chiare opportunità offensive.
Ampiezza dei passaggi: molto corti per compiti d’attacco, diretti per compiti difensivi, misti per compiti di supporto.
Linea difensiva: bassa
Ritmo di gioco: molto lento
Ampiezza di gioco: trame offensive tramite vie centrali con squadra molto stretta
Fuorigioco: No
Perdita di tempo: tanto
Ruoli con libertà di movimento: Pochissimi

Mentalità contropiede
Descrizione: La squadra cercherà di interrompere le azioni offensive avversarie nella propria metà campo e giocherà un calcio più metodico ed orientato al possesso palla fino a che non si presenteranno chiare opportunità offensive da eseguire con contropiedi veloci e con passaggi diretti (possesso di palla alto).
Ampiezza dei passaggi: corti per compiti offensivi, misti-lunghi per compiti difensivi, misti per compiti di supporto.
Linea difensiva: medio-bassa
Ritmo di gioco: lento
Ampiezza di gioco: squadra stretta con trame offensive per vie centrali
Fuorigioco: No
Ruoli con libertà di movimento: Pochi

Mentalità standard
Descrizione: la squadra cercherà di prendere il controllo del centrocampo e le trame offensive si svilupperanno con un gioco metodico dalla metà campo.
Ampiezza dei passaggi: misti per compiti d’attacco, misti-corti per compiti difensivi, misti per compiti di supporto
Linea difensiva: media
Ritmo di gioco: standard
Ampiezza di gioco: trame offensive miste
Fuorigioco: No
Perdita di tempo: normale
Ruoli con libertà di movimento: Normali

Mentalità Controllo
Descrizione: La squadra cecherà di dominare il centrocampo e lanciare veloci ed elaborate trame offensive partendo dalla metà campo avversaria (possesso di palla basso).
Ampiezza dei passaggi: misti-lunghi per compiti offensivi, corti per compiti difensivi, misti per compiti di supporto
Linea difensiva: medio-alta
Ritmo di gioco: veloce
Ampiezza di gioco: trame offensive che si sviluppano per vie laterali con squadra più larga
Fuorigioco: No
Ruoli con libertà di movimento: Abbastanza

Mentalità Offensiva
Descrizione: La squadra cercherà di pressare gli avversari nella loro metà-campo e cercherà di dominarli con una serie ininterrotta di veloci trame offensive.
Ampiezza dei passaggi: diretti per compiti offensivi, molto corti per compiti difensivi, misti per compiti di support
Linea difensiva: alta
Ritmo di gioco: molto veloce
Ampiezza di gioco: trame offensive che si sviluppano per vie laterali con squadra molto larga
Fuorigioco: Sì
Perdita di tempo: pochissimo
Ruoli con libertà di movimento: Molti

Contenimento: la strategia “ci rinuncio”. Ultradifensiva, mira a tenere la palla lontana dalla porta lungo tutto il match. Una squadra sarà sottoposta ad un pressing eccessivo giocando così per tutto il tempo, ma quando si vuole disperatamente mantenere il risultato questa strategia potrebbe bastare per ottenere una vittoria o un pareggio contro un avversario molto più forte. Con il Contenimento si rinuncia all’attacco, istruendo gli uomini a giocare dietro la palla perdendo tempo. E’ utile: alla fine di un incontro quando si è sottoposti ad una tremenda pressione avversaria e si vuole portare a casa il risultato; contro squadre ultra-offensive.

Tutto per Tutto: è l’opposto del Contenimento e mira a colpire l’avversario con ondate continue. La prudenza non esiste più e tutti sono incaricati di attaccare. Anche in questo caso, non è indicato giocare così per tutto il tempo, ma per 5-10 minuti per volta, quando il gol tarda ad arrivare o quanto basta per spezzare la resistenza avversaria fino al risultato desiderato. E’ utile: a fine partita quando c’è un disperato bisogno di segnare; contro squadre ultradifensive.

 

Disposizione in campo – Filosofia/stile di gioco

La ‘Disposizione in campo’ non è altro che un tool per organizzare la mentalità/libertà di inventare della squadra e aumentare/diminuire leggermente il pressing. Il diverso modo di organizzare la mentalità dei giocatori influisce sulla distanza tra i reparti della squadra: “Molto fluida” indica che la squadra sarà più corta  (con più Libertà di inventare per i giocatori) mentre “Molto strutturata” significa che la squadra tenderà a mantenere maggiore distanza fra i reparti (con meno Libertà di inventare). Fluida/Flessibile/Strutturata sono gli step intermedi fra questi due estremi. In pratica definisce quanto un giocatore sia aderente o meno alla sua specifica posizione nel campo di gioco.

La scala relativa alla lunghezza di squadra/libertà di inventare/movimenti di transizione delle varie scelte è la seguente:

Molto strutturata – squadra molto lunga/ampiezza minima movimenti singoli giocatori

Strutturata – squadra lunga/ poca ampiezza movimenti singoli calciatori

Flessibile – lunghezza squadra media/media ampiezza movimenti singoli calciatori

Fluida – squadra corta/buona ampiezza movimenti singoli calciatori

Molto fluida – squadra cortissima/ottima ampiezza movimenti singoli calciatori

Nota bene: L’approccio molto strutturato —> molto fluido non è una scala ma una differenziazione di strutture logiche, ognuna con le sue peculiarità e caratteristiche.

Molto strutturata e Strutturata richiedono di capire chi cercherà di sfruttare gli spazi che si verranno a creare. Questi sistemi necessitano di ruoli e compiti che permettano ai giocatori di inserirsi negli spazi e smarcarsi con efficacia. In alternativa potrebbe rendersi necessario modificare pesantemente le istruzioni dei singoli giocatori.

I sistemi Flessibili sono per natura ‘bilanciati’ e per utilizzarli al meglio dovrai pensare a come controllare gli spazi ed a chi dovrà farlo. Questa cosa la si può ottenere col giusto mix tra Ruoli ed Istruzioni di squadra. Appare evidente che questi sistemi sono i più adattabili.

Fluida e Molto fluida sono caratterizzate da gruppi di giocatori che lavorano insieme nelle transizioni. Questi sistemi necessitano di buoni valori in alcuni attributi per funzionare al meglio. Siccome I ‘compiti’ dei singoli giocatori incidono pesantemente nelle transizioni dovrai considerare attentamente a quali giocatori assegnare ruoli creativi ed a quali dare ruoli di supporto. Senza la giusta combinazione di questi ruoli/compiti la squadra potrebbe perdere coesione.

Tutte le ‘disposizioni in campo’ possono essere utilizzate con qualsiasi tipo di calcio; l’unica cosa che ti impedisce di utilizzare ‘disposizioni’ diverse con la stessa squadra sono la distribuzione di attributi all’interno del vostro team.

I sistemi strutturati sono onerosi dal punto di vista fisico/atletico e di impegno mentre i sistemi fluidi richiedono gioco di squadra, impegno, controllo, decisioni e concentrazione.

Tutte le filosofie di squadra terranno conto delle differenze di mentalità in relazione ai compiti assegnati ai singoli giocatori. Quindi, in ogni filosofia di squadra, vedrete che un centrocampista con compiti offensivi si prenderà più rischi e avrà un posizionamento più aggressivo rispetto ad un altro centrocampista con compito di sostegno. Da ciò ne consegue che i compiti assegnati avranno una grande influenza sullo stile di gioco della vostra squadra in quanto regolano i movimenti di transizione dei giocatori. Una squadra piena di compiti di supporto sarà più orientata al possesso palla, mentre molti compiti di attacco porteranno ad una certa urgenza nell’iniziare l’azione offensiva. In pratica la struttura della mentalità è assegnata dalla filosofia mentre i singoli livelli sono definiti in base alla strategia scelta (e la mentalità del singolo giocatore è assegnata in base alla posizione in campo).

La libertà di inventare dei singoli giocatori viene determinata dal compito assegnato (automatico – difendere – sostenere – attaccare) mentre la libertà di inventare dei gruppi di giocatori è definita dalla strategia.

Football manager – Zone di influenza

Molto Rigida – Nella filosofia Molto Rigida ogni giocatore è incaricato di mantenere il più possibile la posizione. Lo schema è fisso e la mentalità dei giocatori ordinata; tra difensori ed attaccanti c’è una grande differenza di mentalità e pertanto la squadra si dispone lunga sul campo. Ai difensori verrà detto di agire dietro i centrocampisti che a loro volta giocheranno dietro le punte. I giocatori tendono a non allontanarsi troppo dalle loro posizioni e a non sovrapporsi. Il riferimento è alla “Regola dell’Uno”(Rule of One) con le variazioni dovute a ruoli e compiti. Il vantaggio di una struttura rigida è che puoi piazzare accuratamente i tuoi uomini. La squadra manterrà la struttura e sarà difficile per gli avversari spezzare l’equilibrio. Comunque sia, con pochi movimenti attacco e difesa rischiano di essere prevedibili e trovarsi spesso in inferiorità numerica. Potrebbe essere utile nel caso in cui si vogliano infoltire centrocampo e difesa per difendere il pareggio, ma in caso di disperata ricerca del gol, il potenziale offensivo è ridotto. Questo può essere in parte evitato aumentando la Libertà di movimento e di inventare, incoraggiando il centrocampo a compiere incursioni offensive oppure usando strategie offensive. Ogni giocatore ha uno specifico compito e si suppone che cerchi di seguirlo il più possibile.

Football manager – filosofia molto rigida

Rigida – L’intento è di mantenere lo schema seppur concedendo a certi giocatori una relativa libertà di movimento fra le linee in modo da supportare i movimenti offensivi. Anche in questo caso, il vecchio concetto del “Gruppo di Due” (Bands of Two) sarà esattamente ricreato e varierà in base a schema, ruoli e compiti. Con questa filosofia c’è più interazione fra i settori del campo. In un 4-4-2 classico, i terzini avranno una mentalità più offensiva dei difensori centrali per incoraggiarli ad avanzare. I centrocampisti centrali si alterneranno: mentre uno attacca l’altro copre. E’ ancora una struttura solida (i terzini sono ancora considerati giocatori difensivi, ad esempio), la squadra è comunque lunga ma con una certa flessibilità. Aumentare la creatività e la libertà di movimento può essere d’aiuto a dare maggiore vivacità alla manovra offensiva. La Rigida può essere una buona scelta nel caso in cui la struttura della squadra venga messa in difficoltà troppo spesso. I giocatori sono deputati a seguire dei compiti che nell’insieme contribuiscono ad uno specifico elemento del gioco.

Football manager – filosofia rigida

Bilanciata – La filosofia Bilanciata non si basa sulla posizione dei giocatori nel campo di gioco ma sui compiti che vengono loro assegnati. Nella Rigida i giocatori sono disposti in modo da mantenere la struttura della squadra; in questa filosofia invece i giocatori d’attacco devono stare alti, quelli difensivi indietro mentre i giocatori di supporto occupano lo spazio di mezzo (attenzione, si parla di singoli COMPITI, non di posizione in campo). In questo modo si possono dare compiti d’attacco alle ali ed ai terzini, ad esempio, ed essi attaccheranno in maniera più decisa rispetto alla Rigida. L’ovvio punto debole di questa filosofia è che si è soggetti a possibili contropiedi. La struttura della squadra può essere mantenuta attraverso l’uso dei compiti. Dando compiti più o meno difensivi/offensivi a seconda delle necessità, la squadra può adattarsi rapidamente alle situazioni di gioco. Questa filosofia inoltre concede una maggiore attitudine offensiva rispetto alla precedente e la squadra si dispone in campo in maniera normale, né corta né lunga. Potranno esserci alcune differenze, ma si può dire che la “Teoria del Ruolo” (Role Theory) di TTF09 è equivalente a questa filosofia. La filosofia Bilanciata inizia a sfruttare le sovrapposizioni. E’ una buona via di mezza tra la libertà offerta dalla filosofia Fluida e la rigidità della precedente. I giocatori sono focalizzati per ciascun compito generico (3 in tutto: difesa, supporto, attacco).

Football manager – filosofia bilanciata

Fluida – Le mentalità dei gruppi di giocatori sono più ravvicinate, la squadra è corta ed i giocatori tendono ad avere una certa autonomia sulle decisioni. Questo incoraggia la squadra a difendere ed attaccare in modo compatto. Nella Fluida, la squadra si divide tendenzialmente in due gruppi di cinque giocatori. Ai giocatori difensivi è detto di stare indietro, mentre a quelli offensivi di spingere. Ci possono essere delle piccole variazioni in base allo schema e ai ruoli, ma effettivamente si dà licenza ai giocatori offensivi di attaccare l’avversario rimanendo coperti in caso di contropiede grazie alla copertura fornita dai giocatori difensivi. Si può accostare alla teoria “5×5” (5×5 Theory) di TTF09. Si giocherà un calcio leggermente più creativo, pur mantenendo una certa stabilità difensiva. I giocatori devono seguire solo due compiti specifici: attacco o difesa.

Football manager – filosofia fluida

Molto Fluida – E’ l’ultima filosofia  e  con essa si dirà alla squadra di attaccare e difendere in modo compatto. Le mentalità dei giocatori sono virtualmente le stesse e pertanto la squadra in campo si presenta molto corta; i giocatori si muovono molto e come credono sia meglio. Questo può portare a grandi folate offensive, con i giocatori che si muovono gli uni insieme agli altri, ma anche ad una vulnerabilità difensiva nel caso in cui non venga detto loro di mantenere le posizioni quando l’avversario attacca. E’ virtualmente equivalente alla mentalità “Globale” (Global) spiegata in TTF09. Tutti i giocatori hanno la stessa mentalità, tranne gli attaccanti fissi o il centrocampo, in modo da costruire un collegamento fra le zone del campo. Quando le cose vanno bene, si avrà un calcio offensivo molto bello a vedersi. Viceversa, la difesa potrebbe soffrire molto. I giocatori contribuiscono in pratica a tutte le fasi di gioco.

Football manager – Filosofia molto fluida

 

Football manager 2017 – Disposizione in campo ed improvvisazione

Compiti di difesa Compiti di supporto Compiti di attacco
Molto strutturata Fai le cose semplici Molta meno improvv. Meno improvvisazione
Strutturata Molta meno improvvisazione Meno improvvisazione Bilanciata
Bilanciata Meno improvvisazione Bilanciata Improvvisa di più
Fluida Bilanciata Improvvisa di più Molta più improvv.
Molto fluida Improvvisa di più Molta più improvv. Massima improvv.

 

Una squadra con una filosofia “molto rigida’ è come un’orchestra sinfonica dove ogni musicista ha il suo spartito (molto diverso dallo spartito degli altri membri dell’orchestra) e deve attenersi ad esso, concentrandosi sul ritmo o sezione armonica secondo il compito ricevuto e rispettando gli ordini ricevuti dal direttore … e la sinfonia viene fuori come una magia, con l’orchestra che suona nel suo complesso.

D’altra parte, una squadra con una filosofia “molto fluida” è come un’orchestra jazz dove c’è un tema principale attorno al quale ogni musicista costruisce le proprie improvvisazioni, in questo caso ogni musicista segue il tema principale, ma lo svolge con la propria improvvisazione che copre sia la parte armonica che il ritmo … e il capolavoro del jazz viene fuori come una magia, con l’orchestra che suona come un tutt’uno.

Disposizione in campo

—–> Ritmo di gioco < —–

Ritmo molto più veloce – aumenta fortemente il ritmo di gioco (giocate a meno tocchi)

Ritmo più veloce – aumenta leggermente il ritmo di gioco

Ritmo più lento – diminuisce leggermente il ritmo di gioco

Ritmo molto più lento – diminuisce fortemente il ritmo di gioco (giocate a più tocchi)

<Rallentate il ritmo> selezionabile solo con ritmo normale, lento o molto lento. Questa scelta consente alla squadra di abbassare ulteriormente il ritmo di gioco e diminuisce le corse in avanti dei giocatori.

—– > Perdita di tempo < —–

La perdita di tempo cambierà in base alla mentalità prescelta e non è modificabile. La perdita di tempo è minore nelle mentalità offensive mentre è maggiore in quelle difensive.

—–> Ampiezza di gioco (in fase di possesso palla) < —–

Giocate più larghi – indica alla squadra di giocare con maggiore larghezza – aumenta la larghezza della squadra se la larghezza è settata su bilanciata o superiore mentre la modifica a bilanciata se la larghezza è settata come inferiore a bilanciata.

Giocate più stretti – incarica la squadra di stringersi verso il centro – riduce la larghezza della squadra se la larghezza è settata su bilanciata od inferiore mentre la modifica a bilanciata se la larghezza è settata come superiore a bilanciata.

Difesa

—–> Linea difensiva (vedi anche istruzioni sul pressing) < —–

Linea difensiva molto più alta – aumenta fortemente l’altezza della linea difensiva e moderatamente il pressing.

State più alti – indica alla difesa di spingersi più in alto quando si ha il possesso palla – aumenta moderatamente l’altezza della linea difensiva ed il pressing. Utilizzo: quando si gioca contro attaccanti lenti; quando si gioca contro una squadra che resta indietro; quando c’è bisogno di ridurre lo spazio agli avversari.

State più indietro – indica alla difesa di restare più indietro durante il possesso – diminuisce moderatamente l’altezza della linea difensiva ed il pressing. Utilizzo: quando si gioca contro attaccanti più veloci; quando si gioca contro una squadra che sta spingendo; quando si cerca più spazio contro una squadra che sta imballando centrocampo e difesa.

Linea difensiva molto più bassa – diminuisce fortemente l’altezza della linea difensiva e moderatamente il pressing.

Le istruzioni relative alla linea difensiva ti permettono di scegliere quanto alta deve stare la linea dei difensori, e di conseguenza la squadra, sul terreno di gioco. Le istruzioni vanno da una difesa quasi a ridosso della mediana che lascia chiaramente poco spazio agli avversari e, nel caso di attaccanti lenti, costringendoli a fare affidamento su ritmi che non hanno, ad una molto più profonda, al limite della propria area, lasciando poco spazio agli attaccanti veloci, ma favorendo quelli più grossi in quanto i centrocampisti avversari possono manovrare con più facilità. Una difesa bassa però è l’ideale se si vuole costruire una squadra basata sulle ripartenze mentre una difesa alta è adatta a strategie aggressive.

Se date istruzione di tenere una linea difensiva alta, i vostri difensori saranno meno propensi ad indietreggiare, ma allo stesso tempo i difensori lenti soffriranno i palloni filtranti alti e fra gli spazi. In relazione a questo, istruzioni come “Più passaggi difficili” e “Passatela negli spazi” sfrutteranno gli spazi fra le linee e alle spalle di una squadra schierata in modo molto aggressivo.

<Fate il fuorigioco > – indica alla squadra se attuare la trappola del fuorigioco.

Il tipo di difesa è strettamente collegato alla disposizione in campo della squadra. Se si dispone la difesa alta ad esempio viene naturale utilizzare l’opzione <Fate il fuorigioco>, tenendo sempre in considerazione i difensori a disposizione per attuare tale tattica. Questo atteggiamento è comunque l’ideale per mettere in difficoltà gli attaccanti avversari. Se invece si desidera una marcatura più stringente degli avversari si può usare l’opzione <Marcate più stretti> che però chiaramente non si sposa benissimo con la trappola del fuorigioco perché i difensori potrebbero essere portati fuori posizione (per una specifica marcatura ‘a uomo’ si deve utilizzare la singola istruzione per ogni specifico giocatore).

—–> Tipo di pressing < —–

Molto più pressing – aumenta fortemente il pressing dei giocatori.

Più pressing – aumenta moderatamente il pressing dei giocatori.

Meno pressing – diminuisce moderatamente il pressing dei giocatori.

Molto meno pressing – diminuisce fortemente il pressing.

<Impedire i passaggi corti del portiere> – I tuoi attaccanti saranno portati ad accorciare sul portiere e portare il pressing per evitare che l’estremo difensore avversario riesca a far ripartire l’azione in tranquillità.

<Marcate più stretti > – indica ai giocatori di mantenersi più vicini agli avversari che si presentano nella zona di campo di competenza (marcatura a uomo nella zona).

—–> Tipo di contrasti < —–

Fate contrasti aggressivi – incarica la squadra di contrastare duro per recuperare il possesso palla – aumenta l’intensità dei contrasti su “duri”. Utilizzo: quando c’è bisogno di riappropriarsi rapidamente del pallone; quando si gioca contro una squadra con poco coraggio; quando non si sta ottenendo una buona percentuale di contrasti vinti.

Non fate tackle azzardati – incarica il team di fare contrasti solo quando sono sicuri di prendere la palla – diminuisce l’intensità dei contrasti su “leggeri”, fatta eccezione per il “centrocampista che deve recuperare palla”. Utilizzo: quando si stanno concedendo troppi calci di punizione; quando si vuole mantenere la forma difensiva; quando si gioca contro giocatori molto veloci bravi a saltare i contrasti.

Costruzione

—–> Direzione dei passaggi < —–

Giocare la palla sulle fasce – incarica la squadra di allargare il gioco al fine di tentare di giocare la palla sulle fasce – focalizza i passaggi sulle fasce, aumenta i movimenti avanzati, i cross e la mentalità di terzini e ali, allarga il gioco per le ali, i centrocampisti centrali tengono palla. Utilizzo: quando gli avversari stanno invadendo il centro; quando si gioca con giocatori di fascia di buon livello; quando si gioca con una squadra brava nei cross; quando si gioca su un campo ampio.

Sfruttate la fascia sinistra – si cerca di indirizzare il più possibile le giocate sulla fascia sinistra.

Sfruttate la fascia destra – si cerca di indirizzare il più possibile le giocate sulla fascia destra.

Sfruttate il centro – incoraggia la squadra a giocare la palla nel mezzo del campo – focalizza i passaggi nel centro, aumenta la mentalità e i tentativi di passaggi filtranti per i difensori e centrocampisti difensivi, diminuisce i movimenti avanzati per i giocatori sulle fasce, aumenta i movimenti avanzati per i giocatori centrali non-difensivi a centrocampo e attacco, diminuisce le giocate larghe dei giocatori di fascia. Utilizzo: quando non si gioca con giocatori sulle fasce; quando gli avversari stanno lasciando lacune in mezzo al campo; quando si gioca con una squadra forte con buoni giocatori centrali; quando si gioca su un campo stretto.

Partite palla a terra dalla difesa – incoraggia i giocatori con compiti ‘difensivi’ (difensori e centrocampisti difensivi) a partire dalla difesa palla a terra con passaggi corti, piuttosto che spazzandola o con lanci lunghi. In pratica si concretizza come un possesso palla nella propria trequarti. L’istruzione pertanto è ‘passaggi corti’ al minimo settaggio ai difensori e centrocampisti con compiti difensivi.

Buttate la palla in area – incarica la squadra di giocare palle lunghe in area di rigore avversaria per cercare di trarne vantaggio – incremento al massimo della lunghezza dei passaggi e dei passaggi filtranti per tutti i giocatori, indica ai giocatori di giocare meno larghi, terzini e ali tengono la palla, incrementa i movimenti avanzati per gli attaccanti, fissa al massimo i cross e dà il ‘mantieni possesso palla’ per i giocatori esterni. Utilizzo: quando serve segnare nei minuti finali di una partita; quando si ha un giocatore più alto e/o forte in attacco rispetto agli avversari.

Lanciate la palla sulle fasce – incarica la squadra di “spazzare” la palla sulle fasce in modo da ridurre i pericoli possibili – incrementa al massimo la lunghezza dei passaggi per difensori, centrocampisti difensivi e centrocampisti non difensivi con compiti di difesa. Per queste tipologie di giocatori di allargare il gioco e ridurre i passaggi filtranti. Utilizzo: quando si cerca di mantenere il vantaggio negli ultimi minuti di gioco; quando gli avversari fanno contropiedi nel centro; quando si hanno ali veloci brave nei contropiedi.

Penetrazione si riferisce al tentativo di rompere lo schieramento difensivo avversario. Alcune formazioni, con registi centrali, con incursori che partono da dietro ed attaccanti che galleggiano sulla linea dei difensori avversari potrebbero avvantaggiarsi dell’opzione Sfruttate il centro. Se si dispone di un vantaggio numerico in mezzo, ha indubbiamente senso sfruttarlo specialmente in presenza di un forte playmaker centrale. Se si ha invece un solido ma non spettacolare centrale di centrocampo o si è in svantaggio numerico in mediana ragionevolmente la maggior parte della tua creatività verrà dai tuoi esterni e dalle loro giocate; in presenza si esterni con forti qualità in accelerazione, dribbling e cross l’opzione Sfruttate le fasce dovrebbe essere quella preferita; si puo’ ulteriormente specificare quale parte laterale sfruttare preferibilmente in presenza di una catena di giocatori (terzino-tornante) particolarmente forte. Sfruttando un singolo od entrambi i fianchi può essere una mossa efficace in un sistema basato sul contropiede per cercare una transizione rapida. Anche se dovete affrontare una difesa compatta può venire utile sfruttare le fasce con l’opzione Cercate di sovrapporvi per cercare di creare superiorità numerica sulle fasce.

<Giocate la palla negli spazi> – passaggi filtranti – incarica la squadra di giocare la palla davanti al giocatore che la riceve in modo che possa corrergli dietro e creare spazi per attacchi – aumenta il livello dei passaggi filtranti ed i movimenti avanzati. Utilizzo: quando non si riesce a “penetrare” gli avversari; quando si ha un buon possesso palla/buona percentuale di passaggi completati ma poche occasioni da gol; quando si gioca contro una squadra con molta meno accelerazione e velocità della vostra.

—–> Stile dei passaggi < —–

Lo stile dei passaggi fa riferimento diretto all’ampiezza del passaggio.

Le opzioni sono: passaggi corti, misti, diretti, lunghi.

I passaggi corti sono più adatti ad un fraseggio stretto; allungando l’ampiezza del passaggio lo stile di gioco dovrebbe diventare sempre più portato ai lanci lunghi ed al contropiede.

<Tenete palla> – incarica la squadra di cercare di mantenere il possesso della palla piuttosto che fare lanci lunghi e affrettati – riduce leggermente la lunghezza dei passaggi, rallenta leggermente il ritmo, riduce leggermente la larghezza di squadra. Utilizzo: quando si lotta per mantenere il possesso; quando si ha una bassa percentuale di passaggi completati; per non lasciare palla agli avversari quando si vuole mantenere il vantaggio.

—– > Libertà di inventare < —–

<Più creatività> – i giocatori saranno portati a cercare di essere imprevedibili

<Più disciplina> – i giocatori si atterranno il più possibile ai compiti assegnati

—– > Trequarti < —–

Crossate di prima – indica ai giocatori laterali di crossare il prima possibile; le istruzioni diventano – cross spesso e velocemente, corsa con la palla ‘raramente’ e cross da su ‘misti’.

Tirate appena possibile – incarica la squadra di cogliere qualsiasi opportunità di tiro ogni volta che si arriva nei pressi della porta – aumenta i tentativi di tiri dalla distanza per tutti i giocatori. Utilizzo: quando si gioca contro una squadra che staziona nella propria area; quando si fatica a segnare; quando si ha bisogno di un gol a tutti i costi.

Cercate di sovrapporvi – indica ai giocatori più indietro di correre al di là dei centrocampisti laterali per offrire più opzioni di passaggio e opportunità di cross – aumenta la mentalità, i cross dal fondo e massimizza i movimenti avanzati per terzini e fluidificanti; possesso palla, diminuzione della mentalità e dei movimenti avanzati e con il pallone per i centrocampisti esterni, centrocampisti offensivi e attaccanti; riduce le giocate sulle fasce delle ali. Utilizzo: quando si utilizzano ottimi terzini offensivi e si ha bisogno di più profondità sulle fasce; quando c’è bisogno di più opzioni di passaggio nell’ultimo terzo di campo; quando si gioca contro una squadra debole o poco brava sulle fasce.

Portate il pallone in area – incarica la squadra nella trequarti avversaria di passare direttamente al giocatore, piuttosto che davanti a lui, così da permettergli di venire incontro alla palla – riduce i tiri da lontano ed i cross. Utilizzo: quando si fatica a tenere il possesso palla o una buona percentuale di passaggi completati; quando la squadra ha molta meno accelerazione e velocità rispetto agli avversari.

<Tipi di cross>

Cross spioventi – cross dalla trequarti

Cross tesi – cross tesi dal fondo

Cross bassi – cross bassi

Cross misti – a seconda della situazione sarà il giocatore a decidere che tipo di cross fare

—– > Dribbling < —–

<Affrontate la difesa palla al piede> – indica ai giocatori di affrontare gli avversari palla al piede – istruzione agli attaccanti, centrocampisti d’attacco ed ali di correre con la palla ”spesso’ – riduce i tentativi di tiri dalla distanza. Utilizzo: quando si tira troppo spesso dalla distanza; quando si fanno molti tiri ma si hanno poche occasioni nitide; quando si gioca con una squadra che ha pochi tiratori bravi dalla distanza.

<Dribbla di meno> – I giocatori eviteranno il più possibile il dribbling ed adotteranno un stile di gioco basato sul possesso palla.

—–> Libertà di movimento < —–

Mantenete le posizioni – toglie la libertà di movimento a tutti i giocatori – riguarda i movimenti orizzontali.

Libertà di movimento – si aumenta il raggio d’azione dei giocatori – riguarda i movimenti orizzontali.

Con l’opzione Libertà di movimento potete chiedere ai vostri giocatori di variare la loro posizione in campo, sia per creare superiorità numerica che per smarcarsi od aprire spazi per gli inserimenti da dietro. Al contrario, con l’opzione Mantenete le posizioni si può chiedere ai vostri giocatori di attenersi alle posizioni assegnate, che può renderli più facili da marcare, anche se si ottiene sicuramente una struttura difensiva più solida.