Diego Costa sugli scudi – 4 reti in 3 presenze. Dopo un Mondiale da spettatore non pagante, culminato con l’eliminazione prematura della “sua” Spagna, Diego Costa ritorna sui livelli di Madrid timbrando il cartellino anche in questa giornata, con una doppietta che lancia ulteriormente il Chelsea e permette ai blues di allungare sulle due di Manchester e sull’Arsenal.

La terza vittoria di fila è una sagra del goal per il Chelsea di Mourinho: 6-3 a Liverpool sponda Everton. Il tecnico portoghese di certo non gradirà le tre reti subite, dal momento che da sempre ha preferito la filosofia anti-zemaniana del “vince chi subisce meno”, ma di certo può essere compiaciuto dal potenziale offensivo dei Blues. 11 reti nelle prime tre giornate. Lo United ne ha messe a segno appena 2. L’innesto di Fabregas, che agisce sulla trequarti alle spalle di Diego Costa, ha portato ulteriore tecnica e qualità al reparto avanzato, sicuramente uno dei migliori del panorama europeo.

Le due di Manchester in difficoltà – Ancora a secco di vittorie lo United, che ha presentato Angel Di Maria dal 1′ minuto. Van Gaal, dopo la sconfitta in Coppa di Lega per 0-4 contro il MK Dons, sta cercando di apportare ulteriori migliorie alla rosa, ma la sensazione è che i nuovi abbiano ancora bisogno di tempo per integrarsi con la vecchia guardia e con il calcio inglese. Che sia un’altro anno di transizione per i Red Devils? Sicuramente lo 0-0 di Burnley accontenta solo i padroni di casa, che intascano un buon punto salvezza.

Escono sconfitti invece i campioni in carica del City, battuti per 1-0 all’Etihad per mano di una rete in contropiede solitario di Diouf, molto abile a percorrere 70 metri di campo palla al piede, saltare Kompany e trafiggere Hart sul primo palo. La partita è stata in verità un monologo dei Citizens che però non sono riusciti a trovare il varco giusto, con Dzeko ed Aguero stoppati da un Begovic in grande giornata.

Arsenal, altro pareggio – Non basta la seconda rete del neo-acquisto Sanchez, già a segno nel preliminare di Champions contro il Besiktas (rete decisiva, che ha permesso ai Gunners di qualificarsi ai gironi), per vincere a Leicester. I padroni di casa, vincitori del Championship 2013-2014, si dimostrano avversario ostico e riescono nell’impresa di strappare un punto ai più quotati avversari grazie alla rete di Ulloa.

Il debutto di Mario – Prima apparizione nel Liverpool per Mario Balotelli e perentorio 3-0 per i Reds sul campo del Tottenham. L’attaccante italiano si è mosso bene con i partner d’attacco Sturridge e Sterling, ma ha fallito alcune occasioni da rete. Di Sterling, Gerrard (rigore) e Moreno le reti del 3-0 finale.

Spettacolo a Newcastle – Pirotecnico 3-3 fra Newcastle e Crystal Palace, in un’altalena di emozioni: 0-1 dopo 30 secondi, 1-1, 1-2. 2-2, 3-2 all’88’ e pareggio ospite al 95′ con Zaha. Lo Swansea fa 3 su 3 e per il momento tiene il passo del Chelsea: 3-0 al West Brom, con doppietta di Dyer. Il QPR ottiene 3 punti preziosi battendo 1-0 il Sunderland (Austin). Vittoria in rimonta del Southampton a Londra, contro il West Ham: finisce 1-3 con la prima rete in Premier dell’italiano Pellé. Infine, 2-1 dell’Aston Villa sull’Hull.

CLASSIFICA

Chelsea 9
Swansea 9
Aston Villa 7Man City 6
Liverpool 6
Tottenham 6
Arsenal 5
Southampton 4
Hull 4
Stoke 4
West Ham 3
Stoke 3
Sunderland 2
Man Utd 2
Newcastle 2
Leicester 2
West Brom 2
Everton 2
Crystal Palace 1
Burnley 1