Da amante della tattica Pep Guardiola rappresenta, a mio modesto parere, l’innovatore per eccellenza degli ultimi 10 anni.

Poco prima che uscisse FM17 avevo già emulato, nel precedente numero, la tattica di Guardiola al Manchester City.

Dopo le numerose richieste ho deciso di rimetterci mano, considerando il fatto che la precedente versione poco si adattava al nuovo FM.

EMULAZIONE TATTICA

Guardiola ultimamente sta trovando notevoli difficoltà nel far recepire ai suoi giocatori i dettami necessari alla sua filosofia di gioco e i risultati altalenanti lo dimostrano.

I motivi di questa incertezza sta nella mancanza di giocatori che meglio si sposano come caratteristiche alla sua filosofia.

Il momento negativo è dovuto soprattutto all’assetto difensivo, il quale non ha raggiunto ancora la giusta amalgama. Kolarov schierato come centrale ne è la dimostrazione ad esempio.

Pur con questa dovuta premessa possiamo tracciare le basi di questa emulazione tattica.

istrumanccity_zpsbvb2pi8u

Le istruzioni squadra sono molto simili alla precedente versione, questo a dimostrazione del fatto che la sua filosofia non cambia.

Gli unici aspetti che ho voluto testare maggiormente sono:

  • Ritmo di gioco – Più veloce
  • Difesa – Marcate più stretti
  • Attacco – Libertà di movimento

Queste sono le uniche variazioni che ho apportato a dispetto della tattica di FM16.

In molti forum sia italiani che esteri leggo che per avere un buon possesso palla si debba necessariamente giocare “lenti”.

Io ho cercato di sovvertire questo dettame che ormai sembrava appurato anche dai più esperti tattici di FM.

Guardiola imposta il gioco partendo da dietro in maniera ragionata ma da centrocampo in su la manovra si fa notevolmente più veloce, anche per sorprendere le difese più arroccate.

Giocare con una manovra lenta da si l’opportunità di avere un maggior possesso palla ma limita la fase offensiva e molto spesso far girare pazientemente il pallone rimane fine a se stesso.

possesso_zpsjhzkclua

Questo screen è in riferimento ad un mio save col Newcastle, premettendo che la squadra inglese è nettamente la più forte della Championship, possiamo notare come il possesso è davvero importante.

Questo però è sostenuto da una fase offensiva spregiudicata e atta a dominare il gioco, nonostante i 4 gol inflitti possiamo notare come le “occasioni nitide” siano di buon numero.

Questa tattica promette grazie alle dovute qualità in campo di ottenere sia in casa che fuori un possesso palla costante e ben oltre il 60% come Guardiola insegna.

statman_zpsagirurh4

Questo screen riassuntivo denota quanto precedentemente detto, possesso più fase offensiva notevole!

Marcate più stretti e Libertà di movimento sono da considerarsi necessari per dominare il gioco.

In fase difensiva il “marcate stretti” aiuta il posizionamento e le marcature preventive oltre a facilitare il recupero palla immediato.

In fase offensiva la “libertà di movimento” libera l’assetto e da la possibilità ai giocatori di muoversi e creare spazi per il passaggio.

Concludendo posso asserire che il possesso non è necessariamente legato al ritmo di gioco ma bensì alla struttura e movimento di squadra. Più possibilità di passaggio si ottiene e più la squadra dominerà il gioco.

 

I ruoli

In questa emulazione tattica mi sembra necessario aprire un focus sui ruoli e caratteristiche necessarie per sviluppare al meglio la filosofia di Guardiola in FM17.

  • Il portiere libero deve essere forte fra i pali ma anche con i piedi in modo da poter far ripartire l’azione in maniera precisa.
  • I centrali difensivi di base devono avere buone doti di impostazione oltre che difensive, meglio se veloci.
  • I terzini fluidificanti si differenziano, mentre il destro è più contenitivo il sinistro ama allargare il gioco e sostenere l’attacco.
  • *Centromediano metodista, consiglio mediani che abbiano l’attitudine a giocare anche da centrali difensivi. Questa è una caratteristica molto importante per avere solidità dietro. Deve sapere impostare.
  • Regista arretrato deve dettare il tempo delle giocate oltre che far ripartire l’azione, mente il centrocampista attaccare fungerà da gancio tra centrocampo e attacco. Io solitamente per questo ruolo utilizzo un trequartista centrale.
  • L’attaccante esterno deve essere veloce, con buona inventiva e capacità di saltare l’uomo. Il regista avanzato largo ha le medesime qualità ma con più capacità di passaggio e visione di gioco, David Silva è un esempio da tenere d’occhio come caratteristiche.
  • La punta completa deve essere veloce, saper segnare, dosare il passaggio oltre al dribbling nello stretto. Sconsiglio vivamente di utilizzare per questo ruolo punte forti fisicamente tipo Fulcro del Gioco.

 

*Un ruolo poco utilizzato è il centromediano metodista, spesso si imputa il fatto che lasci troppi buchi dietro.

In questo contesto invece è necessario perchè è l’unico ruolo di FM che permette alla difesa di posizionarsi a tre anche in fase offensiva.

Facendo così i centrali di difesa si allargano coprendo le spalle alle incursioni offensive dei terzini. Centralmente impostano partendo dalla difesa in maniera molto più funzionale rispetto a un difensore centrale. Inoltre questo movimento procura un 3+1 favorendo la possibilità di avere maggiori possibilità di passaggio.

 

Allenamenti

Utilizzo sempre lo stesso metodo, ovvero:

  • 1/2 settimane allenamento esclusivamente fisico, barra tutta a destra.
  • Il resto della preparazione la dedico all’apprendimento tattico, barra tutta a sinistra, focus tattica/tattiche partita.
  • Durante la stagione alterno al bisogno i vari focus tattici mantenendo un impostazione standard, barra centrale, focus bilanciato/gioco squadra.
  • Allenamenti individuali per ruolo d’appartenenza alla tattica.

 

Conclusioni

  • Tattica testata con Manchester City, Newcastle, Ajax.
  • Cercate di far apprendere la tattica in maniera adeguata ai giocatori, ogni tanto concedetegli una settimana di “affiatamento squadra”.
  • Non utilizzo OI’s o meglio mi affido al mio secondo, oppure le imposto manualmente secondo le caratteristiche dell’avversario. In tal caso consiglio l’ingaggio di Kenneth Perez, vero guru tattico.

DOWNLOAD

Grazie al nostro amico Bophonet