Cookie Consent by Free Privacy Policy website Partendo dalle Stelle

Lista tag utenti

Pagina 1 di 5 1 2 3 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 42

Discussione: Partendo dalle Stelle

  1. #1
    Bandiera L'avatar di enigmainsoluto
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Verde Umbria
    Messaggi
    6,028
    Menzionato
    122 Post
    Taggato
    0 Thread

    Squadra preferita
    A Maggica

    Partendo dalle Stelle

    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    In Grecia diversi club di calcio e polisportivi, professionistici e non, portano nomi del tipo AEK, PAOK (entrambi dovuti all'origine dei fondatori, greci che abitavano a Costantinopoli prima della guerra contro l'Impero Ottomano, e da cui in seguito fuggirono rifugiando perlopiù nelle città di Atene o Salonicco), Olympiakos (qui l'origine è più semplice da intuire) seguiti poi dal nome della città dove ha sede la società sportiva. Più famose di altre sono ovviamente l'AEK di Atene, il PAOK di Salonicco, e l'Olympiakos del Pireo.
    Altri club, più battaglieri nell'animo, portano il nome della divinità della guerra del pantheon greco, Ares (da noi conosciuto come Marte), che per una particolarità nella pronuncia greca, si legge Aris; e a Salonicco c'è il club più famoso con questo nome.

    E poi invece ci son le Stelle!

    Sì, perchè c'è un club in Grecia che ha nel suo nome addirittura gli astri del firmamento. Nel Peloponneso, nella città di Tripolis ("le Tre Città") mi chiama l'Asteras, le Stelle delle Tre Città.

    Gioca in uno stadio un po troppo piccolo per le ambizioni di questa città, di questa squadra. Gioca nella Superlega Greca, la seria A ellenica. E compete anche in EURO Cup, partendo dal terzo turno di qualificazione.

    Si trova senza allenatore, mi chiama, ho appena concluso una carriera da professionista, propongo idee di un calcio all'attacco, con ambizioni più grandi dei miei mezzi, un po come per questa squadra; accetto!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Il presidente vuole raggiungere la qualificazione in EURO cup, quindi bisognerà piazzarsi almeno al 5° posto che garantirebbe l'accesso alla EURO Cup. Come minimo. O forse non basta nemmeno quello.

    Sì, perchè in Grecia, la squadra che vince il campionato partecipa direttamente alla Champion's League. La vincitrice della coppa nazionale invece va di sicuro ai gironi di EUR Cup. Dalla seconda alla quinta giocano un mini campionato tra loro, partendo con i punti conquistati fino a quel momento, e la seconda giocherà i preliminari di Champions, mentre le altre finiranno in EURO Cup. Attenzione: non tutte le altre! Sì perchè in EURO Cup, tolta quella che ci va tramite la vittoria in coppa nazionale, di posti a disposizione col ranking attuale ne rimangono soltanto altri due. Pertanto bisognerà piazzarsi come minimo quarti alla fine del girone di spareggio.

    Ci proveremo.

    Questo l'obiettivo di questa stagione, a breve termine.

    Nel lungo termine, se mi fosse consentito di rimanere qua, mi piacerebbe arrivare a competere contro le prime della classe, il Panathinaikos, e la corazzata Olympiakos.

    E aumentare le dimensioni di uno stadio che con 7700 spettatori, è davvero troppo piccolo.

    Ci proveremo.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    pure tu sei partito col dundee o mi sbaglio

    scherzi a parte cercavo una sfida che non partisse dalla serie piedi a banana (cit.), ma che fosse già in grado di fare qualcosa di buono.

    in realtà se guardi i giocatori che ho, è da bassa serie B

    e raggiungere il livello dell'Olympiakos è davvero impresa ardua
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Ma chiamala Europa League, cribbio!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Lo staff che ho a disposizione è a dir poco penoso, pertanto decido di guardarmi attorno per cambiarlo; ma il presidente concede talmente pochi soldi per lo staff che non riesco ad attrarre nessuno. O meglio, nessuno che si avvicini anche solo lontanamente a una competenza quantomeno decente.

    Pertanto mi tengo quel che ho (prendo solo un osservatore abbastanza "potabile")

    Con il mercato giocatori non va molto meglio. Per fare un po di calciomercato son costretto in primis a far rientrare prestiti che avevo già e che non mi convincevano, e in secundis a (s)vendere alcuni dei miei giocatori, anche buoni, ma che avevano contratti troppo alti (sto parlando di 3/400 mila euro l'anno come massimo, son queste le cifre). Mi piacerebbe anche solo svenderli.

    Ma nessuno li vuole, nemmeno a zero. Nemmeno in prestito.

    Sono costretto, per liberare parte del monte ingaggi che è intorno ai 6 milioni e mezzo, a svincolare, a chiedere le rescissioni anticipate e possibilmente consensuali.

    Quasi tutti accettano, e posso fare mercato. Che si sviluppa in due direzioni: gli svincolati e i prestiti, di cui alcuni con diritto di riscatto prefissato (a poco).

    Ne vien fuori una squadra decente. Almeno è quello che mi auguro che sia.

    Gli unici che riesco a vendere sono il difensore rumeno Goian, per 60mila euro, e un portiere di riserva, per 53mila. Il resto sono svincoli, addirittura 6(!), e aggiungendoci diversi prestiti di miei giocatori riesco a rientrare nel budget per la campagna acquisti(/prestiti).

    Che potrete vedere alla presentazione della Rosa.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    "http://media.studentville.it/articoli_media/images/6874536089_532509b3ab.jpg]http://media.studentville.it/articol...532509b3ab.jpg[/url]



    Spoiler:


    se preferisci passo addirittura a Coppa Uefa
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Vetusti
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Rosa
    Portieri

    Avendo svincolato il titolare, ho ottenuto dal Barcellona (la seconda squadra) il prestito (con riscatto fissato a 150mila euro) del giovane portiere Jordi Masip, che ha anche buone prospettive di crescita.

    Come riserva uso il giovane greco Giorgos Georgakopoulos, di mediocri qualità.

    Difensori

    Sulla destra se la contendono due greci: quello che parte leggermente favorito è Giannis Kontoes, che in realtà è in grado di ricoprire anche tutti gli altri ruoli della difesa, mentre l'alternativa è il capitano Savvas Tsabouris.

    Sulla corsia opposta, quella di sinistra, mi aggiudico un grande colpo a parametro zero, il nazionale serbo Ivan Obradovic. La sua riserva dovrebbe essere il ventenne Tasos Papachristos, ma mi da più garanzie spostare Kontoes a sinistra.

    Al centro, ottengo dal Monaco il prestito, con riscatto fissato a 240mila, di Andreas Wolf, una vita passata nelle fila del Norimberga. Al suo fianco il senegalese Khalifa Sankaré, per lui due gettoni nella sua nazionale. All'occorrenza, Christos Lisgaras e una delle giovani promesse del calcio greco, il centrocampista difensivo (ma anche difensore centrale) Dimitris Kourbelis.

    Centrocampisti

    Partendo dal centro, il mediano Guirane N'Daw anche lui nazionale senegalese. Leggermente più avanzato troviamo il centrocampista tuttofare spagnolo Fernando Usero. In Scozia pesco un giovane talento, giocava con contratto amatoriale, di scuola Blackburn, il ventidueenne centrocampista scozzese Tom Cairney, in odore di nazionale maggiore. Vuole un contratto importante e glielo offriamo, anche se ridotto di parecchio rispetto alle sue pretese iniziali. Mi può coprire molti ruoli, sia al centro del campo, che sul lato destro. Completa il pacchetto l'italo-argentino Juan Manuel Munafo.

    A destra offro un contratto annuale all'esperta ala Simon Davies, 33enne ex-nazionale gallese rimasto senza squadra, con possibilità di prolungamento di un altro anno. Si contenderà la maglia con lo spagnolo Ximo Navarro.

    A sinistra il titolarissimo è il trequartista argentino Pablo de Blasis, anche se potrà essere utilizzato anche su altri fronti, e la sua riserva è il suo connazionale Juan Pablo Caffa, anche se di origini italiane.

    Nel ruolo di centrocampista offensivo centrale si contenderanno la maglia il nuovo acquisto a P0, il serbo Stevan Kovacevic e l'italo-argentino Sebastiàn Grazzini.

    Attaccanti

    La punta centrale titolare sarà l'argentino (ultimo di una nutrita colonia) Jeronimo Barrales. Dietro di lui, come seconda scelta, dovranno convincermi lo spagnolo Juanma e il capoverdiano (con sangue francese) Julio Tavares, anche se quest'ultimo pare partire in vantaggio sullo spagnolo.

    Gli extracomunitari sono 4, su 5 permessi dalle regole di Lega.

    Tattica Principale

    Un 4-2-3-1 leggermente asimmetrico, movimenti della squadra Fluidi, mentalità Offensiva, ma alternerò anche con Controllo e Standard, a seconda del momento.

    Portiere (D)

    Esterno Completo (A) - Difensore Centrale (D) - Difensore Centrale (D) - Terzino (S)

    Incontrista (D)______________

    ______________Regista Avanzato (S)

    Ala arretrata (S) - Attaccante di sostegno (A) - Attaccante Esterno (A)

    Fulcro del Gioco (S)



    Un'altra tattica è quella di impostare sempre una difesa a 4, due mediani davanti, un regista a centrocampo, due ali e il fulcro per una tattica difensivista in vista della conservazione del risultato.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    ho ripreso da te il modo di visualizzazione dei giocatori
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Dopo un precampionato in funzione di trovare la forma il prima possibile, affrontiamo subito la Coppa Uefa/Europa League/EURO Cup () incontrando un'anonima squadra armena nel terzo turno di qualificazione: il Dila. La nostra vittoria per 5-0 a casa loro (Barrales, Sankharè, Obradovic, Kovacevic e un'autorete) ci permette di affrontare il ritorno con molti rincalzi, e finisce 1-0 per noi (gol di Grazzini dopo appena sette minuti direttamente su punizione dal limite). Purtroppo però perdiamo l'ala destra Davies per almeno 4 mesi.

    L'esordio in campionato si fa in trasferta, dove incontriamo il Veroia, i media li danno ultimi, ma noi soffriamo fino alla fine dove soltanto al 90° un'autorete del loro difensore ci permette di ottenere tre punti, in ogni caso meritati.

    La partita successiva è di nuovo Europa League, stavolta contro il Trabzonspor, per l'andata dei Playoff. Le chance di passare? Molto poche. Ma in casa ce la sappiamo giocare, anche se con molte ingenuità. Dal 2-0 iniziale ci facciamo raggiungere sul 2-2. La partita continua rocambolescamente terminando addirittura 4-3 per noi (con tripletta di Barrales e gol di De Blasis). Sono contento ma cmq il risultato non mi lascia per niente tranquillo e lo esterno a mezzo stampa.

    Prima del ritorno, affrontiamo il Levadeiakos in casa, squadra che non ci impensierisce (la affronto infatti con diversi rincalzi) e la partita termina 3-1 con gol di Wolf, Tavares e un'autorete del loro portiere da punizione diretta (dopo averla presa gli sfugge dalle mani e passa sotto le gambe infilandosi in rete). Altri tre punti.

    Al ritorno col Trabzonspor schiero la squadra titolare, e la formazione base, anche se la mentalità è leggermente più accorta. Dopo 13 minuti Kovacevic ci porta addirittura in vantaggio, la squadra gioca bene, ma dopo qualche minuto pareggiano e a qualche minuto dall'80° passano addirittura in vantaggio. Il forcing finale non porta risultati apprezzabili e la partita termina 2-1 per loro; usciamo dall'Europa per il computo delle reti in trasferta. In teoria ero già contento così, ma uscire in questo modo fa male. Però ce la siamo giocata. Il presidente avrebbe voluto la qualificazione ai gironi, come obiettivo minimo, ma comunque non mi imputa la sconfitta.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    1. Mi auguro sia l'unico infortunio serio nella squadra

    2. Più il primo che il secondo, anche se Kovacevic cmq sembra non avere dei punti deboli, delle lacune. E' buono a livello globale. Mi piacerebbe valorizzarlo e eventualmente in futuro farci una bella plusvalenza.

    3. Kourbelis lo schiero ogni tanto come riserva in difesa, perchè davanti ha più concorrenza. In ogni caso giocare qualche partita ogni tanto gli farà bene.

    4. Quando avevo segnato anche al ritorno un pò ci avevo creduto di raggiungere i gironi.

    5.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    benvenuto pure a te...anzi a tutti quanti, visto che ancora non l'avevo fatto
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Per descrivere il mese di Settembre devo abbandonare il pantheon greco e cercare in quello latino, per trovare la figura di Giano Bifronte...capiremo meglio in seguito il perchè.

    Partiamo con l'affrontare una nobile storica del calcio greco, quel Panathinaikos capace di aggiudicarsi nella sua storia ben 20 campionati e 17 coppe nazionali. E' però un'ombra della squadra che fu, nonostante in campo nazionale possa ancora dire la sua. Si gioca ad Atene, ma affrontiamo la squadra del trifoglio a testa alta, proponendo il nostro gioco, e difendendoci bene dai loro assalti. La partita si sblocca però solo al 76° quando è il nostro terzino destro Kontoes a raccogliere un suggerimento e insaccare alle spalle del giovane Kapino. Ci difendiamo sul finale e portiamo a casa tre punti fondamentali per il prosieguo del nostro campionato.

    Si riprende a giocare solo dopo due settimane (periodo in cui tengo tutti in allenamento organizzando due amichevoli) e più precisamente giochiamo in casa contro la squadra di Creta, l'OFI. Nonostante i cretesi recriminino ancora un rigore controverso non assegnato dall'arbitro in avvio, la partita è largamente dominata e si mette in mostra il giovane talento serbo Kovacevic, prima cercando e trovando il taglio di De Blasis con un lancio filtrante che sega in due la difesa cretese, per un gol facile in un'azione difficile. E poi sul fallo commesso ai danni di Navarro (che devo sostituire), sul lato destro, lui, che è mancino naturale, la insacca direttamente nel sette del palo opposto a lui: 2-0. Brutta tegola a fine partita il referto medico: 4 mesi anche per l'altra ala destra, Xavi Navarro. Ora mi toccherà adattare Cairney sulla destra.

    La domenica successiva si va a Salonicco, ad affrontare il PAOK. Di loro mi preoccupano il capitano Salpingidis, veterano della nazionale ellenica (che però non parte titolare), il difensore argentino Insaurralde, il loro mediano nazionale olandese Maduro, ex Valencia e scuola Ajax, la punta Athanasiadis (5 gettoni nella nazionale greca) e il giovane talento greco Ninis, già 23 presenze nella nazionale maggiore, in prestito dal Parma. Insomma, una squadra di tutto rispetto che sulla carta ci è superiore. Eppure
    giochiamo subito noi, e al 23° De Blasis vuole restituire il favore di domenica scorsa a Kovacevic, perchè sugli sviluppi di un calcio di punizione, riceve basso in area e filtra per il serbo che si trova davanti al portiere e ci porta in vantaggio. Un quarto d'ora dopo, dagli sviluppi di un corner, è sempre De Blasis che viene fermato al momento del tiro e steso in area di rigore: l'arbitro non ha dubbi, è rigore (in seguito contestato dagli avversari). Barrales non sbaglia e ci portiamo sul doppio vantaggio. Cerco di controllare il match ora, ma all'inizio del secondo tempo il capitano Salpingidis, entrato al posto di uno spento Ninis, spariglia le carte in breve tempo perchè dagli sviluppi di un calcio d'angolo a nostro favore la palla schizza via dalla loro area velocissima e l'attaccante greco si impossessa del pallone, supera in velocità il nostro difensore e a tu per tu con Masip non sbaglia e accorcia. Ancora Salpingidis, dopo pochi minuti, approfitta di una giornata orribile del nostro centrale senegalese Sakharè e in area serve un comodo assist per Athanasiadis che riesce a pareggiare. Come buttare via un doppio vantaggio. Mi rimetto ad attaccare a testa bassa, e non lascio loro nemmeno il tempo di festeggiare perchè due minuti dopo, sempre dall'ennesimo calcio d'angolo, è l'altro senegalese, il mediano N'Daw a risolvere il match con una incornata che non lascia scampo al loro portiere. Di lì in poi finalmente riesco a condurre in porto la partita che termina quindi sul risultato di 2-3. Altri 3 punti importantissimi! E cmq dai calci piazzati son venute tutte le nostre reti, segno inequivocabile del buon lavoro svolto.

    Appena 4 giorni, e incontriamo il Niki Volou per l'andata del 2° turno di Coppa di Grecia. Si gioca a Vòlos, la loro squadra partecipa alla seconda divisione. Decido di fare largo uso del turn over, poichè soltanto tre giorni dopo mi aspetta di nuovo il campionato. Nonostante il loro impegno la partita la conduciamo noi e dopo soli 4 minuti è Grazzini a portarci in vantaggio. Vantaggio bissato dopo un'ora da Julio Tavares. Accorciano le distanze solo al 92°, dopo un forcing forsennato: 1-2. Ma la tegola è brutta, perchè Cairney, sulla destra si fa male in partita prendendo una botta; lo cambio ma alla fine il referto dice due settimane di stop. Ora è una vera tragedia. Devo spostare De Blasis sulla destra, riducendone la pericolosità, e inserire Caffa sulla sinistra. Fin qui non sarebbe così male, il problema però ora è che sulla destra ho solo un terzino che posso adattare (il capitano Tsabouris) nel caso debba sostituire De Blasis, mentre per la sinistra non ho nessuno oltre allo stesso De Blasis...insomma: è un problema grosso. Speriamo che Cairney rientri almeno per la sfida contro l'Olympiakos.

    L'ultima domenica di Settembre ci vede in casa affrontare l'Apollon, il più antico club greco, con sede ad Atene. Si trovano ultimi in classifica, ma in partita non lo fanno notare, complice anche una giornata svogliata dei miei, e degli adattamenti che ho dovuto fare lì davanti. La strigliata negli spogliatoi serve a far trovare loro la voglia di segnare almeno un gol, autore la punta Barrales, e concludere imbattuti il mese di Settembre e farci guadagnare addirittura la vetta della classifica, davanti all'Olympiakos.[hr]


    CLASSIFICA dopo 6 giornate

    SQUADRA PUNTI
    1. Asteras Tripolis 18
    2. Olympiakos 16
    3. Aris 13
    4. Panathinaikos 12
    5. Panionios 10
    6. Panaitolikos 9
    7. Atromitos 8
    8. Platanias 8
    9. Giannina 8
    10. AELK 7
    11. OFI 6
    12. PAOK 6
    13. Veroia 5
    14. Panthrakikos 5
    15. Xanthi 4
    16. Ergotelis 4
    17. Levadeiakos 4
    18. Apollon 2
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    I primi giorni di Ottobre in Grecia, soprattutto nel Peloponneso, sono caldi, amabili, pieni di sole.

    E' così infatti che, a fronte di 15 gradi e un tempo burrascoso (!) a Tripolis, il 6 c.m. affrontiamo lo Xanthi (non invidio gli oltre 2000 spettatori presenti). La partita si dipana tutta all'inizio della ripresa, e in quattro minuti De Blasis prima e Barrales poi segnano irrimediabilmente la gara. Loro perdono la testa e due minuti dopo rimangono in dieci per rosso diretto. Controlliamo il match e solo nel penultimo minuto loro accorciano sul 2-1.

    Due settimane dopo andiamo al Pireo, dove facciamo visita all'Olympiakos per una delle partite più importanti della stagione. Recuperiamo Cairney, che piazzo subito sulla destra, rimettendo così De Blasis nel suo ruolo naturale, a sinistra dell'attacco; voglio giocarmela, senza esagerare, ma voglio giocarmela. Tutt'al più non potrò ramamricarmi di non averci almeno tentato. La loro formazione è nettamente migliore della nostra, ma giocando col 4-2-3-1 lì davanti schierano il paraguiano Nelson Valdez (ex Werder, Dortmund, Valencia, ecc.) e tengono in panchina il talentuoso e famosissimo attaccante trentunenne Javier Saviola (ex Barça tra le altre, oltre a River, Real e Benfica, ma chi non lo conosce?!).

    E' metà ottobre ma sembra già pieno inverno. Tempo ancora burrascoso, e colonnina del mercurio ferma addirittura a 5 gradi (!!!).

    Teniamo bene il campo, e verso lo scadere del primo tempo passiamo in vantaggio. Su rigore. E' Barriales a siglarlo. Andiamo a berci un thè (molto) caldo. Nella ripresa a loro bastano dieci minuti e Nelson Valdez (stavolta affiancato da Saviola, entrato in campo) riporta le cose in parità. La partita è molto equilibrata e tirata (non pensavo di giocarmela praticamente alla pari) senonchè dopo un'ora di gioco una bella notizia: Saviola si infortuna e abbandona il campo! Sento che possiamo sbancare, pertanto non mollo un centimetro, e veniamo premiati: all'86° è Caffa, subentrato a Cairney, a timbrare l'1-2 definitivo. Ci chiudiamo (stavolta sì) a riccio e non succede più nulla. Grandissima prova in casa dei più forti (almeno sulla carta) e allungo in classifica!

    La settimana seguente, in casa contro l'Atromitos, partita non facile, ma gestita sapientemente, per un 2-0 che non ammette discussioni (Kontoes, Tavares). Clima decisamente più in linea con la stagione.

    L'ultimo giorno di Ottobre incontriamo ancora il Niki Volou, per il ritorno di Coppa di Grecia, stavolta a casa nostra. Le seconde linee li strapazzano. Anche qui 2-0, anche qui Tavares (e il giovane Kourbelis, al suo primo gol).

    Mese strepitoso! In campionato, 9 vittorie su 9, una partenza razzo (sperando che non finisca a cazzo!)

    L'unico problema è che stiamo perdendo parecchi soldi. In cassa stiamo sotto, oltre un milione e seicentomila, per un -2 mln stagionali di bilancio.

    [hr]


    CLASSIFICA dopo 9 giornate

    SQUADRA PUNTI
    1. Asteras Tripolis 27
    2. Olympiakos 22
    3. Panathinaikos 17
    4. Platanias 14
    5. Aris 14
    6. Panionios 13
    7. PAOK 13
    8. Veroia 12
    9. Giannina 11
    10. AELK 11
    11. Panthrakikos 11
    12. Atromitos 10
    13. Panaitolikos 10
    14. Ergotelis 9
    15. OFI 9
    16. Levadeiakos 8
    17. Xanthi 7
    18. Apollon 4
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Avvio stupendo e sorprendente, bene così... Complimenti, oltre che per l'avvio, per la vittoria contro l'Olympiakos!
    Mettiamo più punti possibile in saccoccia prima che qualche periodo di magra ci stronchi... Forza!!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Se i primi mesi son stati fantastici, Novembre è mese davvero buio. Non so se ce la siamo "tirata addosso", ma la sfiga ha colpito in modo violento.

    Eppure la partita contro il Panaitolikos era partita benissimo, con un gol di De Blasis dopo appena 5 minuti! Ma dieci minuti più tardi, da punizione, arriva prima uno di loro e pareggiano. Ci proviamo in tutte le maniere, tiriamo parecchio, ma loro si fanno vedere un'altra volta soltanto, due minuti dopo la ripresa...e vanno in vantaggio. E nonostante i nostri sforzi finisce 1-2. Incazzatura, grande sfiga! Perdiamo l'imbattibilità stagionale.

    Se la prima di Novembre l'abbiamo persa per una questione di sfortuna, confermata anche dalla stampa, contro l'AELK, tre giorni dopo, è proprio una caduta sul piano del gioco, del possesso palla e della sterilità offensiva. Nonostante Tavares (preferito a Barriales, davanti) ci porti in vantaggio dopo appena nove minuti (ma macchiandosi di un rigore fallito appena un minuto prima), loro rispondono alla grande, con un Leozinho scatenato che al 15° firma il pari e al 36° addirittura l'assist per il 2-1. Dopo un'ora di gioco rimangono addirittura in dieci. Non riuscire nemmeno a pareggiare con queste condizioni è motivo di grande disappunto. Di sicuro ciò che penso non lo risparmio mica alla squadra! Nota a margine: il nostro mediano titolare, N'Daw si infortuna per 4 mesi!!!

    Convoco la squadra per un discorso, durante la settimana, e faccio presente che c'è da migliorare nettamente, soprattutto a livello di concentrazione. Reagiscono bene tutti.

    Altri 4 giorni ed andiamo a trovare l'Ergotelis, una delle peggiori squadre della Lega. Ma nonostante il dominio sul possesso palla, ci presentiamo davanti al loro portiere una unica volta....e per fortuna che Kovacevic la butta dentro. Ma non basta a evitare il loro pareggio dopo oltre un'ora di gioco. 1-1 e terza partita consecutiva senza vincere. Almeno non abbiamo perso però. E casomai non mi fossi spiegato bene alla squadra mi incazzo come una iena ancora una volta. Nota a merito: Davies ritorna in campo, ma basta che lo tocchino e lui si infortuna (stavolta solo qualche giorno). Mi son stancato già di lui, voglio disfarmene. Anche perchè manca ancora una partita soltanto e avrà il rinnovo automatico di un altro anno. A 34 anni. Faccio presente al mio DS: vendere o licenziare! 100mila euro al giocatore e tanti saluti. Farò a meno fino a Gennaio, mi muovo per sondare il mercato degli svincolati intanto.

    Passano due settimane e ospitiamo una delle nobili del calcio greco (anche se ora stanno in grosse difficoltà): l'Aris di Salonicco. La partita è nettamente in mano nostra, Kovacevic va quasi subito in gol, e poi tra gol mangiati, pali, salvataggi sulla linea del loro portiere, contiamo almeno tre o quattro gol che mancano all'attivo. Giustamente al 60° loro "benpensano" di farci gol sull'unica azione in contropiede (nata da un corner a nostro favore) che riescono a fare. Non ci sto. Ovviamente. Tutti a calci in culo lì davanti. TUTTI!
    82°: Kovacevic, punizione dalla sinistra, nel sette! GOL!
    89°: Kovacevic, rigore netto che si prende la responsabilità di tirare lui! GOL
    3-1 e finisce la partita tra Kovacevic e Aris.

    Dopo sette giorni andiamo a far visita al Platanias. Terza partita di fila che terminiamo con il 57% di possesso palla, e dominio sui tiri in porta, altro pareggio. E stavolta siamo noi ad inseguire...stavolta è Grazzini, che cambio per un Kovacevic spento, a tirare, para, rimpalla, ritira, gol! 1-1

    Classifica che nonostante questo mese di m... ci vede ancora al primo posto, con la grossa possibilità di perderlo (l'Olympiakos sta sotto di noi di 4 punti, ma ha ben 3(!) partite in meno di noi). Ad ogni modo sotto il secondo posto non possiamo (ancora ) scendere. Classifica però che vede una forte discrepanza di numero di partite giocate tra le varie squadre, pertanto eviterò di illustrare la classifica al momento.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto




    Citazione Scritto da enigmainsoluto




    Un mito delle storie su "FMIta" nonchè "compagno" di fede calcistica è sempre il benvenuto!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Se Novembre è stato pessimo, Dicembre è stato una tragedia (greca, qui sì è il caso di dirlo)!

    Iniziamo bene, con l'andata del 3° turno di Coppa di Grecia contro il Panthrakikos (in trasferta), e la doppietta di Tavares ci riporta in vantaggio dopo il loro pareggio all'iniziale gol di Cairney: 3-1 e passaggio ai Quarti di Finale ipotecato (la dirigenza vorrebbe almeno le Semifinali, ci proveremo!).

    Le belle notizie del mese finiscono qua.

    In casa contro il Panionios, due gol da cineteca che ci infilano nonostante il nostro possesso palla (indovinate quanto? bravi, proprio così: 57%), e il gol di Tavares poco dopo l'80° non cambia la sostanza: 1-2.

    La settimana dopo rincontriamo il Panthrakikos, ancora una volta a casa loro, stavolta è campionato però. Squadra modesta ma di carattere vendicativo. Ci ritornano esattamente pan per focaccia. Al nostro gol iniziale di Kovacevic rispondono con tre reti e fissano il punteggio sul 3-1. A noi annullano due gol per fuorigioco alquanto dubbi ed espellono Sakharè per doppia ammonizione. Al termine della partita, multa e proteste del giocatore. Andiamo ai ferri corti. A Gennaio proveremo a cederlo.
    Ah, dimenticavo, almeno stavolta il possesso è del 59%!

    Decido di adottare un modulo leggermente diverso; questo:

    Portiere(D)

    Terzino dx(Aut) DC(D) DC(D) Terzino sx(Aut)

    Mediano(D)

    Ala(S)___________Regista Av.(S)________

    _______Attacc. Sost.(A)_______Attacc. Est.(A)

    Fulcro d. G.(A/S)


    Non che cambi moltissimo rispetto a prima. Però sto approntando anche un 4-3-2-1 detto anche Albero di Natale. Organizzo un'amichevole infrasettimanale con l'U20, sia per testare il modulo, che per ridare un pò di fiducia, dal momento che il morale non è alto.

    Giochiamo in casa contro il Giannina ma son loro a fare la partita. Fortuna che pareggiamo verso la fine, altrimenti era un'altra sconfitta. 1-1 ma così non va.
    In classifica, oltre all'Olimpiakos, Campione d'Inverno, ci passa anche il Panathinaikos, e rischiamo che ci scavalchi anche il PAOK, sotto di noi, ma a cui manca un match da giocare.

    Per fortuna mancano tre giorni a Natale, e si riprende a giocare la vigilia d'Epifania. Mai pausa fu più propizia. Sotto l'albero aspetto già due giocatori in grado (spero) di fare la differenza. Saranno un'ala destra e un trequartista in grado però di spaziare su tutto il fronte offensivo. E poi faremo ancora mercato, sperando di piazzare gli inutili. Sto cercando anche un difensore centrale.

    [hr]


    CLASSIFICA dopo 17 giornate

    SQUADRA PUNTI
    1. Olympiakos 38*
    2. Panathinaikos 35
    3. Asteras Tripolis 33
    4. PAOK 32*
    5. Atromitos 27
    6. Platanias 25*
    7. Veroia 24
    8. Panaitolikos 23
    9. Panthrakikos 22
    10. OFI 20
    11. Apollon 19
    12. Giannina 19
    13. Xanthi 18
    14. Panionios 18
    15. Aris 17
    16. Ergotelis 17
    17. AELK 15*
    18. Levadeiakos 14

    *=una partita in meno.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    attè ti leggo apprescindere

    Ultima modifica di Ciroxs; 04-10-2014 alle 09:53

  2. #2
    Bandiera L'avatar di enigmainsoluto
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Verde Umbria
    Messaggi
    6,028
    Menzionato
    122 Post
    Taggato
    0 Thread

    Squadra preferita
    A Maggica
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Inizia il nuovo anno, inizia anche il mercato di "riparazione". La presidenza però, decide di "regalarci" una patata bollente! Con un deficit sempre più alto a bilancio (e con l'arrivo dei "nuovi"), ci toglie un sacco di soldi dal monte ingaggi e ci ritroviamo che sforiamo tantissimo. Anche con la vendita di Sakharè (rendimento altalenante, carattere stronzo, aggressivo in campo e fuori) da cui incameriamo ben 250mila euro dall'Al-Jazera (UAE), e ne risparmiamo 300 mila di ingaggio. Restiamo comunque sopra di 1,6 milioni di euro. In cassa siamo sotto di 3,25 mln per un passivo stagionale di 3.65 circa.

    Oltrettutto non posso adoperarmi per:

    • Rinnovare i contratti in scadenza
    • Cercare sul mercato un difensore centrale e un'ala sinistra a parametro zero o in prestito
    • Cercare di offrire contratti per giocatori-obiettivo che fra sei mesi si ritroveranno svincolati



    Per quanto riguarda il punto due in realtà troviamo due giovani a prestito che hanno ingaggi risibili pertanto riusciamo a portarli in squadra...certo, sono quel che sono!

    Sono preoccupato più per il prossimo anno che per questa metà di stagione, ma a sto punto delle finanze me ne fotto e vado avanti coi mezzi che ho...al prossimo anno ci penserò alla fine. Se rimarrò ancora a Tripolis.

    Ma veniamo al mercato! Arrivano a parametro zero due elementi importantissimi per la squadra.

    Cominciamo dall'ala destra, è inglese, è cresciuto nelle giovanili dell'Arsenal, una vita spesa in Premier soprattutto tra Blackburn e Tottenham, vanta anche 7 presenze in Nazionale maggiore, ha 29 anni, e si chiama David Bentley; si alternerà con Cairney. Ma il vero colpaccio viene dalla Spagna, anche lui classe '84, centrocampista offensivo ma che sa adattarsi in ogni angolo del centrocampo, arriva dal Betis: Salva Sevilla. In prestito prima della fine del mercato arriveranno anche un difensore centrale brasiliano dallo Sport Recife, Yuri Branco e un'ala sinistra, Timotej Petek giovane promessa dell'Aluminji Kidricevo, seconda divisione slovena. Servirà a far rifiatare De Blasis. Sì perchè in teoria doveva esserci Caffa in quel ruolo, ma siccome siamo fortunatissimi, si è infortunato per diversi mesi. Va a riempire la già piena infermeria.

    Veniamo alle belle notizie, il calcio giocato.

    Ma prima, il modulo che ho adottato, l'albero di natale (tanto per stare in tema).

    Portiere(D)

    TerzinoDx(Aut) DSF(Cop) DSF(Cop) TerzinoSx(Aut)



    AlaDx(A)________RegistaArr(D)________AlaSx(A)

    RegistaAv(S)_____Trequartista(A)

    FulcroDG(S)


    Una mentalità propositiva, atta a controllare la partita, fluidità dei movimenti di tutta la squadra, ritmo veloce, massimo uno o due tocchi, col fulcro davanti pronto a innescare i centrocampisti, attirandosi la marcatura dei difensori centrali avversari, oppure col gioco sulle fasce, dove le ali sono pronte a crossare verso la punta o talvolta a entrare in area laddove ce ne fosse la possibilità. Per questo doppio modo di attaccare, doppio regista.
    In caso di dover recuperare uno svantaggio, avanzo le ali dalla linea di centrocampo alla trequarti, il regista avanzato lo imposto con compiti più da rifinitore, e il regista arretrato lo faccio partecipare maggiormente alla fase offensiva, mentre i terzini si sovrappongono non appena ce n'è l'opportunità.
    In caso di dover difendere un risultato acquisito, blocco i terzini in difesa, arretro ulteriormente il regista basso, sulla mediana, dove viene a fare praticamente il mediano frangiflutti, e il regista avanzato si sposta indietro anche lui, sulla linea di centrocampo. Le ali stanno a supporto della manovra, e praticamente gli unici che attaccano sono il trequartista e la punta.

    Il calcio giocato dicevamo...

    ...iniziamo l'anno alla viglia dell'Epifania, incontriamo il Veroia in casa. Un rigore realizzato da Barrales ci porta in vantaggio dopo una manciata appena di minuti, e la partita si fa in discesa. Ma loro sono bravi a reagire, e in parte anche perchè sto ancora apportando modifiche al nuovo modulo, che dev'essere digerito, oltre che perfezionato. Morale: davanti arrivano sprazzi di calcio "bailado" e dietro invece si balla davvero! Pareggiano al 28°, ma nemmeno dieci minuti dopo torniamo in vantaggio, con gol all'esordio di Sevilla (un missile da fuori calciato al volo). Spero di restare avanti fino all'intervallo, ma un paio di minuti prima riescono ancora a raggiungerci. Sprono i miei, cerco di far capire che possiamo "mangiarceli". Apporto qualche modifica e parte il secondo tempo, dove non succede molto almeno fino al 76°, minuto in cui stavolta è Bentley a bagnare il suo esordio con gol, gol che varrà il risultato (3-2) e i tre punti. E' però al 93° che Caffa si infortuna gravemente.

    La partita successiva ci vede affrontare il Levadeiakos in trasferta. Dietro ancora c'è da registrare i movimenti difensivi ma davanti è calcio spettacolo. Barrales e una doppietta del trequartista Kovacevic (sempre più idolo della tifoseria) compensano ampiamente i due gol presi dall'avversario, uno dei quali ormai alla fine della partita, in cui difendevamo il risultato. Anche qui 2-3, anche qui 3 punti. Bene.

    Dopo il 3-0 dell'andata, il ritorno contro il Panthrakikos in Coppa di Grecia è formalità. Inserisco qualche seconda linea, e nonostante ciò, in casa nostra, otteniamo un 2-1, che ci qualifica ai Quarti di Finale. Incontreremo l'Ergotelis, buon sorteggio.

    Torniamo in casa anche in campionato, la partita è di quelle che valgono la stagione, affrontiamo il Panathinaikos che sta appena dietro di noi. Loro partono fortissimi, e dopo due minuti stanno già avanti. Ci pensa per fortuna Barrales a pareggiare dopo mezzora di gioco. Non subiremo più gol , non ne faremo nemmeno; 1-1 e Panathinaikos ancora dietro.

    Lo scivolone però lo facciamo a Creta, contro l'OFI. Praticamente non giochiamo, ci irridono loro, due gol e non riusciamo a rispondere. Nonostante il forcing finale in cui loro parano l'impossibile e per due volte la palla balla sulla linea. Scivoliamo leggermente anche in classifica.

    Il penultimo giorno del mese affrontiamo l'Ergotelis per i Quarti di Finale di Coppa di Grecia. Schiantiamo l'avversario anche stavolta con un sonoro 3-0 con Sevilla sugli allori, autore di due splendidi assist. Semifinali già in tasca.

    [hr]


    CLASSIFICA dopo 21 giornate

    SQUADRA PUNTI
    1. Olympiakos 47
    2. PAOK 45
    3. Panathinaikos 42
    4. Asteras Tripolis 40
    5. Atromitos 39
    6. Platanias 32*
    7. Panthrakikos 31
    8. Veroia 27
    9. Panionios 27
    10. OFI 26
    11. Giannina 25
    12. Xanthi 25
    13. Panaitolikos 23
    14. Ergotelis 23*
    15. Apollon 19
    16. Levadeiakos 18
    17. ARIS 17
    18. AELK 15

    *= una partita in meno
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    In casa affrontiamo il PAOK a inizio mese, e la differenza di potenziale si sente, eccome se si sente. Sono più forti, non c'è dubbio. Però al loro vantaggio iniziale riusciamo a infilare il pareggio con un gol di Sevilla e Barrales poi completa l'opera portandoci addirittura in vantaggio. Ma sarebbe un furto, e qualche Dio greco non lo permette. Pareggiano quando manca qualche scampolo di partita, proprio quando avevamo alzato le barricate. 2-2, ma loro hanno da recriminare, sicuramente.

    E' con l'Apollon che invece dobbiamo fare il "mea culpa". Nonostante la trasferta, è squadra che abbiamo l'obbligo di battere, ma ciò non avviene. Anzi, sono loro a passare in vantaggio. Non faremo altro che recuperare lo svantaggio (Kovacevic) e nient'altro. Un altro pareggio, stavolta per 1-1.

    Altra tarsferta, stavolta affrontiamo lo Xanthi. Dominiamo la partita, ne infiliamo due nel primo tempo (De Blasis, Barrales), e loro si limitano a farcene uno di rapina all'inizio del secondo tempo. Nulla più, difendiamo il vantaggio fino alla fine: 1-2 e finalmente di nuovo 3 punti.

    Per il ritorno dei Quarti di Finale di Coppa di Grecia contro l'Ergotelis schiero un sacco di seconde linee, strappiamo un pareggio 1-1 e andiamo in Semifinale. Il sorteggio non ci è molto favorevole, troveremo il Panathinaikos. L'altra semifinale vedrà l'Atromitos contro l'Olympiakos Volou, squadra di seconda divisione inaspettatamente a questi livelli.

    Torniamo in campionato, ho i migliori uomini freschi per la partitissima contro l'Olympiakos, giochiamo in casa. Loro si aspettano una formazione con un'unica punta e ballerina in difesa, come abbiamo notato fino ad adesso. Ma inaspettatamente in settimana ho provato un altro modulo. Niente più ali, gli unici esterni saranno i terzini. 4-3-1-2 ora, con Sevilla spostato sulla linea dei centrocampisti (insieme al frangiflutti Usero e all'interno Cairney) a fare il regista avanzato e De Blasis centrocampista offensivo. Davanti Barrales e Tavares, insieme. E improvvisamente a centrocampo non si passa più, il ritmo degli scambi è veloce e mettiamo sotto pure loro, i campionissimi di Grecia. Passiamo già dopo dieci minuti con Tavares. Altri dieci e da un angolo il loro portiere è ingannato dalla traiettoria e devia senza bloccare, Yuri Branco è il più lesto sul primo palo e infila. Nonostante il loro netto predominio di possesso palla, accorceranno solo nel secondo tempo e non riusciranno a pareggiare il conto. Vittoria fondamentale. Quadratura del cerchio.

    Una settimana dopo incontriamo l'Atromitos, squadra in ottima salute e ormai insediatasi nelle prime posizioni, decisa a scalare il più possibile. Ripropongo il 4-3-1-2, e passiamo in vantaggio immediatamente, dopo un minuto, con Barrales che raccoglie il pallone da una scivolata su De Blasis che ne allunga sciaguratamente la traiettoria fino a finire tra i piedi del nostro attaccante solo di fronte al portiere. Ma al 7° loro fanno altrettanto, stessa identica occasione, ma al contrario. Pareggiano. La partita è vivace, ci annullano pure un gol, le occasioni fioccano più per noi che per loro che si limitano ad agire di rimessa. Ma ancora una volta il dio del calcio è beffardo. All'89°, da calcio d'angolo, svettano più in alto di noi e si prendono l'intera posta. Uomo partita Sky, sicuramente il loro portiere, votato dai tifosi. Brutta tegola per la classifica (anche se siamo ancora in grado di lottare almeno per il secondo posto). Ma in ogni caso sono fiducioso, ho un modulo con cui riesco a esprimermi meglio, mai sentitomi a mio agio con le ali.

    Ecco il modulo, sperando che sia quello definitivo ormai, dopo averne provati diversi.

    Portiere(D)

    Est. Compl. Dx(A) DCd(D) DCs(D) Est. Compl. Sx(A)



    ___Regista Av.(A) Incontrista(D) CC(S)___

    Centr.Off.(A)

    _____Punta Av.(A)___Att. di Racc.(S)_____


    [hr]


    CLASSIFICA dopo 26 giornate

    SQUADRA PUNTI
    1. Olympiakos 55
    2. Atromitos 50
    3. PAOK 50
    4. Asteras Tripolis 48
    5. Panathinaikos 47
    6. Platanias 40
    7. Panthrakikos 38
    8. Veroia 37
    9. Xanthi 32
    10. Panionios 32
    11. Giannina 31
    12. OFI 31
    13. Panaitolikos 27
    14. Aris 27
    15. Levadeiakos 26
    16. Ergotelis 26
    17. Apollon 25
    18. AELK 23
    [hr]

    Coppa di Grecia - Semifinali

    Atromitos - Olympiakos Volou
    Asteras Tripolis - Panathinaikos
    [hr]
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    Nì...

    ...stiamo andando tranquillamente ai playoff per i posti in Europa che sono due in Champions (la vincitrice del campionato va direttamente ai gironi e un'altra alle qualificazioni preliminari) e tre in Euro League, ma una di queste è dedicata alla vincitrice della Coppa di Grecia. Diciamo che al momento sarebbe quasi sicura una partecipazione alle Coppe anche perchè delle quattro semifinaliste di coppa tre sono anche in lizza per i primi posti (e l'altra sta in seconda divisione). Ovvio che punto molto sulla Coppa, primo perchè è comunque un trofeo importante, e secondo perchè darebbe comunque accesso alla Euro League direttamente ai Playoff, quindi poi sarebbe più semplice andare ai gironi. Diciamo che però non mi dispiacerebbe anche cercare di puntare ai playoff per vincerli e andare alle qualifiche di Champions con la speranza poi di partecipare ai gironi. Certo è che vista la pesante situazione debitoria non so nemmeno se rientrerò nel fair play finanziario, pertanto non v'è certezza di partecipare alle coppe. E non v'è nemmeno certezza che io rimanga qua

    T'ho risposto?
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Il mese decisivo. Quello che ci dirà tutto, o quasi. In realtà quello realmente decisivo sarà il prossimo, Aprile, ma qua si delineeranno molte cose.

    Intanto cominciamo con la nuova "nidiata". Tanti ragazzini nuovi, 15/16enni, alcuni dei quali davvero promettenti, per i parametri del calcio greco. Quando cominceranno a farsi notare ne parleremo, più avanti, se saremo ancora qui a Tripolis.

    Iniziamo il mese affrontando l'ultima in classifica, l'AELK. Giochiamo in casa e l'unico imperativo è : vincere. Ma non vinceremo. Perchè a fronte del dominio pressochè totale, dei nostri 15(6) tiri effettuati contro 2(0) da parte loro, il punteggio non si sbloccherà mai: 0-0. Che grida vendetta, dal momento che Atromitos e PAOK avevano perso, e il Panathinaikos pareggiato. Che spreco.

    La vendetta ce la chiedono i tifosi la giornata successiva, perchè andiamo ad affrontare il Panaitolikos a casa loro. Quelli che interruppero la nostra serie strabiliante di vittorie consecutive, a Novembre, battendoci in casa nostra. Ma non partiamo propriamente col piglio di chi cerca vendetta, perchè al 6° minuto una nostra disattenzione concede a loro di passare subito in vantaggio. Evabbeh, me la devo giocare fin da subito con una mentalità offensiva, ok, faremo proprio così. Ma al 22° dopo un nostro assedio a loro capita la seconda occasione. E la sfruttano ancora, portandosi sul 2-0. Cioè, la mia squadra cosrtuisce occasioni, gioca di prima, GIOCA BENE, perchè non posso negare che stia giocando bene, ma su due disattenzioni, due gol per loro. Sono però nonostante tutto ancora fiducioso. Nemmeno due minuti e Barrales accorcia...giusto! Attenzione al peccato di ὕβϱις (hybris), che poi vien pagato. Al 38°, un atterramento in area, fischio, calcio di rigore. Per noi. Tira Tavares, non sbagliare, non sbagliare, non sbagliare, non sbaglia!!! Parità!!! Cazzo!!! Qualche minuto prima dell'intervallo è ancora Barrales suggerito dal compagno di reparto, che la infila in anticipo sulla difesa e sul portiere, e ci porta a metà partita con l'impresa compiuta di aver rimontato un doppio svantaggio ed essere passati in vantaggio. Bravi, continuate a martellarli come fabbri! Questi li sfondiamo! Torniamo in campo, dominiamo ancora noi, ma è passato il sacro fuoco agonistico. Ad ogni modo loro si salvano dal quarto gol in numerose occasioni. Ma dopo un'ora abbondante di gioco, è un nostro svarione, ancora una disattenzione, la palla invece che al nostro centrocampista, arriva sui piedi del loro attaccante, con la nostra difesa impreparata e fuori posizione, è un classico. E' un classico anche il tiro liftato a scavalcare il portiere e infilarsi in porta alle sue spalle? Forse, magari sì per Messi o Ronaldo ma meno per Henri Camara...ma tant'è...pareggiano. E nonostante la nostra pressione fino alla fine, il risultato rimarrà 3-3.
    Altri punti sprecati, sempre la solita storia. Eppure abbiamo giocato, lo dimostrano i nostri 24(12) tiri, contro i loro 5(5)...e 3 gol!!! Un cinismo da Barcellona, quello di Guardiola però!

    Il gioco c'è, alla squadra sotto questo punto non posso chiedere molto altro. Dove dobbiamo migliorare è sulla concentrazione. Non possiamo sbagliare cose semplici e prestare il fianco all'avversario. Perchè lui, al contrario nostro, ne mette dentro due su tre. Noi no.

    Per restare sulle buone notizie, in settimana si fa male Cairney, ne avrà per un bel pò (considerando l'attendibilità del mio fisio, manco dico quanto). Speriamo che N'Daw si riprenda presto dal suo brutto e lungo infortunio perchè cominciamo ad averne bisogno, nonostante lui sia principalmente un mediano...al massimo adatto il modulo, spostandolo un pò più indietro.

    Contro l'Ergotelis, altra squadra materasso, e pertanto l'avversario ideale per noi a farci del male, non sbagliamo però. solo 1-0 ma ci basta per i 3 punti.

    Semifinale di andata di Coppa di Grecia, in casa, contro il Panathinaikos. Loro fanno più possesso, noi creiamo più occasioni. Nient'altro da poter dire. Uno scialbo pareggio 0-0 ma positivo quantomeno perchè non prendiamo gol in casa nostra. Ci basterà non perdere e segnarne almeno uno.

    Dopo 4 giorni inizia un filotto: 6 giorni, 3 partite di campionato. Speriamo bene.

    Contro l'Aris, a Salonicco, succede che loro non si fanno vedere dalle nostre parti. Noi poco dalle loro. Anche qui uno scialbo 0-0. Ma quanti punti abbiamo perso contro squadre alla nostra portata ormai? E contando che gli altri sono ancora tutti lì, oltre a farci tirare un sospiro di sollievo, però fa una gran rabbia. Con poco di più avremmo potuto lottare per qualcosa di molto importante.

    Col Platanias, a casa nostra, in 25 minuti soltanto, veniamo raggiunti per ben due volte (2° noi, 3° loro, 8° noi, 25° loro). Voi capite come il Pantheon greco possa essere stato menzionato tutto più e più volte coniando epiteti che nemmeno potete immaginarvi. E forse questo basta, perchè il loro unico marcatore è un ala sinistra in prestito dall'Olympiakos, è veloce e sa dribblare, ma ha una freddezza sotto porta e una capacità di segnare pari a quella di un mediano. Ma questa partita è una favola col lieto fine...e finisce 4-2 per noi. Juanma, attaccante che finalmente dopo tanta panchina (ma anche tribuna) trova il suo spazio e segna all'esordio in campionato. Tavares invece ne fa due e confeziona un assist, man of the match.

    Un'altra doppietta Tavares la realizza contro il Panionios, in trasferta, e basta a portare a casa i tre punti nonostante il loro accorcio dopo più di un'ora, e una partita abbastanza tirata.

    La dirigenza finalmente immette soldi freschi nelle casse, 1 milione, che da solo non basta a coprire il deficit, ma lo rende meno pesante e meno a rischio di sforamento del FPF.

    Mancano 2 giornate alla fine del campionato. All'Olympiakos basta un pareggio per la matematica certezza, anzi no. E' già campione, perchè nonostante i sei punti che li dividono, e nonostante il 3-0 subito dall'Atromitos nella gara d'andata, al ritorno gliene ha fatti 4, pertanto è avanti negli scontri diretti. Anche a parità di punti (che non ci sarà) è comunque campione. Nonostante un campionato non certo esaltante.
    Noi aumentiamo il divario sulla quarta e possiamo giocarcela bene per il secondo posto. L'importante comunque sarà avere più punti possibili in più rispetto alle altre, perchè nel girone dei playoff si portano in dote i punti fin lì conquistati.
    Praticamente impossibile che il Panthrakikos possa inserirsi nel gruppetto dei migliori.
    Il discorso retrocessione invece è guerra aperta!!!
    [hr]


    CLASSIFICA dopo 30 giornate

    SQUADRA PUNTI
    1. Olympiakos 67
    2. Atromitos 61
    3. Asteras Tripolis 60
    4. PAOK 57
    5. Panathinaikos 53
    6. Panthrakikos 47
    7. Veroia 46
    8. Platanias 46
    9. Giannina 41
    10. Xanthi 40
    11. Panionios 38
    12. Aris 36
    13. Levadeiakos 35
    14. OFI 34
    15. Apollon 32
    16. Panaitolikos 32
    17. Ergotelis 32
    18. AELK 31
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Due partite e siamo sotto di un punto soltanto all'Atromitos. Bisogna vincerle entrambe!

    Ma i sogni restano nel cassetto, perchè in casa contro il Panthratikos ci fanno due tiri in porta in tutta la partita e uno, al 9°, lo mettono dentro. Noi non facciamo tanto di più, ma non ci riesce di segnare. Finisce 0-1...sono molto deluso.

    Per recuperare un po di morale, per la squadra, organizzo una amichevole, contro i Leonidas di Sparta. Finisce in goleada e il morale si alza.

    L'ultimo match ci vede in trasferta, contro il Giannina. I primi venti minuti rischiamo forte. Ma alla mezz'ora, casualmente, un lancio lungo il cui intercetto viene ciccato dal loro difensore, mette Juanma davanti al loro portiere, che viene scartato e poi insacca il vantaggio. Di lì in poi è tutta in discesa e colpiamo due volte in contropiede, una volta è una loro autorete, fortunosa,
    dopo che Sevilla ci aveva già portati al raddoppio: 0-3 e termina il campionato. O almeno la prima parte di esso.

    [hr]


    CLASSIFICA dopo 34 giornate

    SQUADRA PUNTI
    1. Olympiakos 68 C
    2. Atromitos 67 (3)
    3. Asteras Tripolis 63 (2)
    4. PAOK 60 (1)
    5. Panathinaikos 53 (0)
    6. Panthrakikos 53
    7. Veroia 49
    8. Platanias 46
    9. Xanthi 43
    10. Giannina 42
    11. Panionios 39
    12. Aris 39
    13. Levadeiakos 38
    14. OFI 37
    15. Panaitolikos 36
    16. Ergotelis 36 R
    17. Apollon 36 R
    18. AELK 34 R

    Tra parentesi, per le squadre classificatesi dalla 2° alla 5°, ho inserito i punti con cui inizieranno ciascuna il Girone di qualificazione alle Coppe Europee.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Andiamo ad Atene a giocarci la Semifinale di Ritorno della Coppa di Grecia, contro il Panathinaikos. L'andata è finista 0-0 pertanto quel che conta sono solo due cose:
    • non perdere
    • segnare almeno un gol



    Pertanto opto per una mentalità aggressiva e offensiva. Non paga molto, almeno all'inizio. La partita è tirata, le occasioni poche, come ogni partita giocata contro i "trifogli". Ma al 60° Petric li porta in vantaggio.
    Gelo.
    Mi sto per giocare il tutto per tutto, quando, all'80°, una papera tra di loro, il difensore, pressato dal mio attaccante la passa indietro, il portiere non capisce, scivolano, la palla entra in rete.
    Spicco in alto, neanche mi chiamassi Fosbury, fermi tutti ragazzi. Dietro e contropiede. Avete capito?
    Si, hanno capito, perchè 3 minuti dopo è Tavares a segnare il 2-1 e a quel punto è festa, capisco che sull'1-2 siamo in finale.

    Nel frattempo l'Atromitos, nell'altra semifinale, dopo che aveva perso l'andata a casa propria per 0-1 contro l'Olympiakos Volou, squadra di seconda divisione, riesce a vincere fuori casa per 1-2, ribaltando il risultato e qualificandosi per i gol in trasferta. Peccato, un po ci speravo nell'OV.

    Ce la giocheremo su due fronti contro l'Atromitos, e una di queste è la Finale di Coppa di Grecia.
    Si gioca all'OAKA Spyros Louis di Atene e 17500 spettatori seguono la partita. Intendo attaccarli da subito.
    Pronti, via, 3° minuto, De Blasis, GOL! 1-0!!! Cazzo, che partenza.
    Ok, ora potete tranquillamente aspettare l'avversario e far ripartire il contropiede in velocità.
    Non succederà più nulla di rilevante, e all'intervallo dico loro di non rilassarsi. Attenzione!
    Ancora niente, fino al 75°, quando la stanchezza arriva per entrambi...e loro non riescono più a pressare e marcare bene. E Kourbelis, da calcio d'angolo, riesce a insaccare. 2-0!
    E dieci minuti dopo è ancora De Blasis a segnare la sua doppietta personale: 3-0.
    E al 90° tocca a Tavares, per un 4-0 che li umilia e il trionfo è ancora più dolce...

    La COPPA DI GRECIA è nostra, è il mio primo trofeo, è lo è anche per la società!!! Tripudio a Tripolis!!!

    Entrano 600 mila euro per la vittoria in coppa, di cui quasi 100 se li divide la squadra (e avevo pure impostato un premio basso per la coppa)

    Ma ora dobbiamo pensare al campionato, abbiamo ancora 6 gare, 3 squadre da affrontare, e la prossima è proprio l'Atromitos!!!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    Secondi per un punto, poi

    comunque l'obiettivo ora è di farli finire secondi pure nel mini girone di qualificazione alle coppe
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Riprendiamo da dove avevamo lasciato, incontriamo l'Atromitos, ancora una volta, stavolta a casa loro. Il match è tirato, addirittura sono loro ad avere il possesso di palla, possiamo di nuovo dire ancora una volta, è un autorete a nostro favore che svolta il match. Match che si chiude sullo 0-1 e ci da i primi tre punti, che sommati ai 2 di base andiamo a 5, in cima al gironcino.

    La seconda partita ci vede di fronte al Panathinaikos, in casa. Al 17° Barrales ci porta in vantaggio e 10 minuti più tardi Tavares sbaglia un calcio di rigore che poteva darci la tranquillità. In ogni caso, partita in naftalina e portiamo a casa un altro 1-0 e altri tre punti. L'Atromitos pareggia 2-2 col PAOK e mettiamo il turbo. Noi a 8 punti, Atromitos a 4, PAOK a 3, Panathinaikos chiude a 1 punto.

    Per completare l'andata del girone dobbiamo affrontare il PAOK a casa loro. Io lo ricordo come una squadra davvero difficile, in grado di farci male. Oltretutto, causa squalifiche e acciacchi, scendo con molte seconde linee. La vedo dura.
    Al 6° minuto ci assegnano un calcio di rigore. Tavares non sbaglia. Mentre festeggiamo, ancora entusiasti, nemmeno un minuto dopo si conquistano un angolo. Battono svelti e insaccano. Tutto da rifare. Ma allo scadere del primo tempo gli regaliamo un autorete. e poi ne faranno un altro nel secondo tempo. Gara comunque che hanno dominato e vincono meritatamente per 3-1. Noi rimaniamo ancora primi sempre con 8 punti, ma l'Atromitos che ha vinto si avvicina a 7, segue PAOK a 6 e il Panathinaikos rimane a 1. E' gara a tre.

    Nel frattempo voci di corridoio vorrebbero il Presidente in procinto di lasciare, subentrerebbe un sostituto. Staremo a vedere. Preferirei comunque che qualcuno con dei soldini comprasse la società.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    grazie mille, ma non devo perdere la concentrazione ora!!!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Reincontriamo il PAOK, stavolta a casa nostra, stavolta con tutti i titolarissimi schierati, stavolta Tavares fa doppietta (uno su rigore) e li stendiamo 2-0! Ovviamente l'Atromitos vince pertanto la classifica recita noi a 11, Atromitos a 10, PAOK e Panathinaikos che restano rispettivamente a 6 e 1.

    Di nuovo, ancora una volta, stavolta l'ultima...contro l'Atromitos. A casa nostra, ne esce una partita scialba dove lo 0-0 è già scritto prima. Il PAOK vince e quindi noi a 12, Atromitos a 11, PAOK 9, Panathinaikos 1. L'ultima giornata deciderà tutto. Da cardiopalma. Vogliamo la Champions!!!

    E la otteniamo contro il Panathinaikos con gol di Cairney. Il PAOK perde contro l'Atromitos.

    15 punti per noi, 14 Atromitos, PAOK a 9, Panathinaikos ultimo con 1.

    [hr]


    La classifica riletta con i posti in Europa

    SQUADRA PUNTI
    1. Olympiakos 68 CL
    2. Atromitos 67 EL
    3. Asteras Tripolis 63 CL
    4. PAOK 60 EL
    5. Panathinaikos 53 EL
    6. Panthrakikos 53
    7. Veroia 49
    8. Platanias 46
    9. Xanthi 43
    10. Giannina 42
    11. Panionios 39
    12. Aris 39
    13. Levadeiakos 38
    14. OFI 37
    15. Panaitolikos 36
    16. Ergotelis 36 R
    17. Apollon 36 R
    18. AELK 34 R
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Mi trovo in una società con un buco finanziario grosso (per le sue casse), i giocatori hanno ancora poco valore (nonostante l'impresa compiuta), il presidente sta cedendo la società, ma attenzione, non sta vendendo, si sta solo facendo da parte e cercando qualcuno a cui "mollare la patata bollente". Non riusciamo per i suddetti motivi a rinnovare i giocatori, non possiamo far mercato, insomma è buia.

    Con queste premesse, e con l'esonero dell'allenatore del PAOK, squadra che ha già un bel parco giocatori e delle giovanili di tutto rispetto, con cui si può pensare ad un progetto futuro basato anche sulla crescita dei giovani, do le dimissioni e presento contemporaneamente il mio interesse per al panchina della squadra di una città che già conosco, Salonicco, e che amo, perchè è viva, perchè amo l'ospitalità della sua gente e per altri motivi che non sto qui a spiegare.

    Presento contemporaneamente la mia candidatura all'Auxerre, che si trova in League 2 francese, altra squadra con cui costruire qualcosa sui giovani, anche se comunque ha bisogno prima di salire in prima divisione.

    Staremo a vedere cosa salterà fuori dai colloqui....
    Citazione Scritto da enigmainsoluto




    mi interessa un progetto, che mi affascini, e l'asteras purtroppo era già finito, non vedevo margini.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Ποδοσφαιρική Ανώνυμη Εταιρεία Πανθεσσαλονίκειος Αθλητικός Όμιλος Κωνσταντινουπολιτών, ovvero Club Atletico Pan-tessalonicese dei Costantinopolitani, ovvero la società polisportiva di Salonicco fondata nel 1926 dagli esuli greci che venivano da Istanbul, cacciati dalla Turchia.

    Il presidente della società è Zisis Vryzas, ve lo ricordate? Sì, proprio lui, il bomber del Perugia degli anni d'oro (ma anche di Fiorentina e Torino), quello dell'accoppiata Cosmi-Gaucci, quello del diluvio di Perugia...ah no, quello era l'anno prima, sulla panchina c'era Mazzone e Vryzas arrivò solo l'anno successivo...

    Ad ogni buon conto Stevens, l'allenatore, è stato appena esonerato. Io mi sono dimesso dall'Asteras Tripolis e ho chiesto la panchina. E il PAOK, dopo un breve colloquio, ha visto in me la persona adatta e mi ha ingaggiato. E Stevens è andato a Tripolis.

    Quando mi hanno affidato un budget per gli acquisti di poche decine di migliaia di euro e un monte ingaggi appena appena sufficiente, già sapevo che mi sarebbe bastato. Mi sarebbe bastato sfoltire l'enorme rosa che il PAOK aveva per ricavare da lì il denaro sufficiente.

    Sufficiente agli obiettivi minimi che chiede la società: lo Scudetto.

    L'avventura a Salonicco è appena cominciata.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Ultima modifica di Ciroxs; 04-10-2014 alle 09:53

  3. #3
    Bandiera L'avatar di enigmainsoluto
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Verde Umbria
    Messaggi
    6,028
    Menzionato
    122 Post
    Taggato
    0 Thread

    Squadra preferita
    A Maggica
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Dire rivoluzione è dir poco. 15 acquisti e una tonnellata di cessioni, anche eccellenti. Ma erano onerosi, o erano vecchi, o non mi servivano per il mio modulo. E poi mi son serviti per fare cassa.

    4,2 milioni sono i soldi liquidi che siamo riusciti a recuperare, di cui il 60% reinvestibile sul mercato. Più gli ingaggi che ho liberato.

    Le cessioni in ordine economico son state:


    • Lucas, ala destra e sinistra, che nel mio modulo, lo stesso che ho usato a Tripolis, non c'azzeccava niente. Ha fatto un campionato strepitoso (11 gol e 7 assist in 26 presenze), ed è un giocatore di talento, lo vendiamo al Bordeaux che ce lo paga più del valore di cartello, addirittura 3,9 mln; 1,3 (il 30%) però li devo girare al Karpaty. Considerando che l'anno precedente era stato pagato 625k euro, si tratta comunque di una bella plusvalenza.
    • Maarten Martens, ala sinistra belga, girato allo Zurigo per 1,3 mln
    • Hedwiges Maduro, ceduto ad agosto soltanto perchè aspettavo recuperasse da un infortunio al piede, girato al Losanna a meno del suo valore di cartello, per 250k euro, ma ci alleggerisce di ben 1,1 mln sul fronte ingaggi.
    • A zero altre cessioni eccellenti quali Lazar (in scadenza di contratto), Lino, terzino sinistro brasiliano rispedito nel suo paese, Itandje, portiere ceduto allo Sparta Praga per qualche spicciolo, Inigo Lopez al Numancia, ma soprattutto il 35enne Katsouranis, che va all'Huddersfield, e l'ex capitano Salpingidis, anche lui allo Zurigo dove ritrova Martens.

    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Presenterò la rosa giocatore per giocatore. Per ognuno, cliccando sul nome si accede alla schermata. I volti nuovi in casa PAOK sono in corsivo.

    Rosa

    Portieri

    Il titolare è un 24enne tedesco che fino all'anno scorso giocava nelle file dell'Eintracht Francoforte. E' stato un vero e proprio colpo di mercato, il primo che ho perfezionato, in quanto aveva una clausola rescissoria che gli consentiva di liberarsi a 0(!!!) qualora l'Eintracht fosse retrocesso. Ebbene, l'Eintracht è retrocesso e il suo agente ha ben pensato di comunicarmelo. Senza altri (stranamente) pretendenti mi sono aggiudicato Kevin Trapp, portiere di sicuro spessore, di livello ben più alto del campionato greco, e mi dicono che migliorerà ancora.

    Alle sue spalle, un portiere che, senza il colpaccio di cui sopra nei miei piani doveva essere titolare. Ha appena indossato la maglia della nazionale greca, Panagiotis Glykos.

    Difensori

    Sulla corsia destra ero già fornito, Giannis Skondras ,un 24enne che ricopre molti altri ruoli in difesa (sarà lui il titolare), e un ventenne promettentissimo, Stelios Kotsiou, di cui si dice un gran bene e che è già conteso da diversi club. Ma per ora non si muove da qua, considerando che è pure vivaio PAOK.

    Al centro della difesa, lato destro, il primo colpaccio è stato un altro parametro zero. In scadenza di contratto col Catania, mi assicuro le prestazioni di Giuseppe Bellusci, mentre il suo sostituto sarà il portoghese Miguel Vitor.

    Al fianco di Bellusci, chiedo allo Spartak Mosca di prolungare di un altro anno il prestito del nazionale argentino Juan Manuel Insaurralde, di cui mi accollo l'80% del suo stipendio. In caso di sostituzione, il giovane Giorgos Katsikas.

    Sulla fascia sinistra, il secondo colpo del mercato in ordine temporale. Il City lascia scadere il contratto di un giovane della sua academy, per il calcio greco davvero molto promettente (ma non sufficiente a quanto pare per quello inglese), Razak Nuhu. L'alternativa è Giorgos Tzavellas, nazionale greco.

    Centrocampisti

    A centrocampo molti di loro nel mio impianto sono interscambiabili. Sono ovviamente tutti centrocampisti centrali e/o trequartisti/centrocampisti offensivi. Sono 8 in totale, 6 garantiranno i 3 posti a centrocampo e 2 si giocheranno la maglia del trequartista.

    Partendo dai centrocampisti, il nazionale greco Alexandros Tziolis, mediano, incontrista e centrocampista centrale, non è nei miei piani come il titolare ma essendo eclettico giocherà molto credo.
    A seguire il nostro nuovo capitano, lo vedo come il regista del centrocampo, e uno delle colonne fondamentali, l'israeliano Bibras Nathko.
    Sempre come interdittore, il giovanissimo prodotto del nostro vivaio, l'albanese(/greco) Ergys Kace; 20 anni e già dieci presenze nella sua nazionale maggiore, seguito e corteggiato, ma come per il terzino Kotsiou è ancora presto. Quando varrà parecchi milioni ne riparleremo. Sicuramente si ritaglierà parecchio spazio, voglio valorizzarlo ben bene.
    Per 550mila euro, di cui 300k in rate quadriennali, compro dall'Athletic Bilbao il basco Iñigo Perez, tuttofare a centrocampo, nei miei piani un titolare.
    Dall'Heerenveen invece lascio scadere il contratto di Pelè van Anholt con margini di crescita notevoli, lo vedo unicamente come centrale a supporto della manovra.
    Tra i CC, infine, il portoghese Miguel Rosa, sa fare il regista, il centrale, ma anche il centrocampista offensivo (inizialmente lo doveva ricoprire lui quel ruolo), e volendo anche l'ala sinistra (ruolo che non è presente nel mio scacchiere, però).

    Tra i centrocampisti offensivi, il talento puro ucraino Sergiy Rybalka, preso in scadenza di contratto con la Dinamo Kiev.
    Oltre, chiedo e ottengo dal Parma il prolungamento del prestito del nazionale greco Sotiris Ninis, ma riesco a rinegoziare il diritto di riscatto, che prima era fissato a 2 milioni, ed ora è sceso a 1,3.

    Attaccanti

    Partendo dai titolari, dallo Stade de Reims prendo in prestito la veloce punta ivoriana(/francese) Jonathan Kodjia, con il riscatto fissato a 550k euro. Il suo compagno di reparto sarà il forte attaccante brasiliano Michel, comprato dal Benfica per soli 450k euro (di cui 250 a rate).
    Seconde scelte saranno il P0 argentino Gastòn Sangoy e il prodotto del nostro vivaio Stefanos Athanasiadis


    Nel complesso, una rosa che non solo, nei miei progetti, è in grado di competere per il campionato egregiamente, ma anche di andare avanti in Europa, magari anche meglio di quanto fece il PAOK l'anno scorso che raggiunse addirittura gli ottavi e sfiorò i quarti di Euro League per un nonnulla contro l'AZ Alkmaar.

    L'esborso complessivo per gli acquisti è stato di 1,6 mln di euro, e con i nuovi contratti di sponsorizzazione (8,5 mln globali con un incremento di 1,5 mln rispetto all'anno precedente), in cassa ora rimangono 11 mln circa, con un guadagno stagionale di 9 mln (questo alla metà di agosto).

    Ritengo molto improbabile altri colpi di mercato da qui alla fine di Agosto.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    che str...o
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Per le giovanili, ingaggio un bel pò di giovani promesse che avevo già seguito mentre stavo a Tripolis, alcuni di essi hanno un futuro davvero radioso davanti a loro. Mando altresì molti giovani del PAOK a farsi le ossa in prestito altrove.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Thessaloniki, 02/09/2014
    La società PAOK rende noto che il difensore Miguel Vitor si è accasato presso l' Hull City AFC a fronte del corrispettivo di €1.2 milioni più altri 500,000 da versarsi entro un anno.
    Al suo posto è stato ingaggiato in prestito dall'As Monaco FC il 32enne difensore tedesco Andreas Wolf che già l'anno scorso era stato in Grecia in prestito presso l'Asteras Tripolis. La società rende altresì noto che avrà la facoltà durante tutto il tempo del prestito di poter riscattare il giocatore versando la somma di €30,000 all'As Monaco FC.

    Ci depotenziamo leggermente a livello di panchina, ma la cessione di M.Vitor (son venuti a chiedercelo allo scadere di mercato, proponevano 1.2, abbiamo trattato e sono arrivati a una cifra congrua) ci consente di accumulare le risorse che ci servono per prolungare i contratti in scadenza (in primis capitan Nathko) e aumentarli di quel tanto da non scontentare nessuno, questo senza doverci rimettere a livello di cassa, o sforare il bugdet ingaggi. Purtroppo l'ingaggio del sostituto arriva solo l'ultimo giorno, troppo tardi per poterlo inserire nelle liste per l' Europa League.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Le partite ufficiali cominciano il 31 Luglio, quando in Euro League affrontiamo l'IFK Goteborg, squadra che nel suo passato, negli anni 80, ha già vinto per ben due volte la competizione, quando si chiamava Coppa Uefa. Ora è solo un pallido ricordo della squadra che aveva in panchina un certo Sven Goran Eriksson e in campo tal Peter Stromberg. A Goteborg finisce 1-3 con gol delle mie due nuove punte, doppietta di Michel e gol di Kodjia.
    Una settimana dopo, ci pensa la doppietta di Sangoy a fissare un 2-0 che non ammette repliche e passiamo ai Playoff.

    Nel frattempo inizia anche il campionato, e cominciamo subito ad Atene contro il Panathinaikos. Forse siamo presi un po dall'emozione, e loro ne approfittano per segnare. Ma 7 minuti dopo ci diamo la scossa e li raggiungiamo con Kodjia. Ci penseranno poi il ventenne Kace e il neoentrato Athanasiadis (pochi minuti, subito rete) a fissare il punteggio sul 1-3.

    Ai Playoff di Europa League incontriamo il Levski Sofia, e in casa loro li sistemiamo con una doppietta di Kodjia. Un generosissimo rigore allo scadere li porta sull'1-2.

    Torniamo in campionato e faccio scendere Athanasidis titolare in attacco assieme a Sangoy per la partita interna contro l'OFI Creta. E il greco si fa trovare prontissimo stendendoli con una doppietta, e gol dello stesso Sangoy: 3-0.

    Intanto ci guadagniamo i giorni di Europa League sistemando il Levski anche a casa nostra, con il punteggio di 3-1. Incassiamo 1.3 mln di euro per essere arrivati fin qui, cifra che, non so da voi, ma qua in Grecia son parecchi soldi.

    Ai sorteggi peschiamo Schalke (GER), Vitesse (NED) e Kuban (RUS). Escludendo forse solo lo Schalke, possiamo giocarcela contro il Vitesse e dobbiamo fare risultato pieno contro i russi. Possiamo farcela a passare i gironi.

    Negli altri gironi troviamo il Panathinaikos impegnato con Tottenham (ENG), Feyenoord (NED) e gli sconosciuti dell'Hapoel Be'er-Sheva (ISR). Difficile che possa passare il turno, molto improbabile.

    Girone di ferro anche per l'Asteras Tripolis, che nelle qualificazioni di Champion's League aveva eliminato il Besiktas ma si era arreso allo Stoccarda, e ora trova lo Zenith (RUS), l'Hannover (GER) e l'Espanyol (ESP): praticamente già spacciati.

    Chiudiamo Agosto con la trasferta col Platanias a cui rifiliamo 3 gol e prendendone uno. Un 1-3 che ci proietta subito in vetta alla classifica, unica a pieni punti.
    [hr]

    CLASSIFICA DOPO 3 GIORNATE

    PAOK 9 Panathinaikos 3
    Asteras Tripolis 7 Xanthi 3
    Atromitos 7 Kallithea 3
    Olympiakos 7 OFI 3
    Platanias 6 Levadeiakos 3
    Aris 5 Giannina 3
    Panthrakikos 5 Niki Volou 1
    Panaitholikos 4 Panionios 1
    Olympiakos Volou 4 Veroia 1
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    La prima partita di Settembre si gioca a metà mese, in casa contro il Giannina che ci combina una "bella" sorpresa passando in vantaggio. Riusciamo a recuperare lo svantaggio e segniamo pure il secondo gol, ma a venti minuti dal termine in contropiede riescono a pareggiare. 2-2 e arrabbiatura finale, partite così dobbiamo scordarcele in fretta quest'anno, capisco il risultato ma il gioco s'è visto solo a sprazzi, mentre loro son venuti a giocarsela a viso aperto.

    Quattro giorni dopo mi aspetto un'altra brutta prestazione, dal momento che giochiamo sì in casa, ma contro lo Schalke nella gara valevole per i gironi di Europa League. Mi fermo solamente a leggere tra i loro convocati la coppia difensiva centrale: Howedes e Papadopoulos. E quando li passiamo questi due?!? E poi gente come Neustadter, Fuchs, Julian Draxler, e si permettono di tenere in panchina Joel Matip e Huntelaar...no questi qui ci sbatacchiano per bene. Speriamo almeno che il Toumba, il mitico stadio/caldera di Salonicco li faccia un po intimorire!!
    Partiamo con mentalità contropiedista, bene attenti a non prestargli il fianco. E così riusciamo ad arrivare al 24° in parità. Quando dagli sviluppi di un calcio d'angolo il nostro difensore Insurralde li purga e passiamo in vantaggio!!! Esulto...
    Ma non per molto, perchè passano 10 minuti e Howedes rende la cortesia, sempre da calcio d'angolo. Scema in un attimo l'entusiasmo. Però rimane la convinzione che stiamo facendo bene, escludendo quell'episodio la partita la stiamo tenendo bene in pugno noi, loro sembrano svagati, tanto che non passano tre minuti che Kodjia in contropiede li purga e passiamo nuovamente avanti!...
    Loro non reagiscono, sembrano accusare il colpo, e allo scadere del tempo ne infiliamo un altro, stavolta è Michel a segnare.
    All'intervallo gaso ancora di più i miei stando ben attenti però a non perdere la concentrazione. Ma la partita non presenta più scossoni se non verso la fine. All'88° è il neoentrato Huntelaar a riportare in gioco lo Schalke, ma solo per pochissimo perchè il 4-2 finale lo segna ancora Kodjia. Esulto ancora, stavolta definitivamente!

    Le tre partite seguenti: contro la mia ex, l'Asteras Tripolis, un sonoro 3-0, con doppietta di Ninis ed entrambi gli assist di Athanasiadis, che da quando lo chiamo risponde sempre presente, sia che si tratti di partire titolare, sia quando entra a gara in corso, è salito notevolmente di punti ai miei occhi.

    Altro 3-0 contro il Fokikos per l'andata di Coppa di Grecia, e 2-0 in casa contro il Panionios in campionato.

    E arriviamo alla seconda partita dei gironi di Europa League, partita sfortunatissima, in cui attacchiamo forte, prendiamo tre legni, ne segniamo uno, ma loro ci purgano in due occasioni. Finisce 2-1, immeritatamente, questa è solo sfortuna, basti pensare al fatto che loro tirano in totale 5 volte e in due occasioni centrano la porta, noi 10 tiri in porta su 24 totali, con dominio netto del possesso palla!!!

    [hr]

    CLASSIFICA DOPO 6 GIORNATE

    PAOK 16 Aris 8
    Olympiakos 16 Panthrakikos 8
    Atromitos 13 Panathinaikos 7
    Panaitolikos 10 Olympiakos Volou 7
    Platanias 10 Panionios 5
    Asteras Tripolis 10 Niki Volou 4
    Giannina 10 Levadeiakos 4
    Veroia 10 Kallithea 3
    OFI 9 Xanthi 3
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    così mi commuovete, grazie

    per quanto riguarda la perplessità su Iñigo Perez, io l'ho preso perchè a quella cifra un centrocampista che presentasse tutte quelle skills (soprattutto in tecnica, passaggi, controllo, calci piazzati, ma diciamo un po in tutto) non potevo lasciarmelo sfuggire. Alla peggio ci farò plusvalenza. Io cmq lo sto usando soprattutto come Centrocampista di Quantità, una mezzala che sa proporsi avanti, ma che sta attento pure a sostenere centrocampo e difesa sui ripiegamenti. Non sta facendo male.


    Per ora
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Sarò abbastanza conciso.

    Dopo la sconfitta immeritata in Europa League, andiamo a perdere anche a casa del Veroia e stavolta meritatamente, perchè ce ne segnano uno, sbagliano un rigore (anche se è più corretto dire che gliel'abbiamo parato) e Insaurralde si fa pure espellere; 1-0, non bene.

    Ci rifacciamo ude settimane più tardi in casa contro il Panaitolikos, la partita finisce 3-1 (doppietta di Michel e gol di Kodjia).

    In casa contro il Kuban tre giorni dopo, valevole per l'Europa League, mi aspetto una comoda vittoria, in realtà il Kuban, dopo il nostro vantaggio iniziale, macina gioco e pareggia dopo poco. Termina 1-1 e non ho buone sensazioni per quando dovrò andare a giocare a casa loro.

    Ci prendiamo il derby di Salonicco contro l'Aris, in trasferta, nonostante passino in vantaggio loro. Pareggiamo dopo poco, e Miguel Rosa a pochi minuti dallo scadere segna uno splendido gol che vale l'1-2 e i tre punti.

    Il mese finisce col ritorno di Coppa d Grecia, contro il Fokikos: 3-0 esattamente come all'andata.

    Per le classifiche dovete pazientare ancora al mese prossimo
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    già, anche se devo rinunciare al trequartista titolare, l'ucraino Rybalka, per un mesetto, perchè gli ho dovuto concedere un permesso. Fa fatica ad ambientarsi. Speriamo poi non dia ulteriori problemi.

    Ad ogni modo siamo secondi ad un punto, nonostante tutto.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Il mese di Novembre va abbastanza meglio...

    Beh, non inizia nel migliore dei modi...la partita (dominata) col Panthrakikos in trasferta impatta sullo 0-0...troppo imprecisi lì davanti, non mi sono piaciuti.

    Ma la partita di Europa League col Kuban a casa loro rappresenta una sorta di spartiacque per le nostre ambizioni europee. Tradotto significa: dobbiamo vincere. E nonostante il nostro doppio vantaggio (Kodja, Athanasiadis) al termine del primo tempo, riusciamo a disfare tutto quanto, un po colpa nostra, un po merito loro. E arrivano al pari. Tutto avanti! Non voglio vedere nessuno indietro! E Michel al 92° sigla il 2-3 in una partita pari come occasioni. Bene così!

    Altre due partite, altri due spartiacque.

    Prima contro l'Olympiakos Pireo, ad un punto da noi, Toumba stracolmo e caldissimo, ed è il trequartista (ora) titolare, per l'assenza di Rybalka, Sotiris Ninis che dopo 25 minuti ha già deciso il match con una doppietta: 2-0 e poi non succede più nulla. Pubblico in delirio, siamo secondi, ma solo perchè l'Atromitos ha giocato un match in più.

    Seconda...ah già l'Atromitos dicevamo...lo incontriamo a casa loro, è ancora Ninis ad aprire le marcature allo scadere del primo tempo, è Pelè van Anholt (d'ora in poi semplicemente Pelè) a chiuderle nel secondo: nuovamente due a zero e siamo primissimi.

    A seguire, altro match importantissimo: contro lo Schalke, da loro, Europa League. A cominciare la sfida a dire il vero è il loro nuovo allenatore, Roberto Mancini, che tramite mezzo stampa si ritiene fortunato a dover incontrare proprio noi, visto che siamo la cenerentola del gruppo e che non avranno problemi. Forse ha ragione, ma che non avranno problemi, questo giuro di no.
    E nonostante la sconfitta per 1-0, le nostre occasioni le creiamo, e se fosse arrivato un pari nessuno avrebbe gridato allo scandalo. Ma le numerosissime assenze (squalifiche e altro) ci hanno condizionato non poco. E guarda caso, Rybalka torna dalle "ferie" il giorno dopo. Ma restiamo comunque in corsa, decisiva sarà l'ultima giornata in casa contro il Vitesse.

    Chiudiamo il mese con un rotondo 4-0 al Niki Volou schierando molte seconde linee.

    [hr]

    CLASSIFICA DOPO 14 GIORNATE

    PAOK 32* Levadeiakos 18
    Olympiakos 31 Platanias 16
    Atromitos 27 Aris 14*
    Veroia 27 Olympiakos Volou 13*
    Asteras Tripolis 26* Kallithea 13*
    Panathinaikos 25* Niki Volou 12
    Giannina 21 OFI 12
    Panaitholikos 19 Panionios 11
    Panthrakikos 18 Xanthi 8

    *=una partita in meno

    [hr]

    CLASSIFICA GIRONE C EUROPA LEAGUE - 5 GIORNATE
    SQUADRA V P S D.R. P.ti
    Schalke 3 0 2 +3 9
    PAOK 2 1 2 +1 7
    Kuban 2 1 2 +2 7
    Vitesse 2 0 3 -6 6

    Prossimo turno

    PAOK - Vitesse
    Kuban - Schalke

    La vittoria contro il Kuban ci garantisce che a parità punti le saremo comunque davanti: vantaggio non indifferente, perchè in caso di pareggio tra Schalke e Kuban, anche a noi basterebbe un pareggio. E in caso di vittoria sia del Kuban che nostra passeremo noi due, ma il PAOK come prima squadra. Non possiamo perdere, saremo comunque fuori. E il pareggio ci andrebbe bene anche in caso di vittoria dello Schalke, proprio per il motivo succitato. Se vinciamo, siamo comunque sicuri di passare, resta da vedere se come prima o come seconda, ma è comunque a questo risultato che dobbiamo puntare.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto



    Originariamente inviato da
    Originariamente inviato da Philipp Hosiner[/url] è nazionale austriaco, 25 anni, ottima punta per il campionato greco, ma non solo. Per fargli spazio lì davanti, libero a zero Gaston Sangoy, non mi ha finora convinto e mi permette di liberare altri 700mila euro di ingaggio. Si accasa al Toulouse.
    Al posto del capitano giocherà Miguel Rosa, finora troppo sacrificato nel turnover, e come panchinaro ottengo in prestito fino a fine stagione dalla Fiorentina il giovane centrocampista montenegrino Marko Bakic, già nazionale nonostante la giovane età.
    Infine la questione Razak Nuhu: il terzino sinistro s'è guadagnato la chiamata del CT del Ghana per la Coppa d'Africa, pertanto starà via un mese intero. Per sopperire alla sua importante assenza, chiedo il prestito di un giovane talento sempre austriaco, ma con sangue albanese, dal Bayern Monaco: Ylli Sallahi. Mi piacerebbe averlo a titolo definitivo. Ma oltre ad essere in lista prestiti, è anche a scadenza di contratto, pure lui. Approfitto di una incomprensione tra il colosso tedesco e il giovane terzino sinistro, il rinnovo proposto non è gradito. Ci proviamo noi, ne approfittiamo per inserirci, lui accetta, a Luglio sarà nostro a titolo definitivo e per soli 195,000 euro l'anno. Colpaccio. E in seguito vi accorgerete anche perchè.

    Kodjia, la nostra prima punta (fino all'arrivo di Hosiner) è in prestito. Anche a lui scade il contratto però con il Reims, e proponiamo di accasarsi da noi. Lo farà a fine stagione.

    Per la prossima stagione arriveranno anche:
    -un difensore centrale nazionale ceco davvero forte, farà coppia con Bellusci, dal momento che non intendo riscattare dal prestito Insaurralde, ormai trentenne e nemmeno troppo bravo;
    -il terzino sinistro Sallahi appena citato;
    -un altro terzino sinistro, titolare della nazionale croata, per gli standard greci un fenomeno. Probabilmente venderemo Nuhu (se avrà un discreto plusvalore), o manderemo in prestito Sallahi;
    -un ottimo centrocampista centrale portoghese, dal Porto. Purtroppo costui lo pagheremo 300mila euro, non mi ero accorto che andava anche lui in scadenza, l'avevo già preso due mesi prima di Gennaio;
    -un trequartista fenomeno, dal PSV, fino a qualche anno fa era considerato un crack, un futuro top player, ora sta qualche gradino sotto, ma cmq per la Grecia vale Zidane.

    Ho preso pure un altro terzino sinistro (saremo una fucina di terzini sinistri), un 17enne giapponese, considerato un futuro crack. Mi priverò di 600mila euro per lui, cifra che potrà difficilmente arrivare fino a 950mila. Dovremo aspettare però il 1 Gennaio 2016, tra un anno esatto, per averlo. Questo per una mia intuizione di far visionare qualche vivaio asiatico, per poter avere futuri ottimi giocatori a prezzi abbordabili per gli standard greci.

    Tutti costoro li conoscerete a tempo debito.

    Ma ora torniamo a parlare di calcio giocato...
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Dicevamo il Panathinaikos, lo incontriamo in campionato, giochiamo in casa, al Toumba, schiero addirittura un 4-3-3, ma niente: finisce 0-0 e ci va pure bene!!!

    Ci rifacciamo 5 giorni dopo, in Coppa di Grecia, andata del 3° turno, contro il modestissimo Aiginiakos, squadra di Seconda Divisione, e nel mio 4-3-3 troveranno spazio anche diversi promettentissimi giovani delle giovanili. Finisce 3-1 (Kodjia, Athanasiadis, Michel).

    Contro l'OFI torno al 4-3-1-2, e debutta la nuova punta austriaca affiancata da Michel. Esordio non granchè a dire il vero, a segnare ci pensano il suo compagno di reparto, ma prima di lui Iñigo Perez, direttamente da calcio d'angolo, una parabola arcuata che inganna i due difensori che cercano di colpirla di testa, facendo così in modo che il portiere non ci possa arrivare nemmeno lui; 1-2 e da Creta torniamo a casa con 3 punti.

    In casa ospitiamo il Platanias e nel 3-0 che rifiliamo loro ci sta il tempo anche per la prima rete di Hosiner, oltre a Miguel Rosa e Michel.

    Nel ritorno di Coppa di Grecia contro l'Aiginiakos vede Sallahi giocare per la seconda volta dal primo minuto, e realizza una doppietta di sinistro, entrambe delle fucilate, una addirittura da fuori area, stile Totti contro la Sampdoria nel 2006. E il Bayern si pentirà di esserselo fatto sfuggire. Nel 4-1 troveranno posto anche i gol di Athanasiadis e Kodja.

    Kodjia firma anche il gol vittoria al Giannina e l'ultimo dei tre rifilati al Panathinaikos per l'andata dei Quarti di Coppa di Grecia, un 1-3 finale che non lascia scampo, ottima prova nonostante tanti innesti dalla panchina.


    [hr]

    CLASSIFICA DOPO 21 GIORNATE

    PAOK 54 Levadeiakos 24
    Olympiakos 48 OFI 24
    Panathinaikos 41 Olympiakos Volou 23
    Atromitos 41 Aris 22
    Asteras Tripolis 39 Platanias 20
    Veroia 36 Kallithea 18
    Giannina 28 Niki Volou 18
    Panaitholikos 28 Panionios 18
    Panthrakikos 27 Xanthi 13
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    nel mese di Gennaio non ce n'è manco uno a dire il vero
    Ultima modifica di Ciroxs; 04-10-2014 alle 09:54

  4. #4
    Bandiera L'avatar di enigmainsoluto
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Verde Umbria
    Messaggi
    6,028
    Menzionato
    122 Post
    Taggato
    0 Thread

    Squadra preferita
    A Maggica
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Febbraio inizia con la sfida "amarcord", contro l'Asteras Tripolis. Ci faremo scrupoli? Se si guardano le statistiche sembra di sì, sembra una gara tirata alla pari, ma è difficile dirlo dopo che gliene rifiliamo 5 entro il 92° (tripletta di Michel, di cui un rigore), minuto in cui il terzino destro e capitano Skondras, entrato da pochi minuti, si inventa un tiro impossibile dalla fascia destra, altezza trequarti, e infila il portiere in pallonetto, siglando il definitivo 6-0 (di Hosiner e Rybalka gli altri due gol)!!!

    Contro il Panionios una partita strana, passiamo in vantaggio con Miguel Rosa dopo appena 2 minuti e mezzo, ma loro al 6° pareggiano con un colpo di testa da calcio d'angolo. Non mi scompongo, è una casualità perchè stiamo dominando e tenendo il campo noi. Infatti è nel secondo tempo che escono i gol di Michel e Kodjia per l'1-3 a casa loro, grazie anche al fatto che loro giocano in 10 dalla fine del tempo, per fallo da ultimo uomo.

    In casa contro il Veroia, loro passano subito, in 5 minuti. Credo che sia come contro il Panionios, infatti al 20° I. Perez pareggia. Ma due minuti dopo tornano in vantaggio su contropiede. Nonostante i feroci attacchi, sbattiamo sempre contro il loro portiere, o contro la sfiga, fatto sta che perdiamo malamente in casa 1-2.

    Al ritorno di Coppa di Grecia, contro il Panathinaikos, nonostante la squadra sia infarcita di seconde linee, passiamo in vantaggi con Kodjia e non soffriamo mai. Solo all'89° pareggiano 1-1 su rigore, ma il 3-1 dell'andata ci fa stare ben tranquilli di passare alle Semifinali.
    Incontreremo il Niki Volou. Le altre semifinaliste sono Levadeiakos e Panthrakikos. Tutte e tre potremmo batterle con le riserve, pertanto la vittoria è il minimo che m'aspetto (così come la dirigenza).

    Ora di Europa League, ora di incontrare lo Standard Liegi, andata a casa loro. Squadra titolare in tutto e per tutto, ce la andiamo a giocare, so che nonostante ci pronostichino perdenti, la mia squadra è più forte. Miguel Rosa e Hosiner glielo fanno capire. Loro accorciano le distanze al 75°, su una papera della difesa e del portiere, ma senza mai dare l'impressione di poter far male. Un 1-2 che non ci consente di stare tranquilli ma che ci da un vantaggio non da poco per il ritorno.

    Prima del ritorno, incontriamo l'Aris in campionato, il derby più caldo di Grecia. Molti titolari però riposano, ma tanto ci pensa Kodjia, già dopo due minuti, e alla fine del primo tempo stiamo sopra addirittura di sei reti (!!!), con tripletta di Kodjia, gol di Ninis, Bakic, e rigore di Michel. Faccio riposare tutti, tolgo il pressing, lascio la partita andare così com'è, loro fanno due reti, e finisce 6-2. Altro tripudio, altri sei gol da noi segnati in una partita, nello stesso mese.

    Il ritorno del 1° turno ad eliminazione diretta di Europa League contro lo Standard Liegi a casa nostra lo affronto togliendo dallo scontro i due diffidati, il difensore Bellusci e il centrocampista Kace. Una tripletta di Michel (ancora) li rimanda a casa con le pive nel sacco: 3-0!!!

    Incontreremo la Fiorentina, che ha eliminato il Lione e con buone probabilità eliminerà anche noi.

    Classifica incasinata, a livello di partite giocate: molte, tra cui noi, devono recuperare diverse partite.

    [hr]

    CLASSIFICA DOPO 28 GIORNATE

    PAOK 63*** Olympiakos Volou 33**
    Olympiakos 63* Niki Volou 32
    Panathinaikos 49*** Panthrakikos 32*
    Atromitos 48* Levadeiakos 30*
    Veroia 46* Aris 29**
    Asteras Tripolis 43* Platanias 26*
    Giannina 38 Kallithea 24
    Panaitholikos 35** Panionios 22*
    OFI 34* Xanthi 21*

    *=una partita in meno
    **=due partite in meno
    ***=tre partite in meno
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    ora sarà più che a posto...ho finito la stagione, pertanto ora posto i due/tre mesi che mancano
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Il 1° Marzo al Toumba fa freddo, il tempo è burrascoso, quel vento piovoso freddo che viene dai Balcani. Nonostante ciò, e nonostante il Panthrakikos ci faccia un gol a inizio partita, recuperiamo con Kodjia, Athanasiadis su rigore e 3-1 finale firmato Iñigo Perez, direttamente da calcio piazzato.

    Incontriamo quindi l'Olympiakos a casa loro, piove di brutto anche lì, ma non fa freddo, stavolta viene dal mare, le temperature sono nettamente più primaverili. Tempo strano. Lo strano inoltre è che da un po di tempo non imbrocchiamo la porta, ma loro sì, all'83°, ci superano con un 1-0 che ci complica la vita. Per fortuna disponiamo ancora di due partite da giocare in più di loro.

    Certo è che però se le buttiamo via così, contro l'Asteras Tripolis, al 94°, su rigore inesistente, a casa nostra...0-1, porca di quella .....!!!! Tra Kodjia e Hosiner non so chi sia peggio là davanti!!!

    Stavolta un pareggio, ma è un pareggio che mi tengo stretto tutta la vita, perchè non è campionato, è Europa League, e a Firenze, contro una Fiorentina che gioca con Rossi, Mario Gomez, Aquilani, Borja Valero...e che passa in vantaggio e bissa...noi ce la volevamo giocare e alla fine del primo tempo ci troviamo sotto di due gol...ma non mi scoraggio io, e chiedo lo stesso anche ai miei uomini: "giochiamocela fino in fondo, e come sarà sarà...". E sarà che tra il 72° e il 74° il difensore Katsikas prima e Rybalka poi rimontano la viola e finiamo la partita col 2-2 in trasferta...oro colato!!! Rispondo così a Zeman che si vedeva fortunato di aver incontrato noi, che era questione solo di contare quanti ce ne avrebbe fatti.

    Il Niki Volou deve ringraziare qualche santo se finisce solo 1-2 per noi (autogol e rete di Skondras).

    Partita dominata quella del ritorno di Europa League, e addirittura Miguel Rosa (era stanco, volevo toglierlo, poi ho detto "no, mi servono i giocatori buoni in campo") al 77° sigla l'1-0. E nonostante ancora Zeman dicesse che era stata solo fortuna nostra e che al ritorno avrebbe rimesso a posto le cose...Gli rispondo girandogli il numero di cellulare di Roberto Mancini.
    Passiamo ai Quarti di Finale!!! ...Incontreremo l'Inter di Mazzarri...

    Hosiner, sotto pressione per via delle mie perplessità sulla sua bontà come attaccante, risponde con una doppietta contro lo Xanthi. Al 90° il loro gol della bandiera. Vedasi analisi tecnica della partita col Niki Volou.

    Stavolta è il Levadeiakos a fare le spese del momento buono di Hosiner: hattrick per lui (un rigore)!!!

    A una giornata dal termine questa è la classifica

    [hr]

    CLASSIFICA DOPO 33 GIORNATE

    Olympiakos 77 OFI 40
    PAOK 75* Niki Volou 39
    Veroia 60 Panthrakikos 39
    Panathinaikos 59 Levadeiakos 39
    Atromitos 58 Aris 34
    Asteras Tripolis 53 Panionios 32
    Giannina 47 Platanias 28
    Panaitolikos 42 Kallithea 28
    Olympiakos Volou 41 Xanthi 25

    *=due partite in meno
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    I mesi caldi, li racconto insieme...perchè meritano!

    Non potevo non infarcire la squadra di seconde linee nell'andata di Semifinale di Coppa di Grecia contro il Niki Volou, vista la vicinanza di tante partite. Questo non giustifica il fatto che i miei lì davanti sbaglino tanto...0-0 a Volos, vedremo al ritorno, in casa, certo è che per loro è oro colato.

    Ninis e Athanasiadis tornano al gol (doppietta per il secondo) dopo tanto, contro il Panaitolikos in trasferta. Peccato che a fronte di una vittoria per 1-3, perdiamo proprio Ninis, non finirà la stagione...e credo che tornerà a Parma a sto punto! Ora abbiamo ancora due partite davanti di campionato, l'Olympiakos una sola.

    Mazzarri è un pollo!!! Il suo 3-5-2 che gioca sugli esterni è una manna per me che uso il trequartista tra le linee...riusciamo nella impresa di rifilare ben 3 reti a Icardi, Belfodil e compagni!!! Un gol proprio del trequartista Rybalka e doppietta dello straordianrio capocannoniere di Euro League Michel per un 3-1 complessivo all'Internazionale. Il ritorno a Milano si prevede bollente però!!!

    E poi cadiamo in campionato! L'Olympiakos Volou sfrutta l'unica occasione buona, noi semplicemente non siamo buoni nemmeno a crearle!!! 1-0 e classifica pericolosa...anche perchè pure l'altro Olympiakos, quello del Pireo, ha vinto....

    ...ci rimane solo una partita, siamo dietro di due punti...dobbiamo solo vincere!

    A Milano le barricate le avevano già viste in occasione delle famose 5 giornate, durante il Risorgimento...bè, ora le vedono di nuovo, le nostre. Inter - PAOK 0-0, tanta sfiga da parte loro e siamo in Semifinale!!!! Tripudio!!!

    Gli accoppiamenti sono Tottenham-PAOK e Porto-Chelsea...saluteremo la competizione tra le migliori quattro.

    E' Michel a regalarci lo scudetto, il primo della mia storia, il secondo di quella della società, contro il Kallithea. Finisce 1-0 e al Toumba, davanti ai nostri tifosi è festa grande.

    Una gioia e un amaro in bocca...il ritorno di Semifinale di Coppa di Grecia contro ilNiki Volou a casa nostra, coi titolari schierati e noi che facciamo??? Le spariamo tutte fuori...e loro no! 0-1, e loro vanno in Finale (che perderanno contro il Levadeiakos). Dovrò ripensare all'attacco l'anno prossimo, mi sa...

    Quasi ci avevo sperato...quando un Insaurralde, dopo essere stato ammonito, a Londra, contro il Tottenham, in Semifinale di Europa League, da calcio d'angolo, riceve palla sul primo palo e insacca....cazzo, mi son detto, "sto giocando contro Lamela, Paulinho, Sigurdsson, si permettono di tenere in panchina gente come Eriksen e Adebayor, e io sto vincendo??? ma stiamo fuori??"

    Sì.

    Ma solo perchè regalargli anche un uomo in più...Insaurralde fa tutto lui, croce e delizia: prende anche il secondo giallo, al 42° (anche se loro avevano già pareggiato, a onor del vero) ed esce...finisce 3-1 per loro.

    E il ritorno da noi finirà 0-0, usciamo sì, ma a testa altissima!!! E con un milioncino in più...

    La finale a Varsavia è tutta londinese, il Chelsea di Mou contro il Tottenham di Tim Sherwood che da semplice Allenatore di riserva dopo la cacciata di Pochettino ha fatto da traghettatore e si è guadagnato la riconferma portando la squadra in Finale di Europa League e si sta giocando la Premier contro l'Arsenal, sotto di un punto, ma con una partita in meno rispetto ai Gunners.

    A riprova del talentuoso settore giovanile, arriva la conquista del titolo juniores greco, con ben 3 giornate d'anticipo.

    Ecco la classifica finale, alla termine anche dei playoff per le coppe.

    [hr]

    CLASSIFICA FINALE

    PAOK 81 CL Panaitolikos 42
    Olympiakos 80 CL Panthrakikos 40
    Panathinaikos 60 EL Levadeiakos 40 EL
    Veroia 60 Niki Volou 39
    Atromitos 58 EL Aris 37
    Asteras Tripolis 53 Panionios 33
    Giannina 50 Platanias 31 R
    Olympiakos Volou 47 Kallithea 28 R
    OFI 43 Xanthi 25 R

    [hr]
    A seguire aggiornamenti e news da tutta Europa e analisi di ogni singolo elemento della rosa...
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    CHAMPIONS LEAGUE

    In finale, tra Atletico Madrid e Bayern Monaco, all'Olympiastadion di Berlino, la spuntano i bavaresi per 1-2. L'anno precedente l'avevano spuntata i Red Devils di Moyes per 2-1 contro il Barcellona.
    [hr]
    EUROPA LEAGUE

    A Varsavia, Mourinho la spunta ai rigori nella sfida tra Chelsea e Tottenham, dopo un 2-2 iniziale. Il nostro Michel diventa capocannoniere del torneo con ben 13 reti (in 17 presenze). La farsa è che il Tottenham è la seconda volta che perde questa finale, l'anno scorso contro la Dinamo Kyev.
    [hr]
    In Italia la Serie A se l'aggiudica ancora una volta la Juve, inseguono distanti Inter e Milan a pari punti, mentre l'anno scorso il secondo posto se l'aggiudicò il Torino.

    In Francia è il turno del PSG, dopo che l'anno passato aveva vinto il Monaco.

    In Germania è la volta dell'Hoffenheim, che succede al Bayern, ora sorprendentemente 4°.

    La Premiership in Inghilterra è appannaggio dell'Arsenal, un punto sopra il Tottenham. Anno passato ai Citizens.

    Infine la Spagna, Liga vinta dal Real Madrid per il secondo anno consecutivo.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Mentre scrivevo mi ha contattato il Newcastle, mi ha offerto un colloquio...a cui ho partecipato...

    Il PAOK ha tentato subito di offrirmi un rinnovo per chiudere le trattative, al momento ho declinato con Vryzas :gelook:
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    Sai che ti dico? Che mi danno un monte ingaggi inferiore a quello che stanno spendendo (di quasi tre milioni), 5 milioni per il mercato, ma molte zone del campo da rifondare totalmente per come la vedo io. Certo, è il Newcastle, e potrei anche farcela, anzi ne sono quasi sicuro. Però...però a Salonicco mi trovo bene, però sono in arrivo diversi talenti presi quest'inverno che sono curioso di allenare...

    ...e poi sarebbe la seconda volta di fila che mi qualifico per la Champions (stavolta già nei gironi) e non ci prendo mai parte? Eh no! Il Newcastle non fa nemmeno l'Europa League....

    ...per cui, almeno ancora per quest'anno, resto a Salonicco, resto al PAOK!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Ho rifiutato anche il Malaga

    Però vedo altre panchine di lusso traballanti...se qualcuna di queste dovesse chiamare non so se riuscirei a "resistere"
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    aiuto, mi ha offerto un colloquio l'Arsenal

    ma che cazzo mi chiama l'Arsenal che ha appena vinto la Premier e io ho reputazione solamente Nazionale?

    cazzo, sto cedendo!!!

    anche perchè stavo facendo un mercato da paura (x il PAOK)

    edit: ora ho visto, si è ritirato Arsene Wenger

    sono disposti a darmi 50 mln per il mercato e 130 come tetto ingaggi

    riedit: Roy Keane mi ha battuto e sarà lui il nuovo allenatore dei Gunners, poco male, son contento di restare a Salonicco, mi toglie il "dovere" di lasciare il PAOK
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    CESSIONI

    Opero un'altra rivoluzione. Solo di costi-cartellino, ricaviamo dalle cessioni la straordinaria cifra (per il PAOK) di 35 mln e mezzo vendendo 6 giocatori (soldi che in parte entrano subito, altri entreranno nel tempo, in 12, 24 e 48 mesi). Ne reinvestiremo all'incirca la metà (anche qui molti dei quali pagati a rate in 36 o 48 mesi) potenziando non di poco la rosa a mio avviso. Abbiamo valorizzato molti dei nostri giocatori di spicco e ne raccogliamo i frutti. Alcune cessioni sono dolorose ma assolutamente necessarie.

    Consideriamo qui solamente queste ultime, partendo dal ruolo del portiere. O dovrei dire dei portieri.
    Il mio titolare, Kevin Trapp è una di quelle cessioni dolorose di cui sopra, anzi forse quella principale. Ma è un portiere di ben altra categoria, preso a zero sfruttando la retrocessione dell'Eintracht, e la clausola rescissoria gratuita che si è attivata in quel frangente. Decido io stesso di venderlo (lo seguiva già la Juventus), però fisso il prezzo a 15 milioni. Il Milan si fa sotto e mi offre 8,5 milioni, pochi. Anche il Southampton ce lo chiede, però offrendoci 10mln e mezzo sull'unghia. E' suo.
    Sotto si fanno anche alcune squadre inglesi per un altro portiere, un promettente 17enne della terra d'Albione considerato uno dei futuri portieri più forti (me l'aveva proposto il suo agente un anno fa, era senza squadra!!!). L'Arsenal mi offre 4 milioni, ci accordiamo per 4 e mezzo. Mi offre la stessa cifra anche il City, ma porto l'asticella un pò più su, a 5. Accettano, e io rifiuto i Gunners, pertanto. Al che si scatena una vera e propria asta. Arrivano anche il Liverpool e il Chelsea e io alzo l'asticella fin dove è possibile. Ovvero a 6.75 (di cui 5.5 subito) offerti dal Chelsea, accetto i Blues e sfanculo gli altri, che si ritirano ai miei successivi rialzi. Plusvalenza totale quella di Clive Botley!!!

    Capitolo difesa, qui l'occasione nasce perchè riesco a pescare molto bene in fase di acquisizione. Pertanto mi disfo del prestito di Insaurralde, che mai mi ha convinto durante la stagione a riscattarlo (comunque troppo alto il prezzo) e Wolf (inutile e non all'altezza, era solo un tappabuchi); cedo Bellusci, il nostro migliore difensore centrale, preso a zero l'anno scorso e riuscito a rivendere a 10 mln totali (meno della metà subito, il resto a rate) al Lokomotiv Mosca.
    Cedo anche un terzino sinistro (siamo in abbondanza lì), la mia scelta ricade su Razak Nuhu, perchè è straniero, è quello che abbiamo valorizzato meglio, e non mi copre posto di vivaio nazionale/club. Ottengo 3.6 mln dall'Udinese.

    A centrocampo rimandato a casa Bakic per fine prestito, vendo anche il 30enne Tziolis all'Al-Gharrafa per 200k. Tra i trequartisti invece non riscatto Sotiris Ninis dal Parma che finisce così il suo prestito.

    Ultima cessione, dolorosa solo sulla carta, è quella in attacco dell'attaccante austriaco preso a Gennaio scorso per 1.8 mln, Philipp Hosiner: non mi ha convinto più di tanto, mi aspettavo meglio da lui, nonostante comunque non abbia fatto male (13 presenze e 7 reti in campionato, 23 totali e 9 gol). Lo consegno ai Celtic per 5 milioni, di cui 1.2 se ne escono subito per accordi con il giocatore e la sua squadra precedente.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    In corsivo i nuovi acquisti.

    PORTA

    Il titolare lo trovo al "supermercato" degli svincolati, ed è la nostra terza scelta (la prima era un 26enne nazionale costaricano, Esteban, forte e completissimo, che ci soffia il Genk, mentre la seconda era Neto, svincolato dalla Fiorentina, che si accasa al Torino): Ismael Falcòn, lasciato libero dall'Hercules in Liga Adelante, è un solido portiere di 31 anni; la sicurezza tra i pali la garantisce e tanto mi basta.

    Come sostituto, il solito Panagiotis Glykos, l'anno scorso è stato chiamato in 17 occasioni tra campionato e coppe, con una media voto di 7.02.

    DIFESA

    Il terzino destro titolare sarà ancora per quest'anno il giovane prodotto del nostro vivaio Stelios Kitsiou, in crescita, l'anno passato 31(5) presenze complessive, 1 gol, 5 assist e una m.v. di 7.09.
    La seconda scelta è il nostro capitano, Giannis Skondras, 29(11) gettoni, 3 gol, 6 assist, 7.08.

    Al centro tutti volti nuovi. A parametro zero arrivano il ceco Ondrej Mazuch dal Dnipro e il forte difensore centrale camerunense Jean-Armel Kana-Biyik, roccioso marcatore, svincolatosi dallo Stade Rennais. Saranno entrambi titolari.
    Seconde scelte, ma come valore quasi pari ai titolari, sono il 34enne esperto difensore centrale e nazionale greco Loukas Vyntra, preso dal Levante per 350k euro e con contratto annuale con proroga automatica dopo 20 presenze (troppi giovani non vanno bene in Champions, ci vuole anche esperienza), e il 26enne difensore croato Mario Maloca, acquistato dall'Hajduk Spalato a 2 mln complessivi, e preso più che altro per la sue doti da velocista puro, che lo rendono capace di marcare anche "un Gervinho".

    A sinistra, ceduto Nuhu, il titolare è un altro svincolo del Dnipro, il nazionale croato Ivan Strinic.
    Si giocheranno la panchina due facce note: il greco Giorgos Tzavellas e l'ormai completamente nostro (dopo il prestito dell'anno scorso) Ylli Sallahi, interessantissimo prospetto soffiato al Bayern Monaco. Per il primo, l'anno scorso, 24(15) presenze e 3 assist, m.v. 6.86; per il secondo, presente solo da Gennaio in poi, 4(8) gettoni, 2 gol e 6.89 come media voto.

    CENTROCAMPO

    Dal momento che a centrocampo ci sarà la concorrenza maggiore, anche se so che alla fine alcuni giocheranno sicuramente più di altri, presento i 6 concorrenti per le 3 maglie da titolare in rigoroso ordine alfabetico dei cognomi (o soprannomi).
    Per 300k complessivi, dal Porto arriva il 27enne instancabile motorino di centrocampo Andrè Castro (andava in scadenza di contratto a Gennaio ma per evitare competizioni l'ho acquistato per l'inizio di questa stagione già a Novembre dell'anno scorso).
    Già appetito da molti club, il 22enne prodotto del nostro vivaio, il centrocampista difensivo (nazionale) albanese Ergis Kace, autore di 1 gol e 3 assist in 36(4) partite, con una media di 6.86 come voto.
    Con una media voto totale di 6.84 su 31(19) presenze, goalscore di 2 e tre assist, confermiamo il duttile centrocampista olandese di 24 anni Pelé van Anholt detto Pelé.
    Più assistman del precedente, invece, il 27enne basco Iñigo Perez: per lui 4 gol e 8 assist in 40(14) presenze, condite da una media di 6.90.
    In cabina di regia per tutta la passata stagione, il portoghese Miguel Rosa, addirittura 8 gol e 15(!) assist in 32(11) gettoni con un voto medio di 7.33: decisamente il migliore a centrocampo l'anno scorso.
    Facciamo un affare a riportare nella sua madrepatria il giovane centrocampista greco Panagiotis Tachtsidis pagandolo al Genoa soltanto 1.6 mln: un possente "rubapalloni" ma con i piedi delicati del regista.

    TREQUARTI

    Il colpaccio sulla trequarti lo facciamo prelevando a P0 dal PSV il talentuoso trequartista (e nazionale) olandese Georginio Wijnaldum, e ovviamente sarà lui il titolare.
    Dietro di lui, l'ucraino Sergiy Rybalka, l'anno scorso 30(4) presenze, 9 gol, 6 assist, e media voto 7.01

    ATTACCO

    Cominciamo dai "matadores" dello scorso anno: il 28enne attaccante brasiliano Michel autore di 27(3 su rigore) reti (addirittura 13 nella sola Europa League di cui è stato capocannoniere) e 7 assist su 37(1) presenze, m.v. 7.33; e la 25enne punta della Costa d'Avorio, Jonathan Kodjia, per lui 26 gol (una in meno di Michel, ma senza nemmeno un rigore tirato), 11 assist, e media voto di 7.16 su 38(7) partite. Spendo una parola su di lui: l'ho acquistato a Gennaio, perchè era in prestito e andava in scadenza con la sua società, lo Stade de Reims (da cui è arrivato anche Kana-Biyik); a posteriori però, per via del fatto che è molto incostante (anche se non sembrerebbe) e di umore assolutamente altalenante (va incontro spesso a cali di morale paurosi e ingiustificati) forse non l'avrei "riscattato", anche considerando un fattore che mi accingo a spiegare.
    Dovevo rimpiazzare Hoffman, avevo puntato una forte punta di 22 anni, nazionale venezuelana, già pronta per grandi palcoscenici e che si liberava per "soli" 4,5/5 milioni. Ebbene all'ultimo si inserisce nella trattativa anche l'Hannover, e lo Young Boys, dove giocava, lo vende a loro, per preferenza del giocatore.
    Allora punto due attaccanti francesi, molto giovani (19 quasi 20, e 18 anni), forse non pienamente prontissimi, ma potenziali crack (o meglio, uno era leggermente più pronto, ma dal potenziale di poco inferiore, e viceversa). Non sapevo decidermi chi dei due prendere, e alla fine li ho comprati entrambi. Li presento per ordine di età.
    Per 6,5 mln complessivi, acquisto Corentin Jean dall'ESTAC Troyes, mentre dal Nice prelevo Neal Maupay per la cifra globale di 7 mln.
    A completare un pacchetto di 5 punte per 2 maglie (ma a volte 3, quando cambio modulo), il "solito" Stefanos Athanasiadis, tenuto solamente perchè prodotto del nostro vivaio, anche se per lui prevedo meno dei 16(17) gettoni collezionati l'anno scorso (e nonostante i tanti gol segnati, 11, e assist forniti, 10, con una m.v. di 7.04).[hr]
    Spesa complessiva calciomercato (comprese rate annuali): €17.75 mln (utili complessivi per +€16.7 mln)
    Liquidità: €21.5 mln
    [hr]
    Sono davvero soddisfatto di questa sessione di mercato e più in generale della qualità della rosa, che, amalgama da trovare a parte, la ritengo capace di "schiacciare" il campionato, e di competere almeno per il terzo posto nei gironi di Champions League, con riserva sul sorteggio.
    Ultima modifica di Ciroxs; 04-10-2014 alle 09:54

  5. #5
    Bandiera L'avatar di enigmainsoluto
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Verde Umbria
    Messaggi
    6,028
    Menzionato
    122 Post
    Taggato
    0 Thread

    Squadra preferita
    A Maggica
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Questa estate come ho anticipato, ho ricevuto diverse offerte di colloqui di lavoro: quelli con Newcastle, Malaga e Arsenal (l'unico a cui non avrei potuto dire di no, come fai a respingere la corte dei Gunners?) già li conoscete, ma mi hanno contattato anche la Lazio ( ), il Torino, e l'Athletic di Bilbao (un altro club che mi tentava parecchio, ma il fatto di non partecipare ad alcuna coppa mi ha fatto desistere, almeno per quest'altro anno).
    Orbene ho sfruttato il timore che ha generato nel presidente Vryzas di potermi "perdere", per chiedere ed ottenere diversi "privilegi": ho ridiscusso la politica societaria secondo cui giudicare il mio operato (ho tolto l'obbligo di ingaggiare solo giovani per la prima squadra, nonostante cerchi di farlo comunque, ma ora "cum grano salis"); ho ottenuto di dar via ai progetti per l'acquisto dello stadio, il Toumbas, e il miglioramento delle strutture giovanili e d'allenamento per la prima squadra (progetti che saranno pronti tra giugno e ottobre dell'anno prossimo, 2016, e a cui seguiranno i lavori veri e propri e la parte "operativa"); infine ho fatto in modo di affiliare una squadra argentina (il San Martìn) da cui poter attingere per eventuali talentuosi prospetti.
    Ho comunque tenuto bassi i miei emolumenti, di modo da potermi lasciare libero e appetibile dagli altri club, visto l'esiguo indennizzo che spetterebbe al PAOK.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    Decisamente problematico sarà registrare la difesa, ho organizzato molte amichevoli prestagionali per sopperire in fretta. Speriamo.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Sfruttando occasioni ho piazzato altri colpi di mercato prima del termine della finestra, a breve notizie.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Una idea che ha portato al movimento di quattro giocatori, due in entrata e due in uscita, più un'altra idea che ha portato un altro giocatore. Tutto questo a campionato già iniziato, negli ultimi giorni di Agosto.

    Partendo dall'ultima, il prestito per due anni di Simone Scuffet dall'Udinese per fare il secondo portiere. Purtroppo appena arriva, dopo pochi giorni, firma un nuovo quadriennale. Ad ogni modo cercheremo in questi due anni di strapparlo ai Pozzo, anche se sarà dura. Comunque in ogni caso Glykos diventa 3° portiere.

    La seconda idea nasce dal fatto che contemporaneamente mi accorgo che il capitano Skondras, terzino destro è seguito da alcune squadre. Lo propongo a 5 mln, ne ottengo 3 dallo Sparta Praga. Al suo posto un titolarissimo, Lorenzo De Silvestri, svincolato, un passato in Lazio e Fiorentina. Potenziamo pertanto la fascia destra, ma mi accorgo che ora mi manca un giocatore cresciuto nel vivaio nazionale. Seguendo sempre la regola "uno ne entra, uno ne esce", vendo I.Perez, sempre a 3 mln, all'Avellino, neopromosso in A. Al suo posto uno straniero, un mozambicano, ma cresciuto calcisticamente in Grecia: Simão, svincolato dal Levante, tanti anni nel Panathinaikos.

    Ne usciamo davvero rinforzati, e nonostante alzo il monte ingaggi, guadagno parecchio dalla vendita dei miei...

    ...si chiude il mercato.

    (non cito i tanti prestiti dei molti giovani promettenti che ho mandato in giro)
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    Soprattutto ho cercato di combinare giocatori giovani dalla elevata potenzialità (e futura eventuale plusvalenza, come ad esempio i due "gemellini francesi del gol") con giocatori più anziani dal rendimento costante (come dici tu) e da una caratura già internazionale (acquisti come Vyntra vanno visti in questo senso)
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Dopo un precampionato in cui siamo andati a imparare come si prendono le batoste contro Chelsea, Milan e Tottenham, iniziamo il campionato affrontando una neopromossa, il Kerkyra, di stanza nell'isola di Corfù. E' subito goleada, un 4-1 in cui Wijnaldum apre le danze direttamente su punizione, molto defilata sul lato sinistro, e poi completa l'opera una tripletta di Michel (un rigore). La fiducia alla coppia titolare della passata stagione, Michel-Kodja, me la ripaga solo il brasiliano.

    Segue la trasferta contro un'altra neopromossa, l'Ergotelis, in cui a partire titolari lì davanti sono Michel e uno dei due francesi, Jean. E quest'ultimo emula il brasiliano alla prima partita. Nello 0-3 finale le reti sono tutte sue (un rigore anche per lui). Che abbiamo già trovato la coppia titolare lì davanti?

    Contro l'Asteras Tripolis, al Toumba, la partita si decide tra l'ultimo minuto di recupero del primo tempo, in cui segna Jean, e il primo della ripresa, in cui pareggia Sevilla. 1-1 e tutti a casa. Piccolo passo falso, ma c'era da aspettarselo, ancora l'amalgama con tutti questi nuovi, c'è da trovarla.[hr]
    Sorteggi Champion's League

    Finiamo nel gruppo G, sorteggiati assieme alla testa di serie Real Madrid, in seconda fascia c'è il Bayer Leverkusen, e a completare l'FC København. Il terzo posto è il risultato minimo che ci poniamo. Anzi, che mi pongo io. Per Vryzas, già l'aver intascato 8,6 mln solo per essere qui, a lui va già bene così. Ad analizzarla meglio, credo che con il Leverkusen, in casa, forse possiamo fare il colpaccio, o magari strappare un pari, mentre sarà col København che dovremo fare punteggio pieno.

    L'Olympiakos non passa le qualificazioni e passa direttamente in Europa League, ai gironi, unica rappresentante del calcio greco in questa competizione come noi nell'altra, in compagnia di Roma, Lorient, e Illichivets: può farcela a prendere il secondo posto. Competizione quest'ultima che però forse è una delle più difficili della sua storia, perchè, oltre ad aspettare le terze dei gironi di Champions, vede già presenti squadre come Chelsea, Ajax, Shaktar, Napoli, Borussia Dortmund e Manchester United, oltre alla già citata Roma: praticamente una Champion's League #2.[hr]

    CLASSIFICA DOPO 3 GIORNATE

    Veroia 9 Panthrakikos 4
    Olympiakos 9 Panaitolikos 3
    Asteras Tripolis 7 Olympiakos Volou 3
    PAOK 7 Ergotelis 3
    Aris 6 AELK 3
    Giannina 6 Panathinaikos 3
    Niki Volou 6 Atromitos 1
    OFI 4 Levadeiakos 0
    Kerkyra 4 Panionios 0

    Brutta partenza del Panathinaikos, pessima quella dell'Atromitos.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Settembre inizia in realtà verso metà mese, per via della pausa delle nazionali. In previsione però del delicatissimo esordio in Champion's League di lì a tre giorni, contro il Niki Volou schiero diverse seconde linee. Ma non rinuncio al mio nuovo bomber Jean; piuttosto lo metto in coppia con l'altro francesino Maupay. E dopo appena un minuto e mezzo Jean mi ringrazia della fiducia timbrando il cartellino. Veniamo immeritatamente raggiunti però alla mezzora. E nonostante ripetuti assalti rimane invariato fino all'84° con un supergol dalla distanza, un missile targato Pelè che ci riporta in avanti. Ma Jean vuole la doppietta, la realizza un minuto prima del 90°: 1-3!

    La musichetta della Champion's League, in uno stadio come la BayArena contro il Bayer Leverkusen, che ha giocatori più forti dei nostri, potrebbe far venire la "tremarella" a molti, a me di sicuro. E anche alla squadra, tant'è vero che dopo 20 minuti stiamo sotto di due, realizzati dal loro trequartista coreano, Koo Ja- Cheol. Ma noi non è che non giochiamo, anzi affatto, teniamo il campo e ci proponiamo anche noi lì davanti e più volte il loro portiere, ter Stegen, deve compiere autentiche prodezze. La risposta arriva dopo poco, passata la mezzora, è sempre Michel a dare la sveglia, e ci riporta più vicini a loro. Nel secondo tempo, ancora noi che dettiamo il ritmo, il modulo ora è un 4-3-3 offensivo, ed è Jean, dopo quasi un'ora che ci porta in parità. Siamo in estasi e ci crediamo ora. Almeno fino al 73°, in cui un loro centrocampista ci punisce dal limite, 3-2 e nonostante i nostri sforzi il punteggio resta invariato. Ma sono contento dei miei ragazzi, poteva andare anche diversamente, è stata sfortuna.
    Intanto il Real passeggia sul København facendogliene addirittura 9 (nove!!!) e lasciandogli solo il gol della bandiera. Bene per noi.

    Tornati in patria, ci sfoghiamo sul Giannina , 2-0 in casa con gol di Kana-Biyik e Tachtsidis, e in Coppa di Grecia contro l'AEK Atene, risalita in seconda divisione dopo il crack finanziario e già punta la massima serie. Per noi è il Derby Dikefalon, il derby delle doppie teste: entrambi abbiamo come stemma l'aquila a due teste; rifiliamo loro uno 0-4 con doppietta di Kodjia (si sblocca finalmente) e gol di Kace e Maupay.

    Questa volta al Toumba, tutto esaurito, siamo venuti per vedere giocare i campioni, quel Real Madrid che di Champion's League e Coppe Campioni ne conta ben nove, e da la caccia alla "Decima". Ma nonostante l'enorme divario tecnico, la nostra grinta non è seconda alla loro e lo dimostriamo già dopo appena 4 minuti, con gol su calcio d'angolo (dopo averne "quasi" subito uno al primo minuto e avergli risposto il minuto successivo), l'autore è Michel. La cosa finisce lì. Una goffa autorete su calcio d'angolo e Di Marìa due minuti dopo portano il Real in vantaggio già al 17°. E 1-3 alla mezzora, con Ronaldo. Rincuoro i miei nell'intervallo, ma li carico anche, e giochiamo col 4-3-3 offensivo usato anche a Leverkusen. E ci premia, al 57°, sempre con Michel, siamo ad un passo, dal blasone, dall'impresa....ma resteremo ad un passo purtroppo, perchè perdiamo 2-3, esattamente come a Leverkusen.
    Altra notizia non positiva: il København vince 1-0 sul Bayer...e ora siamo ultimi, nonostante sia davvero felice di come ci stiamo comportando. Solo il risultato ci manca.

    Ancora una volta, torniamo a casa e ci sfoghiamo, 0-5 sul Veroia, doppietta di Wijnaldum e tripletta di Jean (ormai lui e Michel due idoli insostituibili) a casa loro; e 4-2 il derby contro l'Aris (Maloca, Simao, Maupay e un'autorete).

    Andiamo a Copenhagen, per la sfida di Champion's League contro il København, ma ci accorgiamo che, nonostante mi aspettassi una vittoria, loro sono davvero ostici, almeno in casa, e se hanno fermato il Leverkusen, riescono per metà anche contro di noi: finisce in pari, 2-2 (Michel e Jean, chi altri?) e restiamo ultimi, a un punto, dopo l'andata del girone. Il Real ammazza anche il Bayer Leverkusen (5-0) pertanto incredibilmente secondo è il København. Ora si fa molto complicata.

    Real Madrid__________p.ti 9 (+14)
    FC København________p.ti 4 (-7)

    Bayer Leverkusen_____p.ti 3 (-5)
    PAOK Salonicco_______p.ti 1 (-2)

    Wijnaldum firma lo 0-1 sull'OFI a Creta, mentre Vyntra (e un'autorete) si rende protagonista nel 2-0 all'AEK nel ritorno di Coppa di Grecia.[hr]

    CLASSIFICA DOPO 10 GIORNATE

    Olympiakos 24** Kerkyra 11
    Asteras Tripolis 24 Ergotelis 11
    PAOK 22** Niki Volou 11
    Giannina 18 Panionios 9
    Veroia 16 Atromitos 8*
    Panathinaikos 16* Panthrakikos 8
    OFI 14 Olympiakos Volou 7*
    Aris 14* Levadeiakos 6
    Panaitolikos 13 AELK 6

    *=una partita in meno
    **=due partite in meno
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    ...e non si ferma più
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Il giorno di Ognissanti (qua in Grecia forse si tradurrebbe con Panagiotis) giochiamo contro l'AELK, in casa , tre giorni prima della delicatissima e fondamentale prima partita di ritorno del girone di Champion's League. Ad esclusione di Miguel Rosa, Simao e Wijnaldum, gioca una squadra diversa. Kodjia apre le danze al secondo minuto, e dopo un quarto d'ora stiamo già 3-0 con la doppietta proprio dell'olandese. Finirà così, gestiamo comodamente la partita.

    E arriva la fondamentale partita contro il København in Champion's League. Stavolta a casa nostra. Stavolta non ci si può accontentare meno dei tre punti. Gioco con il mio classico modulo, il 4-3-1-2. Ma in Coppa ha meno efficacia che in campionato, nonostante ciò, e nonostante un dominio pressochè netto, fatichiamo, e portiamo a casa solo uno striminzito 1-0. Ma i tre punti bastano e avanzano. E anche il milione di premio. Il Real passeggia nuovamente sul Leverkusen, 0-2 in Germania.

    Al Panaitolikos rifiliamo 4 gol (gol di Kodjia all'inizio, e tripletta del solito Jean), e ne prendiamo uno. Contro il Panathinaikos invece alterno titolari a seconde linee. La partita fra tre giorni contro il Leverkusen è troppo determinante. Ma ormai Kodjia è bravo ad aprire le danze (i suoi ultimi tre gol in campionato li ha segnati al 2° minuto, al 4°, e di nuovo al 2°) e Rybalka, il trequartista ucraino che prende il posto di Wijnaldum, fa doppietta: 3-1.

    Ed è la volta del Bayer Leverkusen, ospite da noi, in Champion's League. Ho notato però che quando abbiamo giocato davvero bene in coppa, contro il Real e anche contro di loro, nonostante le sconfitte, è stato quando ho usato il 4-3-3 offensivo. Forse un modulo che non si aspettano da una "piccola". E allora oso: 4-3-3 sia! Ma è Jean a dettare le regole. E' lui il matador...nel 4-1 con cui ammazziamo il Bayer i gol sono tutti suoi!!! Un poker personale che lo consacra come uno dei migliori attaccanti d'Europa, uno stato di forma assolutamente da top-player, anche se (ancora) non lo è. Siamo in estasi. Siamo secondi, con la certezza di rimanere in Europa, anche se rimane da stabilire in quale competizione. Nonostante il Bayer sia ancora la favorita per l'ultima partita in casa contro il København, questa in casa si è dimostrata durissima, non perdendone mai una ma vincendo coi tedeschi, e pareggiando sia contro di noi che addirittura quest'ultima contro i blancos!!! Ma per nostra fortuna, ora giocheranno in trasferta.
    Forza Bayer!!!! A loro il pareggio non serve a niente, ma a noi il loro "X" basta e avanza, anche se, come è ovvio, andremo a perdere al Bernabeu.

    Real Madrid__________p.ti 13 (+16) Q
    PAOK Salonicco_______p.ti 7 (+2)
    FC København________p.ti 5 (-8)
    Bayer Leverkusen_____p.ti 3 (-10)

    Col Panthrakikos si conclude un mese in cui vige la legge di Kodjia. Indovinate infatti chi apre le danze? E in quale minuto? Bravi, Kodjia al secondo. Seguirà Rybalka, che ci riporta meritatamente in vantaggio dopo l'unico gol, con l'unico tiro, segnato da punizione, in tutta la loro partita: 1-2.

    Movimenti di mercato, soprattutto tra i giovani e altri credo che arriveranno. A tempo debito saprete.

    CLASSIFICA DOPO 14 GIORNATE

    PAOK 34** Panionios 15
    Olympiakos 33** Atromitos 14*
    Asteras Tripolis 33 Kerkyra 14
    Giannina 26 AELK 12
    Veroia 24 Ergotelis 12
    Panathinaikos 22* Panthrakikos 11
    OFI 22 Niki Volou 11
    Aris 20* Olympiakos Volou 11*
    Panaitolikos 19 Levadeiakos 9

    *=una partita in meno
    **=due partite in meno
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    Infatti giocherò cmq col 4-3-3...e con Jean

    ps: per non fraintenderci, con 4-3-3 intendo i tre CC e le tre punte in linea
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    L'andata del terzo turno di Coppa di Grecia la giochiamo in casa del Panionios. Castro e Athanasiadis firmano i nostri gol dell'1-2.

    A tre giorni dalla delicatissima trasferta al Bernabeu dobbiamo affrontare l'Olympiakos. Decido di privilegiare comunque la partita coi madrileni, ma attuando un turnover "leggero". Ad ogni modo la punta principale è il giovanissimo Maupay affiancato da Kodjia. Ed è proprio il francese che realizzerà una doppietta. Assieme al gol di Pelè, iniziale, battiamo i nostri rivali per 3-2.

    Ce la giochiamo in attacco l'ultima giornata del gruppo di Champion's League contro il Real Madrid, schierando il 4-3-3. Peccato che Di Maria (tripletta) e Ronaldo (doppietta) facciano il bello e cattivo tempo...Nonostante i due gol che segna Michel finisce 6-2 per loro. Beh, la notizia di giornata non doveva arrivare dal nostro campo, ma da quello di Leverkusen, dove il Bayer conferma che il København fuori casa è tutta fuffa. Schiantano i danesi 4-1, si qualificano per l'Europa League a scapito loro e noi restiamo secondi nel girone...continueremo in Champion's!!!

    Real Madrid__________p.ti 16 (+20) Q
    PAOK Salonicco_______p.ti 7 (-2) Q
    Bayer Leverkusen_____p.ti 6 (-7) EL
    FC København________p.ti 5 (-11)

    Se diamo un'occhiata alle qualificate viene da piangere. Solo top-team, o quasi. Almeno dal nostro punto di vista. E nonostante ciò ci va quasi bene. Al sorteggio peschiamo al Juventus di Conte, squadra che è sicuramente nettamente più forte di noi, ma con cui possiamo al limite giocarcela (in casa nostra).

    Gli accoppiamenti:

    Barcellona-Tottenham
    Man City- Ol. Lyonnais
    Monaco-Bayern Monaco
    Liverpool-Milan
    Arsenal-Inter
    PSG-Real Madrid
    Zenit-Porto
    PAOK-Juventus

    In Europa League, l'altra greca, l'Olympiakos, ce la fa a piazzarsi seconda dietro la Roma, nel suo girone. Ai sorteggi poi però pesca lo Schalke.

    Un appunto alla formazione under20. Nella Champion's U19, nel girone esattamente identico "dei grandi" ci piazziamo primissimi, con 15 punti su 18 a disposizione, davanti al Bayer Leverkusen (10p.), estromettendo Real Madrid (7), e København (3). Andremo a giocarcela contro lo Stoccarda Primavera.

    Di nuovo il Panionios, di nuovo a casa loro, stavolta in campionato. Nell'1-3 ci sta, oltre alla rete di Jean (una tassa ormai), anche la doppietta di Miguel Rosa.

    E Jean segna ancora anche contro l'Ol. Volou, però dopo che Kodjia ci aveva tentato per ben due volte a battere a rete; alla terza respinta in faccia al portiere, arriva lui e segna. Kodjia segnerà più tardi, assieme ad un loro autogol per completare il 3-0.

    Molto turnover col Levadeiakos, e Athanasiadis ne approfitta per segnare una doppietta. Segneranno anche Maloca, Maupay, e Rybalka: 5-1.

    Contro l'Atromitos invece l'ultima gara del girone d'andata e dell'anno solare: facciamo difficoltà perchè loro hanno tanto culo. 3-3 con doppietta del difensore centrale Mazuch e gol del neoentrato Kodjia.

    CLASSIFICA DOPO 17 GIORNATE

    PAOK 47 Panionios 21
    Olympiakos 45 Atromitos 21
    Asteras Tripolis 36 Kerkyra 20
    Veroia 33 Panthrakikos 17
    Giannina 30 AELK 15
    Panathinaikos 26 Ergotelis 15
    Panaitolikos 25 Niki Volou 14
    Aris 23 Olympiakos Volou 14
    OFI 22 Levadeiakos 9
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    io escludendo i terzini NON HO GIOCATORI DI FASCIA
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Come al solito, per comprare, prima vendiamo. Per liberare il posto in squadra e per coprire le spese (anche se fino ad adesso ci ho addirittura sempre guadagnato).

    Pertanto vendiamo due giocatori: S. Rybalka, che se ne va allo Spartak Mosca per 5 mln (l'avevo preso a 0), e all'ultimo giorno di mercato, per ripristinare un po le casse, anche il giovane Hartmann, 16/17 anni, tedesco, che va al Dortmund (me l'aveva già chiesto in passato), sempre per la bellezza di 5 mln (l'avevamo preso per poche migliaia di euro): una promessa in attacco, ma già ne ho altri meglio di lui, e ne ho pure comprato un altro ancora, quando sarà maggiorenne arriverà.

    Vediamo chi entra: escludendo i molti giovanetti di belle (alcuni splendide) speranze, ma su cui investo anche abbastanza, per ora ne presento due, che arrivano direttamente in prima squadra.

    Il primo è un ventunenne brillante centrocampista (più mediano a dire il vero, ma lo sto già "riqualificando" a centrocampo) peruviano, lo pago 300k euro, e me lo danno in buona crescita. Si chiama Wilder Cartagena.

    L'altro è il deputato a sostituire Rybalka. O meglio, a competere direttamente con Wijnaldum per la maglia da trequartista titolare. E' iracheno (con la cui nazionale ha già giocato per più di 30 volte), ha 19 anni, e lo strappiamo al Feyenoord, che l'aveva acquistato l'estate precedente per 3 mln (con loro, 15 presenze, 5 gol, e 5 assist in metà campionato, media di 7.33), ma l'aveva messo sotto contratto con una clausola rescissoria di "soli" 7 milioni e mezzo; bassa, per il valore del giocatore, e soprattutto per le sue potenzialità. E' così che mi privo della somma rescissoria tutti sull'unghia (il presidente aveva già provveduto a rimpinguare il fondo acquisti visto che le finanze erano floride) per comprare Humam Tariq.

    Considerando anche la scorsa estate, il saldo acquisti-cessioni ci vede in positivo. A fronte dei 27.38 mln spesi, ne abbiamo incassati 51.44, con un attivo di ben +24.06, che ci consente di far fronte agli stipendi (34.23 mln complessivi) e farci rimanere attualmente con 12.6 mln in bilancio.

    E poi ci sono i parametri zero.

    Per la prossima stagione metteremo a contratto due importantissime pedine: uno è un portiere, attualmente al Basilea, svizzero e molto forte, riserva di Benaglio nella sua nazionale: Yann Sommer. Sostituirà Falcòn, che cederemo, anche perchè Scuffet lo vedo sempre più "lontano", viste le richieste esorbitanti dei Pozzo (oltre 20 mln) e il rinnovo firmato da poco.
    L'altro è riserva al Barcellona, 22enne, brasiliano d'origine ma spagnolo d'adozione, futuro talento ma già un ottimo giocatore, e anche lui trequartista. Infatti ho in mente di far fare una grande stagione a Wijnaldum e poi monetizzare (l'abbiamo preso a zero pure lui, a Luglio). Il futuro titolare (che giocherà assieme a Tariq) si chiama Rafael Alcantara do Nascimiento ma è conosciuto come Rafinha.

    Sto volutamente escludendo dalle presentazioni i giovani che sono arrivati e che arriveranno. Quando diventeranno "materiale da prima squadra" li presenterò.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Il Kerkyra apre le danze di quest'anno, con Michel che realizza una tripletta, tutti suoi i gol nell'1-3. L'Ergotelis invece ha il "coraggio" di segnarci per primo, dopo pochi secondi di inizio, credendo anche di poter fare la partita. Dopo tocca noi però e ne facciamo 7 (sette!), con doppiette di Michel e Wijnaldum, e gol di Jean, Tachtsidis e Rybalka.

    Al ritorno di Coppa di Grecia col Panionios, riescono a rimontare l'1-2 dell'andata, segnando lo stesso numero di gol (assolutamente immeritatamente, rigore compreso) e andando così ai supplementari. Kodjia, dopo aver segnato il primo gol, realizza anche il secondo impedendo i rigori e portandoci al turno successivo.

    Un altro 2-2, stavolta in campionato, contro l'Asteras Tripolis a casa loro. In effetti la mia mano si nota ancora dopo un anno e mezzo. La formazione che strappa il pareggio è per 8 undicesimi la mia ex formazione. Di Wijnaldum e Jean i nostri gol.

    Poi incontriamo il Niki Volou per due volte consecutive: prima in campionato, dove la doppietta di Michel, e i gol di Kana-Biyik e Jean strappano il nostro 4-2 casalingo; poi in Coppa di Grecia, a casa loro, per l'andata dei Quarti di Finale, e anche lì vinciamo, per 1-2 (gol dei due centrali Maloca e Vyntra entrambi da corner).

    Chiudiamo il mese con la vittoria contro il Giannina in trasferta, per 0-2 (Mazuch e Miguel Rosa).[hr]

    CLASSIFICA DOPO 22 GIORNATE

    PAOK 60 OFI 29
    Olympiakos 60 Kerkyra 27
    Asteras Tripolis 43 Panionios 26
    Veroia 41 Ergotelis 24
    Giannina 37 Panthrakikos 21
    Panaitolikos 34 AELK 18
    Atromitos 31 Olympiakos Volou 18
    Aris 30 Niki Volou 15
    Panathinaikos 30 Levadeiakos 14

    L'Olympiakos tiene il passo nostro. Spiace vedere il Panathinaikos così in basso, se non avessi avuto la chiamata del PAOK mi sarebbe piaciuto riportarlo ai fasti di un tempo. Mi fa piacere invece vedere il "mio" Asteras così in alto, speriamo tenga.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    e non sai quanto....!!!!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    La partita in casa contro l'Atromitos è decisa da una doppietta di Michel (uno su rigore) e gol di Jean. Loro con due gol dalle uniche occasioni che hanno ottengono il massimo col minimo e finisce 3-2.

    Asfaltiamo anche l'Olympiakos Volou a Volos, sommergendolo con una manita (tripletta di Jean, gol di De Silvestri e Wjinaldum), e finisce 1-5.

    Al ritorno di Coppa di Grecia incontriamo l'altra squadra di Volos, il Niki Volou, e ci sembra non giusto riservare un trattamento diverso, pertanto altra manita. Stavolta finisce 5-0 con doppietta di Tariq e gol di Maupay, Kodjia e Kitsiou. In Semifinale troveremo l'Olympiakos. Nell'altra semifinale si incontreranno Olympiakos Volou e Giannina, di ben altro spessore rispetto alla nostra partita.

    In casa però contro il Veroia incappiamo in una giornata sterile: al gol di Jean loro rispondono nel secondo tempo e non riusciamo ad andare oltre il pari, 1-1. Sorpasso Olympiakos che sta tenendo una media pazzesca!

    Nel derby "fuori casa" con l'Aris una tripletta di Maupay ci consegna i tre punti: 1-3 il risultato finale.

    Arriviamo all'andata della Prima Fase ad eliminazione diretta di Champion's League contro la Juventus. Giochiamo in casa. Loro partono fortissimi, o forse siamo noi a rimanere imbambolati. L'inesperienza paga e dopo venti minuti siamo sotto di due reti, una di Tevez, l'altra di Marchisio. E lì suona la sveglia, ci svegliamo dalle due sberle e rispondiamo. Comincia Michel, dopo 4 minuti, ad accorciare prima dell'intervallo. Sprono i miei, ci credo. E ci credono anche loro. Il pari lo raggiungiamo con Tachtsidis su incornata da calcio d'angolo, e all'80° di nuovo Michel realizza la doppietta. Finisce 3-2, loro restano ancora favoriti, ma con due risultati su tre passeremmo noi. Sono fiero dei miei, comunque vada.

    Il mese si conclude in malo modo, con un altro pari, in casa dell'AELK, finisce 3-3 (Kodjia, Maupay e autorete)

    CLASSIFICA DOPO 28 GIORNATE

    Olympiakos 72* OFI 34*
    PAOK 71* Atromitos 33
    Veroia 52 Panionios 30
    Asteras Tripolis 51 Ergotelis 29
    Giannina 49 AELK 28
    Panaitolikos 47 Levadeiakos 25
    Kerkyra 42 Panthrakikos 24
    Aris 37 Olympiakos Volou 24
    Panathinaikos 37* Niki Volou 19

    *=una partita in meno
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    "http://www.m4d.it/forum/attachment.php?attachmentid=6186]Allegato 6186[/url]

    Ultima modifica di Ciroxs; 04-10-2014 alle 09:54

  6. #6
    Bandiera L'avatar di enigmainsoluto
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Verde Umbria
    Messaggi
    6,028
    Menzionato
    122 Post
    Taggato
    0 Thread

    Squadra preferita
    A Maggica
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Mese decisivo, Marzo.

    E inizia bene, con la vittoria casalinga contro il Panaitolikos, con gol di Michel e Maupay, anche se solo per 2-1, il che mi preoccupa un poco.

    Preoccupazioni più che giustificate dal momento che nella trasferta successiva contro il Panathinaikos la scarsissima vena realizzativa fa sì che Jean riesca a pareggiare soltanto al 90° minuto: 1-1. Pareggio che consente all'Olympiakos di passarci nuovamente avanti, di un punto.

    Nonostante ciò, in casa contro il Panthrakikos sono costretto a fare molto turnover, perchè dopo mi aspetta un tour de force. Bastano le seconde linee per abbaterlo con un sonoro 4-1 (gol iniziale di Maupay, doppietta del giovane e talentuoso trequartista iracheno Tariq e chiusura di Kana-Biyik da calcio d'angolo).

    Il tour de force che chiude il mese inizia col ritorno del Primo turno ad eliminazione diretta della Champion's League contro la Juventus, a Torino. Schieramento e atteggiamento prudente il nostro, anche se vedo che Simao al centro del campo perde troppi palloni, i suoi passaggi laterali son quasi tutti intercettati. Non mi pongo nessuno scrupolo nell'intervenire prima che sia tardi e dopo nemmeno venti minuti lo sostituisco con Kace. Nell'unica azione nostra del primo tempo, la fanno loro pure quella. Nel senso che è Pogba su nostra pressione a passare indietro al portiere, Muslera, che tenta di ripassare sulla sua destra ma Jean intuisce, intercetta e insacca a porta sguarnita. E passiamo in vantaggio!!! Sono euforico! Poi continuano loro a comandare il gioco, e nemmeno due minuti dopo, dagli sviluppi di un calcio d'angolo è Llorente a pareggiare. Andiamo all'intervallo e trasmetto concentrazione ai miei. Che mi ascoltano, e nel secondo tempo siamo più intraprendenti, fino a che è Wjinaldum, dopo una traversa secca di Jean, a insaccare addirittura per il vantaggio. La partita finisce così, espugniamo lo Juventus Stadium per 1-2 e passiamo ai Quarti di Finale, addirittura, dove il sorteggio ci è abbastanza benevolo (nonostante siano tutte più forti di noi): peschiamo l'Olympique Lyonnaise di Dzeko, Gonalons, De Vrji, Grenier e molti altri.

    Pertanto ora, per finire il mese, incontreremo nell'ordine due volte l'Olympiakos, campionato e andata della semifinale di coppa, e di nuovo Champion's League contro l'Olympique Lyonnaise. Strano scherzo del destino no?

    Ma ora rituffiamoci in campionato, la partita è più che decisiva, ci serve per tornare in testa al campionato. Giochiamo in trasferta e l'Olympiakos intende farci sudare. Ma non conta che a sudare di più saranno loro. Inizia male per noi che subiamo due gol di fila all'inizio, e dove De Silvestri ha notevoli colpe. Anche qui, dopo venti minuti esce ed entra Kitsiou. La partita cambia e prima dell'intervallo non solo rimontiamo, ma andiamo pure in vantaggio. La partita finisce 4-3 con tripletta di Jean e sigillo di Wjinaldum, torniamo in testa e mettiamo pressione psicologica anche per la coppa.

    Coppa di Grecia che arriva dopo pochi giorni, stavolta è l'Olympiakos a dover giocare a casa nostra, e la differenza di campo si sente. Ci imponiamo con un 3-1 (Michel, Jean, Michel) che ci lascia ben sperare per il ritorno. Questo doppio ko mette in crisi di risultati la squadra del Pireo e a due partite dalla fine (che per noi sono addirittura tre) ora si trova sotto di due punti dalla vetta.

    Ma ora dobbiamo concentrarci sulla Champions League. I Quarti di Finale contro l'Olympique Lyonnaise cominciano a casa nostra. E cominciano bene, il gioco è ben alternato tra le due squadre, ma il nostro è più efficace e dopo un gol annullato per fuorigioco, è Wjinaldum a segnare il vantaggio. Purtroppo sarà Dzeko a pareggiare, approfittando di un generosissimo rigore che l'arbitro assegna loro. Finisce 1-1, risultato che serve più a loro che a noi. Temo che l'avventura europea finirà qua. Che comunque è già un gran risultato.

    Gli altri risultati dei Quarti vedono il Porto piegare il Milan 2-0 a Oporto; nel derby londinese, il Tottenham vince 1-0 in casa contro l'Arsenal; e a Madrid il Real passeggia 4-1 sul Monaco.

    CLASSIFICA DOPO 32 GIORNATE

    PAOK 81* Atromitos 41
    Olympiakos 79 OFI 38*
    Veroia 58 Ergotelis 37
    Asteras Tripolis 57 Panionios 36
    Giannina 55 AELK 32
    Kerkyra 48 Levadeiakos 29
    Panaitolikos 47 Panthrakikos 28
    Aris 43 Olympiakos Volou 26
    Panathinaikos 43 Niki Volou 26

    *=una partita in meno
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    Chi visse sperando...
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Aprile è stato un mese agrodolce.

    Si comincia con il dolce.

    In casa contro il Panionios vinciamo 4-1 (Sallahi, Tariq, Kodjia e Kana-Biyik) nonostante le molte seconde linee in campo, in vista del ritorno di Champions

    Ai Quarti di Champions League, contro l'Olympique Lyonnais, loro cominciano come all'andata: con un culo pazzesco!!! Si salvano numerose volte e poi passano in vantaggio; raddoppiano su calcio d'angolo alla seconda occasione. Ci spingiamo tutti in avanti e questo fa sì che loro sfrutteranno altre occasioni. Noi andiamo in gol solo con Tachtisidis ma il risultato bugiardamente dirà 4-1 per loro. Siamo fuori. Peccato, ma sono comunque contento dei miei ragazzi, battaglieri fino alla fine.

    Contro l'OFI in casa nostra con una giornata d'anticipo ci laureiamo Campioni di Grecia per il secondo anno consecutivo grazie a un altro 4-1. Segnano Kodjia, Jean fa doppietta e segna pure Sallahi, giovane terzino strappato al Bayern Monaco. E' festa.

    Segue un altro risultato roboante, in campo tante seconde linee ed esordio pure per il giovanissimo terzino sinistro Nakamura (assist per lui), considerato una futura stella mondiale. Finisce 0-5 contro il Levadeiakos, in trasferta (Wjinaldum, Mazuch, Michel e capolavoro di Cartegena oltre a un'autorete).

    Contro l'Olympiakos in Coppa di Grecia Jean segna la rete che ci permette con un 1-1 finale di arrivare in finale.

    Ecco l'agro.

    Finisce 2-4 dopo i tempi supplementari per il Giannina, che si aggiudica la Coppa di Grecia. Noi abbiamo giocato in 10 per l'espulsione di Kace per tutti i supplementari, dove sono arrivati i due gol che ci hanno sorpassato. Partita giocata male dai miei, e giusto così.


    CLASSIFICA FINALE

    PAOK 90 C Panathinaikos 44
    Olympiakos 83 CL OFI 42
    Veroia 62 EL Panionios 39
    Giannina 61 EL Ergotelis 37
    Asteras Tripolis 61 EL AELK 35
    Kerkyra 48 Levadeiakos 32
    Atromitos 47 Panthrakikos 31 R
    Panaitolikos 47 Niki Volou 27 R
    Aris 46 Olympiakos Volou 26 R

    La Champions viene vinta ai rigori dall'Arsenal contro l'Olympique Lyonnais, dopo che avevano eliminato rispettivamente Real Madrid e Porto. Il nostro Michel si laurea Scarpa d'Oro della Champion's League, con 9 gol come Di Maria e Ronaldo, ma con sole 10 presenze e il PAOK è la squadra rivelazione della competizione.

    Il Manchester United vince la Euro League.

    Il mattatore quest'anno però si chiama Corentin Jean, capocannoniere del campionato, e che complessivamente realizza qualcosa come 37 reti in 34 presenze!!! Dietro Michel a 25 (32 presenze) ma con 14 assist. Meglio di lui, Wjinaldum con 15 assist, e 15 gol in 35 presenze. Ottima stagione anche di Miguel Rosa, di Maupay, Kodjia, Strinic e Kitsiou sulle fasce, e il buon apporto di Tachtisidis.

    Qui sotto un riepilogo

    Allegato 6187

    Nel frattempo la società compra lo stadio, ora di proprietà, e inizia un nuovo miglioramento per le strutture giovanili e di allenamento.

    A breve scadrà il mio contratto con il PAOK. Se ci saranno occasioni le valuterò altrimenti continuo, pur rendendomi conto che più di così è difficile a Salonicco.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Alla fine mi decido e firmo un rinnovo per altri tre anni, dopo essere stato vicino alla panchina del Monaco, ma alla fine hanno preferito Benitez, che sostituisce Villas Boas accasatosi a Barcellona.

    Anche quest'anno, come al solito, grossi movimenti di mercato. Anche cessioni "eccellenti" per far cassa e migliorare comunque la rosa subito e in prospettiva.

    CESSIONI

    Vanno via il portiere Falcòn, per 600k, a Norimberga; il terzino sinistro Tzavellas per 875k va all'Heracles; a centrocampo e attacco le cessioni più "dolorose", ma anche più remunerative: vanno via infatti Pelè, sempre al Norimberga, per la cifra di 1.8 mln; Castro che voleva rinnovare a cifre improponibili per il valore che apportava, pertanto lo cedo al Wigan per 2.3 mln; la cessione più dolorosa è quella di Wijnaldum che non avrei voluto vendere, ma il suo posto era già prenotato: si accasa allo Stoccarda per 7 milioni, preso l'anno prima a parametro zero, appena arriva là il suo valore schizza a 17, ma per il mercato greco non potevo davvero chiedere di più (non che non ci abbia provato tuttavia); in attacco va via il capocannoniere di Uefa 2015 e Champion's League 2016, l'eroe Michel, anche lui con dispiacere, ma ormai ventinovenne, andante per i 30, lo cedo alla Sampdoria per 4.2 mln rateali (in due anni); va anche Kodjia per 2.8 mln al Middlesbrough (Championship) e Athanasiadis per 2 mln al Monaco 1860. Totale: 21.62 mln. Niente male!

    ROSA 2016/2017

    Il modulo di gioco principale rimane il 4-3-1-2.

    Come al solito i nomi sono "cliccabili", quelli scritti in corsivo sono i nuovi acquisti (compreso chi verrà promosso dalla U20).

    PORTIERI

    Con la partenza di Falcòn, il nuovo titolare viene dal Basilea, a gennaio ha firmato per noi, ed è Yann Sommer, portiere di sicuro livello europeo. Restano Simone Scuffet (secondo anno di prestito dall'Udinese) e Panagiotis Glykos a fare rispettivamente da secondo e terzo portiere.

    DIFENSORI

    Sull'out di destra rimangono gli stessi dell'anno scorso ma probabilmente si invertiranno le preferenze. Ad ogni modo a contendersi la maglia saranno Lorenzo De Silvestri e Stelios Kitsiou.

    Per la difesa il vero colpaccio viene dallo Schalke 04, dove Mancini l'avevo messo tra le riserve, è greco, ed è un mastino della difesa: sto parlando del forte difensore centrale Kyriakos Papadopoulos, arrivato per "appena" 5.5 mln e che si giocherà una delle due maglie da titolare assieme ai "soliti" Jean-Armel Kana-Biyik e Ondrej Mazuch. A completare il pacchetto dei centrali, il nostro capitano Mario Maloca, velocissimo e duttile anche sull'out di destra.

    A sinistra l'acquisto arriva dalla Primavera. Il titolare sarà ancora Ivan Strinic, mentre Yuri Sallahi il neopromosso fenomeno giapponese Yutaka Nakamura faranno da riserve, col secondo che nei miei piani potrà dividersi anche con l'U20.

    CENTROCAMPISTI

    A centrocampo i ruoli sono abbastanza duttili, nel senso che molti che possono fare da registi possono anche fare da interdittori o anche da centrocampisti totali. Diciamo che i tre che partono con i "favori del pronostico" per quanto riguarda la linea dei titolari sono il regista gigante dai piedi buoni Panagiotis Tachtisidis, a interdire al centro il centrocampista difensivo Simão e il nuovo acquisto (per ora in prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 8 mln tra due anni, proprio quando gli scadrà però il contratto con il Chelsea, "capisc'ammè!") Marco van Ginkel. Altro acquisto per cui ho aperto i cordoni della borsa è stato il giovanissimo regista spagnolo Sergi Samper, canterano del Barça, pagato 10 mln (5 subito e 5 in quattro anni), con controriscatto dei blaugrana fissato a 30 mln ed eventuale percentuale sul guadagno futuro del 15%. Operazione non da poco ma credo parecchio in questo giovane e probabilmente scalerà in breve le gerarchie in squadra. A completare il pacchetto, l'interdittore Ergys Kace, Miguel Rosa, e Wilder Cartagena, la cui crescita verrà monitorata attentamente quest'anno (probabilmente lo cederò in prestito per fare esperienza).

    Nel ruolo di rifinitore offensivo, quello che era di Wjinaldum per intenderci, rimane l'iracheno Humam Tariq e il ben più noto Rafinha strappato a fine contratto dal Barcellona.

    ATTACCANTI

    Accanto al fenomeno francese Corentin Jean e al suo ancor più giovane promettente conterraneo Neal Maupay, affianco il nuovo acquisto dal Palermo (retrocesso) Paulo Dybala, strappato per appena 2.2 mln (un furto considerato che l'avevano pagato più di 11 mln diversi anni fa), e promuovo uno dei tre più promettenti attaccanti dall'U20 (gli altri li mando in prestito) Roberto Sousa. Anche lui come il giapponese Nakamura si dividerà tra prima squadra e U20.

    Il totale sul fronte acquisti, comprese le spese dilazionate future, ammonta a 17.76 mln con un attivo di 3.62 mln rispetto alle cessioni.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Il ritiro precampionato si svolge in Baviera (l'anno scorso era in Slovenia) al termine del quale affrontiamo l'Eintracht Frankfurt che schiantiamo per 3-0. Peccato che l'ultima amichevole estiva contro la Sampdoria invece, infarcita di seconde linee e under20 a dir la verità, finisca 2-0 per loro.

    Ad ogni modo, prima che inizino le competizioni ufficiali mi pongo gli obiettivi, anche più ambiziosi della dirigenza.

    Obiettivi minimi in patria sono la conquista del Campionato e della Coppa di Grecia. Nessuna deroga.

    In Europa, il minimo risultato che accetto è la qualificazione alla Fase ad Eliminazione diretta, pertanto il secondo posto come minimo nella Fase a Gruppi. Unica deroga può essere il raggiungimento del terzo posto, con conseguente approdo in Europa League, ma a quel punto l'obiettivo minimo saranno le Semifinali.

    Il non raggiungimento di uno solo di questi obiettivi farà sì che entro la fine della stagione (entro e non oltre il 30/06/2017) rassegnerò le mie dimissioni alla dirigenza.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    A dire il vero me ne sono accorto dopo, ero stanco ieri sera quando l'ho fatto e non l'ho visto

    Ad ogni modo conta poi poco, primo perchè ho firmato al minimo dello stipendio pertanto le altre società certo non si spaventeranno per la cifra ridicola che avranno da pagare di penale eventualmente, e poi comunque se vedo che non ho più stimoli mollo direttamente io prima.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Tre giorni dopo l'amichevole con la Samp comincia il campionato, che vede il ritorno (finalmente) dopo tre anni, dell'AEK Atene, penalizzato in terza serie e con una cavalcata ritornato diretto in Superlega: mancava! Noi incontriamo l'OFI in casa. Coppia d'attacco Jean che quest'anno, quando schiero con Maupay, arretro il raggio d'azione a supporto della prima punta, che l'anno scorso era lui. Al contrario con Dybala, Jean torna a manovrare più avanti. Apre le danze Rafinha al debutto ufficiale, segue Jean su rigore pochi minuti dopo e chiude con un 3-0 Maupay, che in progressione scarta un difensore e infila sul secondo palo con potenza e precisione.

    Mi si infortuna Sommer, pertanto devo ricorrere a Scuffet. Il quale con un ottimo tempismo mi dice che fino ad adesso non ha giocato molto e vorrebbe tornare all'Udinese (l'anno scorso ha fatto 14 presenze in campionato, mica da buttare). Gli dico che non se ne parla. Mi chiede perchè. Perchè decido io. E lui accetta.

    Settimana dopo già caldissima: andiamo al Pireo a incontrare l'Olympiakos, e io schiero la formazione della prima giornata eccezion fatta per il terzino destro e un centrocampista. Mi raccomando coi miei giocatori e loro nel primo tempo giocano. Tengono palla, creano azioni, Rafinha si mangia almeno 3 gol, e segnano loro. All'intervallo mi faccio sentire, tolgo Rafinha per Tariq, ma nel secondo tempo non succede nulla. Ma proprio nulla. Solo al 92° evitano un gol già segnato. E arriva già la prima sconfitta per 1-0, e proprio contro i nostri rivali. Malissimo. Il morale della squadra è già basso. Scuffet non benissimo.

    Per fortuna recuperiamo subito. Contro l'Atromitos in trasferta stavolta debutta Dybala, a girare intorno alla prima punta Jean. In difesa torna Mazuch al posto di Papadopoulos. E vinciamo, a casa loro, con un robusto 1-3, con gol del debuttante Dybala (non segnava da dieci partite, con noi si sblocca alla prima) assieme a una doppietta di Jean. Credo proprio che sarà questa la coppia titolare. Anche qua in ogni caso Scuffet non mi ha fornito grandi sicurezze, dava l'idea di essere un po ballerino. Per fortuna che voleva giocare di più. Per fortuna che ora torna Sommer. Per premio in lista per la Champions, portandomi due soli portieri, il terzo escluso è proprio il friulano.

    Ah, la Champion's League! Siamo in terza fascia, e veniamo sorteggiati assieme a Bayern Monaco, Valencia e Legia. Davvero dura quest'anno. La prima sarà in casa contro i polacchi, non possiamo assolutamente perdere punti. Neanche uno.

    CLASSIFICA DOPO 3 GIORNATE

    Olympiakos 9 Kerkyra 3
    AELK 9 Giannina 3
    Panaitolikos 9 Veroia 3
    PAOK 6 Kavala 3
    Panathinaikos 6 Asteras Tripolis 3
    Panionios 6 AEK 1
    Aris 6 Platanias 1
    Atromitos 6 OFI 1
    Levadeiakos 4 Ergotelis 0

    Spicca la partenza a razzo di AELK e Panaitolikos...speriamo l'AEK si riprenda in fretta.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Mese spettacolare, Settembre.

    Iniziamo ospitando l'Asteras Tripolis, la mia ex squadra, a cui rifiliamo una manita (tripletta di Jean e gol di Van Ginkel e Rafinha) e finisce 5-1.

    Iniziamo bene anche il cammino in Champion's League, stavolta la squadra ospitata è il Legia Varsavia, che annientiamo con un secco 3-0 (Rafinha, autogol e Dybala). Il Bayern passeggia 0-4 sul Valencia.

    Rischiamo con il Kalloni (AELK) in trasferta. Segniamo due reti con Dybala e Jean poco prima dell'intervallo. Ma poi nel secondo tempo ci facciamo raggiungere. Per fortuna il terzino sinistro Sallahi, subentrato da pochi minuti a Strinic, all'89° si inventa un capolavoro di punizione dal limite che si insacca sotto il sette. 2-3 e pericolo sventato.

    Riserve in campo contro l'Iraklis in Coppa di Grecia. Giochiamo in trasferta ma ci pensano Tariq, ancora Dybala, e di nuovo Sallahi che è dalla fine della scorsa stagione che segna con la regolarità di una punta: già due in totale quest'anno, come l'anno scorso: 0-3 e ritorno ipotecato. Occasione per esordire per un terzino sedicenne che rileva l'infortunato Kitsiou al 50°.

    Ancora Champion's League, stavolta si va a Monaco di Baviera ad affrontare il Bayern Monaco. La tensione è tanta, spero di non far brutta figura. E tanto spero che la figura brutta la fanno loro. Partita in cui li teniamo, non ci rendiamo pericolosi, ma nemmeno loro, tranne un gol annullato per fuorigioco di Lewandowski nei primi minuti, non combinano niente e finisce a reti inviolate, 0-0. Esulto come avessi vinto la finale. E ora i punti sono già 4 dopo due giornate! Il Valencia vince 0-1 col Legia.


    CLASSIFICA DOPO 6 GIORNATE

    Panathinaikos 13 Atromitos 8
    Aris 13 Veroia 7
    Olympiacos 12 Asteras Tripolis 6
    PAOK 12* Kerkyra 5
    Kalloni 11 Levadeiakos 5*
    Panaitolikos 11 OFI 4
    Platanias 10 Kavala 4
    Panionios 10 AEK 3
    Giannina 9 Ergotelis 1

    *=una partita in meno

    L'Olympiacos ha perso terreno per fortuna, e recuperando la partita in meno posso tornare in testa alla classifica. L'AEK temo sia già proiettato alla retrocessione quest'anno sebbene ci sia ancora tutto il tempo del mondo.

    CLASSIFICA CHAMPION'S LEAGUE GIRONE "E" DOPO 2 GIORNATE
    Squadra Punti D.R.
    Bayern Monaco 4 +4
    PAOK Salonicco 4 +3
    Valencia 3 -3
    Legia Varsavia 0 -4

    Ci aspetteranno due partite consecutive col Valencia ora in CL, e dovremo in tutti i modi cercare di non perdere assolutamente terreno e possibilmente incrementarlo.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Contro il Kavala, è di nuovo Sallahi dopo un'ora di gioco a segnare, stavolta è un cross teso che fortunosamente arriva fino in porta. Lo 0-2 definitivo è opera di Kana-Biyik.

    Schiero molte seconde linee per la partita casalinga col Panionios, e i gol arrivano da Dybala mentre Maupay realizza su rigore il 2-0. Ancora decisivo Sallahi, uomo partita. Esordio assoluto nel PAOK per la punta diciottenne Roberto Sousa, l'altr'anno in prestito, sentirete parlare molto di lui.

    Per la terza giornata di Champion's League ospitiamo il Valencia, e sarà De Silvestri, il terzino destro, a segnare con un gol spaziale dalla sua fascia di competenza. Partita che, nonostante il solo 1-0, abbiamo dominato. E ora i punti di distacco da loro aumentano a ben 4!!! Bayern che cammina sopra al Legia Varsavia (0-3).

    Jean, Dybala (sta segnando molto, a Palermo quasi mai), e Rafinha gli autori dello 0-3 al Kerkyra, già alla fine del primo tempo.

    Nel ritorno di Coppa di Grecia contro l'Iraklis, lo show è per le seconde linee. Un 5-0 firmato da Maupay, Kitsiou, Simao, Tariq e il primo gol di Roberto Sousa (condito da un assist).

    Il mese si chiude contro l'Aris, derby "in trasferta" che Maupay (due volte) e Kana-Biyik fissano sullo 0-3.

    Classifica che ci vede sempre più saldi, primi nonostante due partite da recuperare. La corazzata Olympiacos quest'anno sembra squagliata come neve al sole, ma è ancora comunque presto. Panathinaikos che ritorna dove più gli compete e notevole progresso dell'AEK Atene che sembra aver preso il passo giusto per uscire dal pantano della retrocessione, anche se anche qua, parlare adesso è presto.

    CLASSIFICA DOPO 11 GIORNATE

    PAOK 24** Levadeiakos 12**
    Kalloni 21 Asteras Tripolis 12
    Panathinaikos 21 Panionios 11
    Atromitos 20 Platanias 11
    Olympiacos 19* OFI Creta 11
    Aris 18 AEK Atene 11
    Giannina 18 Kerkyra 9
    Veroia 17 Ergotelis 7*
    Panaitolikos 14 Kavala 6

    *=una partita in meno
    **=due partite in meno


    CLASSIFICA CHAMPION'S LEAGUE GIRONE "E" DOPO 3 GIORNATE
    Squadra Punti D.R.
    Bayern Monaco 7 +7
    PAOK Salonicco 7 +4
    Valencia 3 -4
    Legia Varsavia 0 -7
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    p.s: ho meno tempo per postare, pertanto cambio leggermente lo "stile narrativo" rendendolo più sintetico e con più immagini (nascoste)
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    CAMPIONATO

    Per quanto riguarda il campionato, maciniamo tutte le nostre avversarie (un solo pareggio, uno scialbo 0-0 col Panathinaikos) e arriviamo alla fine dell'anno (prima di ritorno già giocata) con ben 8 punti sulla seconda, l'Olympiacos. Praticamente solo un suicidio potrebbe toglierci il primo obiettivo stagionale.

    CHAMPION'S LEAGUE

    Il ritorno contro il Valencia è partita a senso unico, anche se van Ginkel sigla soltanto l'1-1, che cmq ci va benissimo restando il distacco immutato. Infine la partita clou, a casa nostra, contro il Bayern (ci giocheremmo un ipotetico primato in classifica). Purtroppo loro hanno fortuna (3 gol da calcio d'angolo, tutti quanti) e l'arbitro dalla loro (bufera di polemiche a fine partita) che ci rifila ben 8(!!) gialli in partita comminando pertanto due espulsioni per somma di cartellini. Nonostante ciò, in 9 contro 11, Maupay in due contropiedi segna due gol e Neuer salva il risultato dal pari. Un 2-3 che mi lascia davvero fiero dei miei.

    Incontreremo il Manchester City (speravo di incontrare un Udinese che è riuscito sorprendentemente ad arrivare primo nello stesso girone del Real (secondo) e PSG (terzo). E lo incontreremo con diversi giocatori squalificati più un paio in Coppa d'Africa. Praticamente già usciti.

    PARTITE

    CLASSIFICA CAMPIONATO

    CLASSIFICA GIRONE CHAMPION'S LEAGUE

    SORTEGGI CL (sulla sinistra le seconde classificate e viceversa)

    Curiosità: la nostra prima punta Corentin Jean riesce a guadagnarsi finalmente la Nazionale Francese e alla prima timbra subito un gol e realizza anche un assist. Tre giorni dopo gioca anche la seconda e realizza una tripletta!!! 2 presenze, 4 gol e un assist: mica male!!! E il suo valore di mercato cresce!!!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Mercato molto attivo quello di Gennaio. Parto dalle cessioni effettuate, alcune delle quali per l'opportunità di fare cassa, che si stava rapidamente esaurendo.

    CESSIONI (cliccare)

    E' il caso di Cartagena, centrocampista difensivo di prospettiva ma che aveva tutti gli spazi preclusi, venduto al Livorno per 2.2 mln, o ancora Miguel Rosa, ceduto al Catania per la stessa cifra. Ma la cessione più remunerativa è quella di Lilian Coulon, giovane punta diciottenne, di prospettiva assoluta. Solo che nel suo ruolo e del suo stesso valore avevo già Roberto Sousa (che sta trovando spazi quest'anno in squadra) e Iaboni, che gioca molto ma in prestito. Lo offro, si scatena un'asta, la spunta il Porto offrendomi i 7,5 mln che chiedevo. Chiudiamo con Sallahi ceduto al Basilea per 4,1 mln, venduto perchè tra Strinic e Nakamura (talento assoluto che ha però bisogno di spazi) mi trovavo con troppi terzini sinistri; mi spiace solo perchè ha avuto un ottimo rendimento e segnava pure abbastanza. Ultima cessione è quella di Glykos, terzo portiere che chiedeva spazi che non potevo offrire e che andava in scadenza di contratto, e l'ho venduto a metà dicembre all'Al-Ahly per 425k

    ACQUISTI

    Gli acquisti sono stati importanti, alcuni da utilizzare subito, altri in prospettiva, già opzionati diverso tempo fa, ma che attendevano la maggiore età per trasferirsi (e altri ne arriveranno la prossima stagione). Di questi ultimi ne parlerò quando saranno promossi in prima squadra.

    Altri tre acquisti sono il terzo portiere, che è più giovane di Glykos, viene come riserva, pertanto non dovrebbe protestare, ed è proveniente dal vivaio nazionale come il predecessore: Vasilis Barkas per 425k dall'Atromitos.

    A seguire un colpo che definire economico è poco: dal Cagliari acquisto il centrocampista Tommaso Arrigoni per 50k euro; mi sarà utile nei cambi.

    E infine la spesa più grossa, un centrocampista "totale" dalle caratteristiche fisiche a dir poco sensazionali, e in possesso già di un ottima tecnica e controllo di palla; se a tutto ciò unite che ha solo 19 anni...dallo Young Boys arriva Mxolisi Mkwanazi, sudafricano, per la cifra di 9.5 mln, di cui 2 subito, gli altri in 4 anni. E' un centrocampista di sicuro valore, e con un potenziale di crescita ancora rilevante considerata l'età. Peccato solo che ora mi parta subito per la Coppa d'Africa (assieme a Kana-Biyik , il che è anche peggio)
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    CAMPIONATO

    Campionato che, nonostante la batosta inflitta all'Olympiacos, i pareggi consecutivi contro Atromitos e Asteras Tripolis fanno rimanere la squadra del Pireo a soli 4 punti da noi (che possono diventare 7 sfruttando la partita in meno rispetto a loro).

    COPPA DI GRECIA

    Dopo la formalità del ritorno contro il Kalloni, con un secco 3-0 al Panathinaikos a casa loro, ipotechiamo il passaggio anche per le Semifinali.

    PARTITE (cliccare)

    CLASSIFICA (cliccare)
    Ultima modifica di Ciroxs; 04-10-2014 alle 09:55

  7. #7
    Bandiera L'avatar di enigmainsoluto
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Verde Umbria
    Messaggi
    6,028
    Menzionato
    122 Post
    Taggato
    0 Thread

    Squadra preferita
    A Maggica
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Mese epico!

    Dopo aver rifilato un poker al Kavala in campionato, ci prepariamo allo scontro in casa contro il City. Mi preparo al peggio, ma leggendo le formazioni, capisco anche che la qualità dei loro non è così sproporzionatamente maggiore alla nostra. Certo, noi abbiamo parecchi infortunati e squalificati (grazie a Tagliavento e i suoi 8 gialli/2 rossi). Succede l'impensabile.

    PAOK - Manchester City

    Distrutti, annichiliti, e nei primi minuti potevamo segnargliene almeno altri 3!!! Qualificazione già in tasca e euforia alle stelle! Loro rimediano anche un rosso negli ultimi minuti.

    La partita dopo rimediamo uno striminzito pari col Panionios. Anzi, sono loro a portarsi in vantaggio. Cambio un imbarazzante Rafinha, che tanto bene aveva giocato col City, con un voglioso Tariq: sarà lui ad acciuffare il pari.

    6-1, 3-0 e 6-0 le seguenti partite in campionato, sempre con Tariq titolare, e mi ripaga segnando in tutti e 3 i match, per un totale di 5 reti. Quando si dice farsi trovare pronti!!!

    In mezzo, un pari col Panathinaikos, 1-1, per il ritorno di Coppa di Grecia. Passiamo alle Semifinali contro il Kerkyra.

    Il mese si conclude con il ritorno a Manchester: mangiandoci pure un rigore, finisce 5-3 per loro (sul 5-1 ho avuto un po paura). Sapevo che loro si sarebbero buttati avanti, ma alla fine passiamo ai Quarti, eguagliando il risultato dell'anno scorso. E ora non mi pongo limiti, chissà...

    PARTITE

    CLASSIFICA

    Presento il giovanissimo terzino destro giapponese, Norio Shirasawa, che ha debuttato in campionato e in alcune di coppa, complice infortuni, e ha fatto il paio con l'altro terzino giapponese, Nakamura.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    A Dicembre/Gennaio sono stato ad un passo dal cambiare squadra, mi aveva cercato l'Hertha Berlino, che nonostante avesse da salvarsi, potevo però progettare per il futuro: squadra di una grande capitale europea, forse la più grande assieme a Londra, gioca in uno stadio come l'Olympiastadion dove abbiamo vinto i mondiali, finanze più che solide, strutture d'allenamento e giovanili al top, con ottimo afflusso di giovani. Insomma, la sfida era affascinante, portare Berlino dal rischio retrocessione, fino al pari calcistico di altre capitali come Londra, Madrid, Parigi, un progetto che mi avrebbe tenuto impegnato molti anni, mentre qui a Salonicco, più di così...

    ...solo che non me la sono sentita, lo sentivo un tradimento, a stagione in corso, e poi voglio prendermi sto scudetto, e anche sta coppa nazionale, e vedere fin dove riesco a spingermi in Champions con questo gruppo super talentuoso (per gli standard greci ma non solo) e capace di durare molti anni, se solo ogni anno si va avanti in Champions e si vende anche uno o due giocatori che abbiano fatto vetrina e che facciano incassare.

    Molto probabilmente, sperando che ci siano panchine allettanti, a fine stagione lascerò Salonicco, ma ora proprio no.

    E i risultati mi confortano.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Il primo trofeo, quello mai messo in discussione, arriva matematicamente a due giornate dal termine. E' il terzo campionato consecutivo e il PAOK ha una rosa con età media di 23 anni...pensate per quanti anni può continuare il suo ciclo vincente.

    La semifinale di andata si conclude con un nostro 3-0, direi che siamo in finale.

    PARTITE

    CLASSIFICA

    E infine il sorteggio per i Quarti di Champion's League, con 3 italiane, 3 spagnole, noi e una tedesca: peschiamo bene. Speravo l'Udinese a dire il vero, ma anche il Napoli ci va bene!

    SORTEGGIO

    Verso la fine del mese, mi contatta Erick Tohir, vuole fare una chiacchierata informativa con me, l'Inter è senza allenatore, Marino è stato esonerato per via dell'8° posto in classifica. Mi chiede la mia disponibilità, dice che comunque ad ora non può mettere soldi per il calciomercato, ma il budget ingaggi è poderoso, quasi 110 mln, e con le cessioni ad integrare. Dopo qualche giorno mi ricontatta e mi chiede se voglio accettare la panchina. Io prendo tempo, voglio prima finire la stagione a Salonicco. Lui accetta, e s'impegna a ricontattarmi una volta finita la stagione.
    A dire il vero il campionato italiano non mi esalta più di tanto, a fine stagione proverò a vedere se c'è qualcosa che mi alletta di più (Bundesliga e Premier su tutte, Serie A e Liga mi convincono molto meno). Al limite se ci fosse qualche bella panchina francese (tipo Monaco o Olympique Lyonnais), portoghese (intendo Benfica o Porto) o una supercorazzata russa (Zenith magari)...
    Ad ogni modo c'è sempre l'offerta nerazzurra che è di sicuro una piazza importantissima, e che ha un giovanissimo, futuro Baggio o Totti o chi volete, so solo che lo seguo da due anni, e Christian Innocenti è un futuro topplayer! Già ora potrebbe giocare "quasi" titolare.

    Ma ora il vero motivo per cui ho rimandato la mia decisione: bisogna concentrarci su un finale di stagione che tutti a Salonicco vogliamo memorabile, per cui, sotto a chi tocca!!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Risolta la pratica scudetto (le ultime due partite sono per fare esordire e giocare giovani e giocatori meno usati fin qui), e il ritorno di Semifinale di Coppa di Grecia contro il Kerkyra (persa 2-3 ma l'andata l'avevamo vinta 3-0), i riflettori vanno inevitabilmente tutti sul discorso Champions League.

    CLASSIFICA

    L'andata dei Quarti si gioca da noi, come contro il City, solo che il risultato non è lo stesso. Il Napoli si chiude dietro e addormenta la gara. Finisce 0-0, che schifo non fa, dal momento che comunque non abbiamo subito gol, e ci basterebbe segnarne almeno uno al San Paolo per garantirci il passaggio anche con un segno "X". Però...
    Però non mi fido, me la gioco all'attacco la gara di ritorno, e questo atteggiamento ci premia! Maupay prima lancia il terzino destro De Silvestri che a tu per tu col portiere lo beffa con un cucchiaio (lui che di gol ne ha sempre fatti pochi) e poi è lui stesso a freddare Rafael, sempre in contropiede. Loro si avvicinano prima dell'intervallo e segnano il pareggio intorno al 70°. Ma poi mi chiudo a riccio e addormento il gioco. Finisce 2-2 e siamo in Semifinale!!!

    Il Bayer manda a casa il Barcellona, il Real si sbarazza della Juventus abbastanza agevolmente e la sorprendente Udinese di Montella prima pareggia a Madrid 1-1 e poi si sbarazza dell'Atletico in casa con un 4-2.

    Abbiamo pertanto una sola chance di arrivare oltre le Semifinali. L'urna pesca per prima il Real....

    ....momenti tremendi...

    .... Bayern Monaco!!!!! Sì...!!!!!

    L'altra è PAOK-Udinese, con l'andata in casa nostra, ma che culo pazzesco!!!!! Intendiamoci: non sono già in Finale, ma c'è un'ottima probabilità di arrivarci, adesso.

    SORTEGGIO SEMIFINALI

    L'andata a casa nostra ci ha sempre portato bene, e quindi preparo la partita in modo aggressivo, con i titolarissimi schierati e agguerriti.

    PAOK - UDINESE

    E rifacciamo la stessa partita che abbiamo fatto contro il City, una manita eccezionale, gol di fattura spettacolare. Un filo invisibile ci divide dalla Finalissima.

    Al ritorno a Udine faccio assaggiare la Champions anche a giocatori delle seconde linee. Penso: tutt'al più, alla peggio, ce ne fanno 3!

    UDINESE - PAOK

    Proprio così! E siamo in finale....a San Siro! Dopo una vittoria striminzita dei blancos a Madrid, Muller fa tripletta Monaco e si sbarazza del Real...incontreremo il Bayern Monaco!!!



    Oddio, ai gironi li abbiamo già incontrati, l'andata era finita in pari...e al ritorno giocammo meglio noi, loro segnarono solo su angolo (ne fecero 3) ma noi sfruttammo occasioni di gioco segnandone 2.

    Attenzione, so benissimo che il pronostico è completamente contro di noi, ma è una partita secca e non partiamo già sconfitti.

    Il mese prossimo giocheremo solo due partite...due finali. Una di Coppa di Grecia contro il Veroia (da vincere assolutamente) e la Finale di Champion's League contro il Bayern Munchen (da onorare). E' comunque un risultato storico per tutto il calcio greco. E per me.

    PARTITE
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Vinciamo la Finale della Coppa di Grecia portando così a due i trofei, quest'anno.

    Com'era prevedibile però la corazzata tedesca fa quello che vuole e segna quando vuole...noi però giochiamo e la partita finisce 4-2 per loro. Mannaggia, sempre su calci piazzati ci infilano...

    FINALE CHAMPION'S LEAGUE

    Il Tottenham batte il Liverpool nella Finale tutta inglese di Europa League, succedendo al Manchester United.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    Grazie grazie grazie
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    ...ma preferisco rimanere qui a Salonicco, mr. Tohir!

    E' questo nel succo quello che gli dico, allenare l'Inter, e soprattutto questa Inter, non mi alletta.

    Provo con Manchester Utd., con l'Athletic Bilbao, provo anche a lasciar trapelare a mezzo stampa che certe panchine un po traballanti potrebbero interessarmi, tra cui il City, il Dortmund...

    ...ma alla fine mi voleva solo l'Inter.

    La cosa mentre vi sto scrivendo potrebbe anche cambiare, ma attualmente sono ancora il tecnico del PAOK, che ha già operato una cessione eccellente.

    Qui sotto il RENDIMENTO DELLA ROSA nell'anno appena concluso.

    Maupay è in grado ampiamente di sostituirmi Jean. A mercato concluso, fornirò tutti i dettagli di tutte le operazioni.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Qualche giorno dopo, proprio mentre stavo dando il via alla campagna acquisti, mi suona il telefono. E' il mio agente.

    "Hai saputo la notizia? E' di qualche ora fa. Pochettino non è più l'allenatore del Tottenham!"

    "...ma come!" rispondo dopo un attimo di silenzio, misto a incredulità "ha appena vinto l'Europa League!!! Sono pazzi?"

    "Cosa vuoi che ti dica? Non c'è stata ancora una conferenza stampa del presidente, nè tantomeno di Pochettino, solo un tweet della società, ma a quanto pare ha pagato il fatto di essersi piazzato soltanto al 6° posto, fuori dai posti per la Champion's League, e addirittura dietro a uno strepitoso Norwich, e ora si ritrova sia Lamela che Mangala che chiedono di poter andare a giocare altrove perchè vogliono palcoscenici più importanti!"

    "Beh..e quindi..."

    "...e quindi ho già appoggiato la tua candidatura, a qualche radio e un paio di quotidiani con cui son stato al telefono poco fa ho fatto trapelare che tu saresti onorato e blablabla, capito no?!"

    "Cazzo!!!...Senti, e...e dici che io....cioè, secondo te loro..."

    "...cazzo sei uno dei favoriti, Rocky!!!"

    "Cazzo!"

    "Eh già, senti ora ti lascio, appena ho notizie ti informo ok?"

    "Ok.." clik

    "Cazzo!"

    I flash dei fotografi all'aeroporto...questo ricordo dell'incontro col Presidente Daniel Levy a Londra, il resto erano domande assolutamente prive di senso...la risposta era già scontata...

    "Senta, noi attualmente spendiamo 102 mln di euro per gli ingaggi, il nostro obiettivo è di lottare con le prime della classe, per il titolo intendo, e saremmo disposti a metterle a disposizione 120 mln annui per gli ingaggi e 40 mln per il calciomercato, più ovviamente quello che dovesse rendersi disponibile da eventuali cessioni; crede di poter raggiungere gli obiettivi?"

    "Ma è stronzo? Parla sul serio?" penso guardandolo "attraverso".

    "Rocky..." una gomitata sulle costole del mio agente mi riporta alla realtà...

    "Obvously yes!" ..."avrò detto bene?" penso....

    "Vogliamo altresì che lei sviluppi un calcio offensivo, basato sul possesso palla, che sia spettacolare! L'anno scorso abbiamo ultimato i lavori del nuovo stadio, il New White Hart Lane e vogliamo regalare spettacolo ai nostri tifosi. E' d'accordo con noi?"

    Dovrò lavorare sulla tattica...e molto anche!

    Dopo qualche giorno sono alla guida degli Spurs, la seconda società di calcio più ricca al mondo dietro all'Arsenal e davanti al Real Madrid (valore stimato 1.35 Mld), e il suo nuovo stadio da oltre 56000 posti è il più bello che potessi mai immaginare!!!

    NEW WHITE HART LANE

    La sfida ora è quella di vincere!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Cominciamo da chi parte.

    Soldado va via gratis (32enne), e mi libero di oltre 4 mln d'ingaggio, l'altra punta che parte è Danny Welbeck, ex United, prende 6 mln di ingaggio. Lo vogliono in pochi però tra questi c'è proprio il PAOK, vogliono sostituire Jean (e pure Maupay, svenduto in Germania per meno di 5 mln). Decido allora di trattare solo con loro. Provo a fare a cambio con alcuni che mi interessano, ma scambi non ne vogliono fare. D'accordo, li comprerò poi. Riesco a venderlo per 15 milioni (anche se valeva qualcosina in più). Bentaleb al Crewe per 500k, il terzino Kyle Naughton al Carlisle per 2,5 mln e infine un altro terzino, Danny Rose, va al Watford per 7,5 mln. Non avrei voluto venderlo, ma stava già in lista trasferimenti su richiesta sua. Valeva 8,5 mln. Pace.

    Totale: 25.5 mln

    Da sommarsi ai 40 mln che mi hanno dato, più la differenza col monte ingaggi...quasi 30 mln!!! Per un totale, tra ingaggi e cash di circa 90/100 mln!!!
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Tattica

    La tattica che adotterò è modellata per far rendere al meglio, spero, i tanti campioni che ho già in rosa.

    Ho pensato ad un 4-3-3 così costruito: 4 difensori in linea, con gli esterni di spinta; 3 centrocampisti centrali, di cui quello al centro avrà compiti di regia e mentalità difensiva, alla sua destra una mezzala pensata per la fase offensiva, e a sostegno della manovra un centrocampista di quantità a sinistra; 2 attaccanti esterni a puntare l'uomo e accentrarsi, con compiti di sostegno e una punta completa a guidare l'attacco e a finalizzarlo.

    Portiere (D)



    Esterno completo (A) _______ DC (D)_____DC (D) _______ Esterno completo (A)



    Centroc. Centr. (A) __ Regista arretr. (D) __ Centr. di Quant. (S)

    Attaccante esterno (S) _________________________________________ Attaccante esterno (S)

    Attaccante compl. (A)


    La mentalità di squadra è offensiva di default, la filosofia di gioco prevede una partecipazione di tutti in modo fluido a tutte le fasi di gioco, passaggi corti, che iniziano dalla difesa, ritmo molto veloce, uno o due tocchi (salvo quando si punta l'uomo sugli esterni, in sovrapposizione) e palla a noi, con l'avversario che rincorre (almeno questa è l'idea). Il pressing inizia nel momento stesso in cui si perde palla, già nella loro metà campo.[hr]

    Rosa

    Nella presentazione, come al solito, in corsivo i nuovi acquisti.

    PORTIERI

    Titolarissimo è Hugo Lloris. Come riserva prendo lo svincolato Sinan Bolat. Terzo sarà Heinz Lindner.

    DIFENSORI

    Sulla destra il titolare sarà Kyle Walker, ho comprato dal PAOK il giovane terzino destro giapponese Norio Shirasawa per la cifra complessiva e futura di 7.5 mln.

    Al centro troviamo la coppia titolare sarà formata da Vlad Chiriches e Eliaquim Mangala. A contendersi la maglia di sostituti Jores Okore, Sergej Solovjov, giovane prodigio preso dallo Shaktar per una cifra che tra cash e bonus arriva a 8.5 mln e che sa ricoprire tutti i ruoli della difesa, e il talento brasiliano Dude, comprato dal Santos a 15 mln, di cui 2.5 subito, 10 in 4 anni, il resto a raggiungimento bonus abbastanza lontani. Ci sarebbe anche il capitano 33enne Michael Dawson ma sto aspettando che guarisca da un infortunio per provare a venderlo. Mi sta bene anche soltanto liberarmi dell'ingaggio.

    A sinistra il gallese Ben Davies e come rincalzo mi sono portato da Salonicco l'altro fenomeno giapponese Yutaka Nakamura il cui arrivo ha fatto registrare e lo farà anche in futuro un aumento considerevole del merchandising in Oriente. Lo pago però la bellezza di 15 mln, anche lui in diverse formule.

    CENTROCAMPISTI

    Partiamo dal ruolo di regista arretrato, che nella mia testa è Paulinho, alla sua destra vedo Bryan Cristante, comprato dal Milan per una spesa complessiva e distribuita di 20 mln. A completare il pacchetto dei 3 di centrocampo, Mousa Dembélé. Alternative sono Thomas Carrol, Will Hughes, che sa fare anche l'ala, Jake Livermore, e un altro acquisto dal PAOK, l'ultimo ma anche il più oneroso, compessivamente 22 mln: il giovane prodigio Mxolisi Mkwanazi.

    Capitolo attaccanti esterni: sono quasi tutti intercambiabili, sanno coprire entrambe le fasce. A destra partirà Erik Lamela, mentre dall'altra parte la maglia titolare se la giocano il fortissimo cileno Bryan Rabello e il fenomenale centrocampista islandese Gylfi Sigurđsson. Alternative, oltre al già citato Hughes, ci sono il blancos Jesé e Andros Townsend. Ho solo l'imbarazzo della scelta!

    ATTACCANTI

    Solo due: il titolare è Wilfried Bony, a sostituirlo ho comprato dalla Dinamo Kyev il giovanissimo Andriy Cernnykh per complessivi 15 mln.

    Altro acquisto fatto è il giovane Halilovic, dalla Dinamo Zagabria, che nel complesso mi ha fatto spendere 16 mln, ma che per quest'anno rimane ancora in prestito in Croazia (pertanto lo presenterò il prossimo anno).

    I pagamenti dilazionati, i bonus a obiettivi e altre opzioni mi permettono quest'anno di spendere 122 milioni per gli acquisti, cifra che però verrà messa a bilancio un po per volta, negli anni a venire.

    ACQUISTI e CESSIONI
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Il terzo portiere Lindner punta i piedi e vuole giocare titolare. Se non gli rido in faccia è solo per educazione. Gli rispondo che è una riserva. Non gli sta bene, a me va anche meglio, e lo metto in lista trasferimenti. In giornata mi pervengono offerte da Troyes e Cesena ma accetto la prima, leggermente migliore come offerta. Cesena che ha in prova Gabriel, nonchè più giovane, svincolatosi dal Milan e che reputo migliore di Lindner, pertanto gli offro un contratto: si può trattare su tutto ma non sul fatto che lui parta come riserva, su questo non mi siedo nemmeno a discutere. Tutt'al più potrà contendersi la maglia di secondo, ma il primo portiere rimane Lloris, non ci sento nemmeno da questo punto di vista. Lui accetta e Gabriel è dei nostri. Questo fa sì che il Cesena si ripresenti con 2,5 mln sull'unghia proprio quando Lindner stava quasi d'accordo col Troyes. Ad offerta migliore, sfanculo il Troyes e il Cesena si prende il portiere che cercava.
    Ci saluta anche capitan Dawson, firma per il Reading, a cui darà quell'esperienza e solidità difensiva che gli serviranno per rimanere in Premier League. E a noi toglie quasi tre milioni dal monte ingaggi. Chiriches nuovo capitano, il vice sarà Lloris.

    A metà agosto parte la Premier League. Il primo incontro ci vede in casa contro lo Sheffield Wednesday. Una passeggiata per i miei, e considerando pure che molti titolari sono stati lasciati volutamente a riposo, per esordire invece tre giorni dopo contro il Liverpool. Rebello gioca a destra al posto di Lamela. In quella posizione entra in tutti i gol. Ne firma due e fornisce l'ultimo passaggio per gli altri due: 4-0 e la prima è passata.

    Ma il vero capolavoro avviene tre giorni dopo contro il Liverpool. Una gara in cui Suarez ci fa una doppietta in contropiede (bisogna che sistemi questo punto nella tattica) e lì finisce il Liverpool. Noi gli alziamo in faccia una manita, complice anche una doppietta del terzino destro Walker, uno dei quali è una grossa papera di Reina, ma davvero grossa. Per il resto però, solo calcio champagne!

    Purtroppo non ci ripetiamo nella nostra prima trasferta stagionale, contro i Villains, in cui noi teniamo il possesso palla ma loro ci colpiscono in contropiede (problema non risolto ancora). Vince l'Aston Villa di misura.

    PARTITE

    CLASSIFICA

    Ora rincontrerò il Bayern Monaco, il primo di settembre, per un'altra finale. Non è una rivincita, per l'amor di Dio, e comunque loro rimangono favoriti anche se io ho una squadra migliore del PAOK. Però mi piacerebbe togliermi un sassolino e vincere il mio primo trofeo continentale anche se "solo" una Supercoppa Europea. Comunque un grazie a Pochettino che mi ha portato fin qui, e come va, va.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Di nuovo contro la squadra più forte d'Europa (e del mondo forse): il Bayern di Marcelo Bielsa. Sciorinare la loro formazione titolare fa venire i brividi, da Neuer fino a Lewandoski, pertanto mi limiterò a dire che la loro disposizione in campo di partenza sarà un 4-3-3 quasi speculare al nostro ma con un mediano come Kroos al posto del mio regista arretrato Paulinho, e comunque con differenze di gioco sostanziali.

    La partita volge subito a nostro favore, perchè è Rabello che viene pescato nell'area, sulla sinistra, e mette al centro dove per Dembélé è semplice ribattere con un tap-in. Nove minuti e stiamo sull'1-0, benissimo. La partita è difficile da gestire, non è semplice mantenere il controllo di palla con dei mostri di bravura come i bavaresi, e infatti ci contendiamo parimenti il pallone. Andiamo all'intervallo ancora in vantaggio e carico i miei. Ma Bielsa ha fatto lo stesso coi suoi, e poco prima dell'ora di gioco è Mario Götze a pareggiare i conti. Si va ai supplementari. Io devo fare a neo anche di Paulinho, dopo aver cambiato già anche gli altri centrocampisti. Cambio modulo pertanto, e gioco con un 4-2CC-3(Td-Tc-Ts) e la punta, dove Lamela rimane a destra, Rabello lo sposto al centro dove gioca da trequartista e Jesé sulla sinistra.
    Purtroppo non produce effetti e si arriva ai calci di rigore. Al 3° rigore noi li abbiamo segnati tutti, ma Goretzka sbaglia. C'è poco da esultare perchè Mkwanazi sbaglia il 4° e Götze pareggia i conti. All'8° rigore si decide il match: Ben Davies purtroppo non è un rigorista, nemmeno Boateng se è per questo, ma lui non sbaglia e regala il trofeo ai bavaresi.

    Spiace perdere così, ma abbiamo giocato alla pari contro una squadra più forte della nostra. Usciamo a testa molto alta e i miei ragazzi lo sanno, ho tenuto a far sì che lo sapessero.

    SUPERCOPPA UEFA

    Si svolgono il giorno stesso i sorteggi dei gironi di Coppa Uefa, a cui partecipiamo da squadra detentrice. Nella seconda fascia peschiamo forse la più ostica, il Braga, mentre andiamo lisci con le altre due, Omonia Nicosia e Sarajevo.

    SORTEGGIO EUROPA LEAGUE GIRONE A[hr]

    ASPETTATIVE STAGIONALI

    La dirigenza, oltre a lottare per il titolo in campionato, chiede che si arrivi a giocare di nuovo la Finale di Europa League, così come quella di FA Cup, mentre la Capital One Cup non è una priorità. Sono soddisfatti che si sia giocato alla pari nella Supercoppa Europea.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Settembre è stato mese di sperimentazioni di moduli, varianti offensive, di controllo, e di contenimento delle varie fasi delle partite. Oltre a cambi di uomini (ridotti, comunque) è stato più cambi di moduli. Nonostante ciò si è raccolto molto, a volte più di quel che avrei sperato, ma talvolta quando non è il gioco, avere il singolo che inventa la giocata risolutiva vuol dire tanto. A Salonicco non era ovviamente così. O comunque non in questo modo.
    La vittoria in trasferta col Swansea è stato in un certo qual modo questo. Così come col Reading, nonostante meritassimo di vincere, è stato solo un rigore e un'autorete a concederci i tre punti.
    Perchè la Premier è davvero tosta e la competizione è su tutti i livelli. Ricordate la frase in voga secondo cui non esistono squadre materasso oggigiorno? Ecco in Premier è così, ma perchè c'è qualità a ogni livello. O forse ero io ad essere abituato alla pochezza della Superlega greca...
    Per cui, dicevamo, i punti fatti con le "piccole" valgono davvero tanto e poco male se poi perdiamo all'Old Trafford, solo verso la fine, perchè un certo Rooney inventa la giocata per il tap in di Fellaini. Ma contro una squadra davvero monstre come il Manchester United si può anche perdere in trasferta...
    Però poi in ottobre finalmente si è ormai quadrato il gioco, ho corretto certi errori di impostazione iniziale e i giocatori hanno capito come muoversi. Per cui schiacciamo il Cardiff, nonostante si passi in vantaggio su punizione, e su punizione ci raggiungano, e su rigore si torni in vantaggio; perchè poi altri due su azioni splendide arrivano comunque.
    Contro l'Huddersfield è la stessa cosa (nonostante ci segnino due gol, il primo dei quali di un certo Corentin Jean, ve lo ricordate? Gliel'ho venduto io a loro...): altri 4 gol e li schiacciamo una squadra che è sorprendentemente alta come posizione in classifica, ricordate la frase di prima?
    E poi quando il loro portiere para ogni cosa, nella trasferta a Newcastle, ma proprio ogni cosa...c'è la giocata che dicevamo, di un certo Sigurdsson, specialista nelle punizioni, che scodella un pallonetto per Mangala, che si inserisce dall'esterno e infila come un consumato attaccante, a pochi minuti dalla fine.

    La Capital One Cup è appannaggio delle seconde linee che eliminano Bournemouth e Leicester in modo prepotente e ci portano ai Quarti di Finale.

    Capitolo Uefa: si comincia a singhiozzo, contro quella che sulla carta è la più ostica, il Braga, e in casa nostra non andiamo oltre allo 0-0, mentre il piccolo Sarajevo affronta e batte l'Omonia Nicosia. La seconda giornata rimediamo proprio contro i ciprioti che prendono 4 pappine a casa loro. Il Sarajevo continua a stupire e fa fuori il Braga in Portogallo. Nell'ultima giornata d'andata eliminiamo il Sarajevo all'Hart Lane, e il Braga vince contro il Nicosia.

    PARTITE

    CLASSIFICA PREMIER LEAGUE

    CLASSIFICA EUROPA LEAGUE
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Essenzialmente sono 3.

    MODULO 4-3-3 Control
    Portiere (D)



    Esterno completo (A) _______ DC (D)_____DC (D) _______ Esterno completo (A)



    Centroc. Centr. (Aut.) __ Regista arretr. (D) __ Centr. di Quant. (S)

    Attaccante esterno (A) _________________________________________ Attaccante esterno (A)

    Attaccante compl. (S)


    Il modulo che uso di default. Quello che ho cambiato è la mentalità degli attaccanti. Gli esterni ora sono offensivi, e sono loro che portano giocate (e gol). La punta centrale serve da supporto, una mezza via tra un falso 9 e un fulcro del gioco e nessuno dei due perchè deve pure finalizzare come una punta avanzata (ecco perchè voglio un attaccante completo). Segna spesso in tap-in e realizza molti assist (il più delle volte triangolazioni e "dai e vai").

    La squadra deve sviluppare un calcio offensivo ma con una difesa attenta, controllando il match[hr]
    MODULO 4-3-3 Attack

    Di diverso ha solo una spiccata offensività, maggiore dell'altra, e un ritmo di gioco ancora più veloce.[hr]
    MODULO 4-1-4-1 Counter

    Portiere (D)



    Terzino (Aut.) _______ DC (D)_____DC (D) _______ Terzino (Aut.)

    Regista arretr. (D)

    Ala (A)___Centroc. Centr. (Aut.)___Centr. di Quant. (S)___Ala (A)



    Attaccante compl. (S)


    Quando bisogna "mettere in ghiaccio" la partita, il regista centrale arretra sulla mediana e i terzini non spingono più come prima, oltre a marcare in modo stretto le ali avversarie. I due attaccanti esterni arretrano anche loro, diventando delle ali, ma con una libertà di movimento offensiva maggiore, pronti a colpire in velocità l'avversario sbilanciato in avanti. Rimane immutata la posizione della punta.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    CAMPIONATO

    Southampton e Norwich rappresentano due tappe importanti per non perdere il treno, due partite dominate sul piano del gioco, ma vinte di misura, entrambe per 2-1, e con l'ultima delle due riusciamo addirittura a portarci in testa al campionato. Ma è un primato che dura poco, perchè escludendo il poker rifilato al WBA (con doppietta di un Jesè che chiede di andare in prestito), il pareggio a reti bianche con l'Everton (per loro fortunoso) riporta in vetta il Chelsea. E' la prima di una serie di tre partite nell'arco di 7 giorni, e che partite! Le due successive sono due match clou.
    In casa contro i Gunners andiamo immeritatamente sotto con Wilshere dopo cinquanta minuti di gioco, e pochi minuti dopo Paulinho prende il secondo giallo e mi trovo in 10. Tolgo le ali, e contro il loro 4-5-1 in linea schiero un 4-3-2 offensivo dove Rabello fa la seconda punta, di raccordo. E fa il diavolo a quattro perchè tra il 70° e l'85° realizza una doppietta che ci consente di strappare una grandissima vittoria.
    La partita successiva non è così fortunata e verso la fine incassiamo il gol di Aguero che ci costa una sconfitta. Per fortuna non perdiamo terreno con il Chelsea, che comunque sta viaggiando a ritmi indiavolati, ma è il piccolo Sheffield W. a fermarlo.
    E arriva finalmente il giorno del giudizio, ospitiamo il Chelsea di Mourinho. Schiero i migliori ovviamente. O meglio, schiero acnhe Lamela che dovrebbe essere tra i migliori ma nelle ultime partite mi ha un po deluso, tra prestazioni scialbe, gol clamorosi mangiati o spediti in bocca al portiere e a volte anche palle perse in modo stupido (e pericoloso). Ma è comunque uno che se vuole è in grado di cambiare il match, di spostare gli equilibri, e contro il Chelsea uno così serve, eccome!
    E infatti ripaga la mia fiducia e realizza una doppietta tra il 20° e il 45°, proprio allo scadere del primo tempo, portandoci sul 2-1.
    Dico ai miei di non mollare, di non rilassarsi. Ma è tutto inutile, perchè Mandzukic pochi minuti dopo essere rientrati in campo trova anche lui la sua doppietta personale, proprio come l'argentino. Sembra una condanna (anche se un pareggio mi starebbe bene, però non stiamo al 90°) ma in quattro minuti (tra il 66° e il 70°) la nostra punta Bony, autore già dei due assist per Lamela, decide di realizzare anche lui una doppietta, e portarci sul 4-2. Da lì in poi sì che metto in ghiaccio il risultato arretrando il baricentro con il 4-1-4-1 col contropiede e porto a casa un risultato fondamentale che ci porta a pari punti col Chelsea, in vetta alla Premier.
    Da lì in poi chiudiamo il mese (26 e 30 Dicembre) con le due vittorie sull'Hull ultimo e sul Watford penultimo (anche se con quest'ultimo soffriamo). E il giorno di Capodanno avremmo da incontrare lo Sheffield W. per la prima di ritorno, nonostante abbiamo una partita in meno.
    La classifica ci vede a tre punti dal Chelsea che però ha una partita in più. Il distacco col City terzo è di ben 8 punti. Bruttissima stagione del Liverpool di Rodgers, in sella da ben quasi 6 anni, anche se lo vedo ormai al capolinea.

    EUROPA LEAGUE

    In Europa giocano le seconde linee, il girone di ritorno ci vede vincere tutte e tre le sfide, doppietta del giovane attaccante prodigio ucraino nel 4-1 a Sarajevo, ancora in gol lui assieme nuovamente a Mkwanazi (più Townsend) nel 3-0 al Braga sempre in trasferta, e doppietta, ancora di Townsend, nel 2-0 contro il Nicosia a giochi ormai fatti. Primissimi nel girone che passiamo assieme a un recupero del Braga ai danni del Sarajevo che s'era ottimamente distinto nel girone di andata.
    Sorteggi facili e fortunati per noi. Incontreremo il Groningen, ed eventualmente in seguito la vincente tra Twente e Siviglia agli Ottavi.

    CAPITAL ONE CUP

    Incontriamo il Southampton nei Quarti, lo stesso che sfortunatamente becchiamo nel sorteggio della FA Cup (considerando che c'erano una miriade di squadre di Championship e L1). Ce ne sbarazziamo per 2-1 e passiamo in Semifinale.
    Noi incontreremo il Norwich mentre il Manchester United se la vedrà contro lo Swansea.

    PARTITE

    CLASSIFICA PREMIER LEAGUE

    CLASSIFICA EUROPA LEAGUE
    Ultima modifica di Ciroxs; 04-10-2014 alle 09:55

  8. #8
    Bandiera L'avatar di enigmainsoluto
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Verde Umbria
    Messaggi
    6,028
    Menzionato
    122 Post
    Taggato
    0 Thread

    Squadra preferita
    A Maggica
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    CAMPIONATO

    Il match di capodanno a Sheffield ci vede schierare in campo diverse seconde linee, tra cui il 19enne difensore brasiliano Dude e il giovane centrocampista inglese Hughes: due giocatori dalle enormi potenzialità, e i due marcatori di giornata per un 2-0 complessivo.
    Contro l'Aston Villa è partita delicata e ci pensa Paulinho a sbloccarla, mentre è molto più semplice quella contro lo Swansea in cui l'attaccante ucraino Chernykh fa doppietta nei primi dieci minuti, finirà 3-0.
    Si chiude contro il Manchester United, in casa, dico che dobbiamo vendicarci dell'andata. E così facciamo perchè oltre a contenerli alla grande, è Rabello a segnare il gol che sblocca la partita, già nei primi venti minuti, e sarà Bony, soltanto al92° a chiuderla definitivamente sul 2-0!
    E il Chelsea perde terreno, nonostante abbia giocato comunque più partite, pertanto è ancora in testa.

    FA CUP

    Il terzo turno ci vede contro il Southampton, partita molto difficile, a casa loro: infatti finisce 2-2; la replica a casa nostra ci vede trionfare per 2-0.
    Il quarto turno è contro il Blackpool, che gioca in Championship (13°). L'andata è in trasferta e loro ci sorprendono: non riusciamo a fare più di un pareggio per 1-1, anzi in rimonta! Ce la giocheremo ancora una volta in casa nel match di ripetizione.

    CAPITOL ONE CUP

    La doppia semifinale col Norwich ci vede vincenti in entrambe le gare, 3-2 da loro, e 3-1 in casa nostra. In Finale incontreremo il Manchester Utd che si è sbarazzato del Swansea. Bravi ragazzi, comunque vada.

    PARTITE

    CLASSIFICA

    Il fulmine a ciel sereno all'ultimo giorno di mercato, nonchè del mese di Gennaio. Jesè chiede addirittura la cessione. Gliela accordo, e dopo un breve briefing con il DS Baldini, decidiamo di richiamare il giovane Luca Valzania che era in prestito al Swansea per fare da terza ala sinistra. Infatti in quel ruolo abbiamo già Rebello e Sigurdsson pertanto non mi serve tornare sul mercato.
    Nel frattempo Baldini su mia indicazione si mette al telefono e offre Jesé, ma al nostro prezzo però: spariamo altissimo, 50 milioni! E' giovane, ha talento, ha margini di crescita ulteriori (da questo punto di vista infatti mi spiace perderlo, ma capisco anche lui che vuole giocare e io al momento ho altri due davanti a lui), e l'abbiamo pagato 22 mln due anni e mezzo fa.
    Il Real risponde dicendo che vorrebbe riprendersi il suo ex canterano, ma offre 18,5 mln. Si fa avanti anche lo Spartak Mosca, sa di non avere l'appeal dei madrileni, ma sa anche che il denaro può tutto: 44,5 mln è la sua offerta, tutti sull'unghia!!! Indovinate chi accettiamo e chi invece sfanculiamo?
    Ulteriore motivo della cessione è che siamo sotto di ben quasi 20 milioni, e con la vendita di Jesè risistemiamo ampiamente il bilancio.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    CAMPIONATO

    La partita col Reading però la giochiamo davvero malissimo e loro ci puniscono sull'unica azione pericolosa...non solo loro, ma dell'intera partita!!!
    Ci riprendiamo col Cardiff (2-1, è sempre ostico), e dilaghiamo in trasferta contro l'Huddersfield (1-5). Da lì continuano soltanto vittorie in campionato, contro il Newcastle (2-1), la difficile trasferta col Southampton (1-3), e quella più comoda col WBA (2-0). Stiamo ancora sotto il Chelsea, di 3 punti, ma con 3 partite da recuperare rispetto a loro!

    CLASSIFICA

    FA CUP

    La ripetizione in casa nostra della partita contro il Blackpool finisce addirittura 6-1, con doppiette di Sigurdsson, di Townsend e di Mkwanazi.
    Poi il turno successivo, sfigatissimi, peschiamo addirittura il Manchester City. E troviamo un Jovetic in serata di grazia, probabilmente unto dal Signore, in cui, unica punta, ci segna una tripletta...finisce 3-0 e tanti saluti alla FA Cup. Devo dire che giocare ogni tre (a volte due) giorni mi stava sfiancando la squadra, per cui poco male....

    EUROPA LEAGUE

    Affrontiamo il Groningen, 0-2 a casa loro e 2-0 a casa nostra: un complessivo 4-0 e passiamo il turno. Incontriamo il Siviglia, anche loro poca cosa, dal momento che Lamela gliene fa due da loro e un rigore realizzato da Sigurdsson sistema la questione in casa.
    Ai sorteggi dei Quarti peschiamo il Bayer Leverkusen, non facile. Altra partita di cartello sarà Inter-Manchester Utd.

    SORTEGGI UEFA

    CAPITAL ONE CUP

    Finalmente il mio primo trofeo conquistato a Londra, qui al Tottenham! Nella finale contro il Manchester Utd. Lamela e una tripletta di Paulinho ci fanno andare all'intervallo addirittura sul 4-0!!! Il Chicarito ne farà due nella rirpesa: 4-2 finale e poi è festa!!!

    PARTITE
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    il problema è proprio il fisico...anche ora mentre ti sto scrivendo faccio bei risultati ma ottengo in cambio parecchi infortuni...la vedo complicata
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    All'Emirates Stadium incontriamo l'Arsenal che all'andata avevamo battuto recuperando in 10 il loro svantaggio iniziale. Qui non succede così, sono loro che recuperano il gol di Lamela alla mezz'ora e poi non succede più nulla. Ma per noi è quasi come una vittoria.

    Quattro giorni e affrontiamo il Bayer Leverkusen in casa per l'andata dei Quarti di Finale di Euro League. Al gol di Sigurdsson nel primo tempo loro rispondono rompendoci l'ala islandese (pochi giorni) e Nakamura (quest'ultimo ne avrà per diverse settimane: male considerando che mi stava sostituendo Davies, rotto anch'esso.). Li puniamo dopo l'80° segnandone altri due e li rimandiamo a casa loro con un sonoro 3-0. Ritorno agevole.

    Importante la vittoria casalinga in Premier contro l'Everton (3-1) dopo 3 giorni e quindi il ritorno con il Bayer che finisce 1-1 senza spingere, ed è ancora Sigurdsson che li purga. Siamo alle Semifinali, incontreremo il Norwich, mentre al Manchester si opporrà lo Standard Liegi: sfida impari.

    Sei giorni di riposo, ma poi inizia un tour de force che completerà il mese e continuerà a Maggio. Sfidiamo due volte in 4 giorni il West Ham, una è il recupero dell'andata. In casa li strapazziamo 5-1, 1-3 a casa loro e continuiamo la corsa a prendere il Chelsea.

    Ma qui si inceppa qualcosa.

    La sfida di andata contro il Norwich valevole per le Semifinali di Europa League a casa loro li vede andare in doppio vantaggio nel giro di pochi minuti e molto immeritatamente. Non che li snobbassi (il Norwich è da almeno due stagioni una realtà del calcio inglese), però il gioco è tutto nostro e i gol tutti loro. Verso la fine butto tutti in avanti, dobbiamo fare almeno un gol, è di importanza vitale...e lo troviamo al 75° con Chiriches da calcio d'angolo. Finisce 2-1 ma il ritorno in casa sarà tutta un'altra cosa...

    Tre giorni e c'è la sfida delle sfide. Chelsea-Tottenham, allo Stanford Bridge. La squadra non è al 100%, la classifica dice che siamo sotto di 5 punti ma anche di tre gare da recuperare. Questa non è una di quelle, ma gioco almeno per il pareggio. Andare a giocarmi la vittoria a casa loro rischierei una figuraccia. Ma nonostante Oscar, Yarmolenko, Hazard e Mandzukic tutti insieme là davanti la scoppola la prendono dopo soli due minuti in cui Sigurdsson confeziona l'assist per il tap-in di Bony. Oscar allo scadere del primo tempo invece ci regala l'autorete con cui passiamo al raddoppio. Strepitoso! Oscar si farà perdonare regalando l'assist per il gol di Hazard, ma non riusciranno a segnarne altri. Forse il pareggio era più giusto, ma ci prendiamo questa vittoria e ci portiamo a due punti con ancora tre gare di vantaggio.

    E' strano comunque essere sotto ma al contempo padroni del nostro destino...

    Finisce Aprile, ma le sfide continuano...fra due (2!) giorni torniamo in campo, in casa, contro il Norwich in campionato. Dopo altri due giorni, di nuovo loro, di nuovo in casa, ma stavolta si gioca l'Europa League. Di lì in poi ancora una gara ogni 2 o 3 giorni....
    Ce la faremo?

    CLASSIFICA

    EUROPA LEAGUE

    PARTITE

    CALENDARIO
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Per la doppia sfida col Norwich utilizzo le seconde linee in campionato, con Rabello in più, che deve riprendere dall'infortunio, e torna subito al gol, anche se solo su rigore, mentre Hughes Hughes chiude la partita; per la sfida di Europa League invece tutti i titolari e Lamela decide di scatenarsi con una memorabile tripletta (tra cui un delizioso cucchiaio). Siamo in Finale contro il Manchester. E' la quarta finale in 5 anni per il Tottenham, e finora ha vinto solo l'anno scorso. Ad ogni modo abbiamo rispettato gli impegni con la dirigenza arrivando all'ultima partita.

    Rimangono 4 sfide di campionato in una settimana: Hull (C), Liverpool (T), Man City (C) e Watford (C). Per quanto riguarda la classifica, abbiamo 86 punti contro gli 85 del Chelsea, ma che deve giocare ancora soltanto due partite. In linea teorica potremmo perdere sia col Liverpool che col City, ma dovremmo vincere contro Hull e Watford per aggiudicarci la Premier League. Contando però che dopo altri tre giorni c'è la finale uefa. Bisogna programmare, non si può andare di partita in partita e basta.

    CLASSIFICA PROVVISORIA

    Decido di schierare le due formazioni in modo alternato. Pertanto "Tottenham 1" o anche T1, dovrà giocare la partita casalinga col City, e avere il tempo di essere pronta per la finale Uefa, potendo contare su 5 giorni senza partite. Pertanto la formazione "T2" giocherà contro Hull (è penultimo), contro il Liverpool qualche giorno dopo (sacrificherò questa trasferta) e poi potrà riposarsi qualche giorno e affrontare il Watford in casa nel caso ancora non sia matematica la vittoria. Avrò bisogno dell'aiuto di tutti, tutti saranno fondamentali. Ok. Ora via.

    Contro l'Hull, Townsend è quello che prende il posto di Lamela e vuole realizzare anche lui una tripletta. Finisce 6-1. Manca una vittoria soltanto nelle prossime tre partite.

    Stessa formazione contro il Liverpool, in trasferta, non giochiamo male, ma loro segnano, era cmq in preventivo. Finisce 0-2.

    Scendono ora in campo i "T1", vogliamo vendicarci della eliminazione in FA Cup, della sconfitta per tre a zero, vogliamo rendergli pan per focaccia e lo ricordo ai miei...e forse non c'era bisogno: Lamela fa una doppietta, li umiliamo, finisce 4-1 e gli alziamo il trofeo della Premier League in faccia. Secondo titolo dell'anno, gli Spurs non vincevano dal 61, abbiamo reso omaggio al nuovo impianto (un anno e mezzo di vita) e davanti alla nostra gente abbiamo riportato il titolo qui nel quartiere di Londra.

    Festa grande.

    Ma non dobbiamo perdere ora di vista che c'è ancora da finire la stagione.

    La partita col Watford non ha più alcun senso ma vinciamo cmq 2-0.

    L'ultimo trofeo da assegnare, la FA Cup, finisce in mano al Chelsea che batte in finale un Norwich sempre più in pianta stabile tra le big, nonostante venga beffato per un punto in classifica dal Newcastle per l'ingresso in Europa.

    PARTITE

    CLASSIFICA

    Migliore attacco, miglior difesa.

    Brutta stagione per il Liverpool che cambia la guida con Moyes.

    La Finale di Europa League.

    Ci arriviamo in condizione, giochiamo quasi solo noi, ma comunque dopo il gol di Mangala su calcio d'angolo la partita si addormenta. Brutta partita, splendido risultato. Vinciamo 1-0 e bissiamo il successo dello scorso anno, quando sulla panchina c'era Pochettino, autore di tre finali ma una sola vittoria.

    FINALE EUROPA LEAGUE

    ALBO D'ORO EL

    Risultato storico il bis in Coppa, ma non è solo il nostro...anche il Bayern Monaco vince per la seconda volta di fila la Champions League, battendo il Barcellona.
    E così sarà anche la stessa finale di Supercoppa Europea dello scorso anno, sperando che il risultato però sia diverso.

    CHAMPIONS LEAGUE[hr]
    Una panoramica sui rendimenti della Rosa

    RENDIMENTO ROSA

    Ho già in mente cessioni eccellenti che saranno degnissimamente sostituite però...tanti giocatori in arrivo, sia nel numero, sia nella qualità, alcuni per il presente, altri per il futuro...
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Partiamo come di consueto da chi ci lascia. Comincio con il dire che le cessioni sono state effettuate seguendo uno di questi criteri o più contemporaneamente:


    • Svecchiamento della rosa
    • Occasioni imperdibili
    • Potenziamento della rosa tramite cessioni e contemporaneo acquisto di sostituti



    Detto questo, elencherò nel dettaglio solamente le cessioni più significative, mentre poi lascerò uno screen della totalità del mercato in uscita.

    In difesa mi privo del rumeno Chiriches, ex capitano. Ha sicuramente fatto una stagione buona, ma secondo me non ancora all'altezza di un top player. Ormai ventottenne, quasi 29, era il momento migliore per capitalizzare al massimo e fare spazio a chi dietro di lui scalpita (tra cui Solovjov, ormai al suo livello, ma con margini ancora importanti). Dopo un lungo corteggiamento riesco a consegnarlo ai Red Devils per la cifra di 32,5 mln sull'unghia (ne valeva 27/28). Non verrà pertanto rimpiazzato da nessuno che non sia già in squadra.

    A centrocampo ci saluta Dembelé, centrocampista di talento e polivalente, potevo sempre contare su di lui per coprire tutti i ruoli centrali del mio centrocampo, ma ormai aveva 30 anni, pertanto, nonostante il suo valore di oltre 16 mln, e nonostante l'avessimo pagato diversi anni fa 18,5 non riesco a piazzarlo a meglio di 10,75 mln. Ce lo comprano i Reds. Verrà sostituito con un giovane inglese, vivaio inglese.

    I Reds ci comprano anche un altro centrocampista, vivaio nazionale ma islandese di nazionalità: sto parlando di Sigurdsson, ala sinistra. Per lui un'età non più giovanissima (28/29) e soprattutto un rendimento non soddisfacente secondi i miei canoni. A dispetto del suo valore (intorno ai 25 mln), riesco a venderlo soltanto a 17,75, per di più rateizzati in due anni, anticipo zero. Verrà sostituito con un'ala sinistra molto buona.

    Verrà sostituito anche il colpo che non t'aspetti. Nato dalla combinazione di due elementi casuali del mercato (cessione vantaggiosa di un pari-ruolo più forte, e proposta di acquisto da parte di una squadra mentre addirittura era ancora infortunato per diversi giorni), la cessione di Rabello, 24enne ala di talento, ma che vendo al Borussia Dortmund per la cifra di 40 milioni (10 subito, gli altri un milione al mese per 30 mesi). Nonostante la stagione ottima, lo sostituisco con un top player assoluto.

    Infine la punta: Bony. Mi ha dato davvero tanto la stagione appena conclusa. 45 presenze complessive (più 2), 23 gol e 19 assist. Ma ormai andava per i 30, e il suo valore stazionava ancora a 29 mln. Troppo ghiotta l'occasione, valore alto, età ancora sui 29 (per poco), e stagione superba: lo propongo alle big d'Europa. Parto da 40, mi accordo con il PSG per 35. Ciao, ciao. Lo sostituiremo sia con la sua riserva che sta crescendo tantissimo, sia con un altro giovane, italiano, pronto per cimentarsi a livelli più alti di dove giocava prima.

    Poi operazioni minori.

    Totale entrate: 141 mln.

    CESSIONI
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    I leit motiv della campagna acquisti sono stati due:


    • Numeroso afflusso di giovani in grado di diventare ottimi giocatori futuri se non addirittura top players
    • Pagamento dilazionato, ma soprattutto a raggiungimento di obiettivi (più o meno lontani nel tempo)



    Come al solito presenterò gli acquisti in corsivo. Per ognuno, link con screen.

    PORTIERI

    Portiere titolare, manco a dirlo, ancora lo strepitoso Hugo Lloris, capace di regalarci tanti punti la scorsa stagione, con le sue parate provvidenziali.
    Per un turco che se va (Bolat), un turco che viene. Portiere funambolo e giovane prodigio, Ali Kirik parte come secondo, ma si allenerà a fianco di Lloris da futuro titolare. Acquistato dallo Sparta Praga per una cifra complessiva di 6 mln (di cui 3 in un anno), coi bonus (50 presenze in campionato) si arriva a 8,4, ma ne vale già 10. Prevedo diversi gettoni per lui quest'anno.
    Terzo portiere rimane il buon Gabriel.

    DIFENSORI

    A destra il titolare rimane Kyle Walker che farà ancora da chioccia all'ottimo giovane giapponese Norio Shirasawa.

    Al centro, con la partenza di Chiriches, i titolari saranno il solito Eliaquim Mangala e al suo fianco viene promosso il giovane prodigio Sergey Solovjov (capace di posizionarsi ovunque nel pacchetto difensivo).
    Un passo dietro rimangono i pur ottimi Jores Okore (che può pure sdoppiarsi nel ruolo di terzino destro) e l'altro giovane prodigio della difesa, il brasiliano Dude.
    Rientra dal prestito, come 5° centrale, il 22enne difensore serbo Milos Veljkovic che servirà come 4° giocatore proveniente dal vivaio della società, in attesa che i nuovi giovani crescendo lo sostituiscano. Comunque un buon rincalzo con margini di miglioramento.

    Sulla sinistra rimangono nell'ordine di importanza Ben Davies e Yutaka Nakamura a contendersi la maglia.

    CENTROCAMPISTI

    Partiamo dai centrali. Rimangono Paulinho e Benny Cristante.
    La partenza di Dembélé, oltre a far sì che acquistassi il 20enne prodigio inglese Ryan Ledson dall'Everton per una cifra molto importante (30 milioni di cui 20 in 4 anni, e due bonus da 10 mln l'uno, per 50 presenze e 30 gol in campionato), permetterà di regalare più spazio all'altro 20enne prodigio sudafricano Mxolisi Mkwanasi e al 23enne centrocampista inglese Will Hughes, capace di sdoppiarsi egregiamente anche nella posizione di ala destra.
    Jake Livermore e Thomas Carroll rimangono come rincalzi, importanti sia in qualità di prodotti del vivaio degli Spurs che di giocatori dal rendimento costante, nonostante non siano dei titolari.

    Attaccanti esterni destri: la maglia è di diritto di Erik Lamela, capace di giocate pazzesche e risolutive nelle partite che contano, come di lunghi digiuni in match che hanno poco se non di interlocutorio.
    Pertanto in momenti come quelli ci sarà Andros Townsend, che oltre ad essere un altro prodotto del nostro vivaio, è stato capace di prestazioni assolutamente degne di nota la passata stagione.
    Il nuovo Lamela sarà Alen Halilovic, provenienza Dinamo Zagabria, pagato 16 mln complessivi (4 subito più 12 in 4 anni), più bonus a raggiungere 50 presenze in campionato (3 mln negoziabili ora a poco più di due), 10 in nazionale (2 mln), e al timbrare 50 gol in campionato (7 mln, negoziabili subito a 4); l'anno scorso è stato lasciato parcheggiato alla Dinamo fino alla fine della stagione, ha però ancora molto da crescere prima di diventare il futuro campione che promette di essere.

    Attaccanti esterni sinistri: qui s'è cambiato tutto (o quasi).
    Nei miei piani iniziali il titolare doveva essere Rabello, mentre a sostituire Sigurdsson in partenza avevo acquistato a prezzo di saldo dal Bayern Monaco (a 6 mln, 5 subito e 1 in un anno, più 12 mln al raggiungimento dei 50 gettoni) l'ala 24enne Lazar Markovic, buono su tutte e due le fasce, ma mancino di piede.
    La partenza anche del paraguiano però è stata dovuta all'occasione incredibile che mi è capitata (e per la quale ho vinto anche concorrenze importanti): ovvero l'acquisto del fenomeno ispano-argentino Lucas Ocampos, (s)venduto dal Real Madrid per appena 13,25 mln (più altri 18 a 50 presenze). Lui da solo ne vale già altri trentotto, e sarà determinante sulla sinistra quanto Lamela lo è a destra.
    Terzo di rincalzo sarà il 22enne italiano Luca Valzania, con noi già da 5 stagioni, è rientrato alla base l'anno scorso, per restare. Almeno per ora.

    ATTACCANTI

    Per il ruolo di punta titolare si contenderanno la maglia il 20enne prodigio ucraino Andriy Chernykh, l'anno scorso vice di Bony, e il 22enne attaccante italiano Alberto Cerri, provenienza Parma a cui abbiamo dato 20 mln (di cui 4 in 48 mesi) e la promessa di altri 7,5 per 50 presenze e ancora 7,5 per 50 gol. Cifre importanti ma credo ne valga la pena. Almeno me lo auguro.

    UNDER 21

    Alcuni acquisti per la formazione Under21, futuri campioni di domani, si alleneranno coi campioni di oggi, ed eventualmente andranno a giocare in prestito. LINK

    [hr]
    Totale uscite: 99.67 mln

    Per un guadagno momentaneo di oltre 40 mln di euro. Ma che nel tempo, con le attivazioni delle clausole, potrebbero scendere anche notevolmente. Ma considero anche il probabile aumento di valore, essendo tutti acquisti giovani e di talento.

    ACQUISTI
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    Ti ringrazio.

    Volevo aggiungere che l'edizione 2014 di primo acchito sembra mal fatta. In realtà credo che nel lungo periodo (e conoscendo più a fondo tutti gli strumenti che ti fornisce) sia davvero ben fatto e che crei situazioni assimilabili alla realtà.

    Faccio un esempio che riguarda il mercato (dal momento che ho appena finito di parlar di quello): Iaquinta, il giovane difensore ex Atalanta che ho preso in questa sessione di mercato (U21), lo seguo da quando aveva 17 anni, e io ero al Paok. Era considerato (e tutt'ora lo è) uno dei migliori prospetti futuri nel suo ruolo. All'Atalanta (in A) giocava titolare già dai 18 anni. Mi hanno sempre chiesto dai 30/40 mln in su, cifre spropositate.
    Questo perchè il ragazzo non voleva andarsene, perchè la squadra non voleva cederlo ma se proprio...Sabatini style
    Ma poi l'Atalanta è finita in B, e il ragazzo non voleva restarci. Per la "misera" cifra di 4 mln sull'unghia me lo sono portato via senza colpo ferire.

    Impossibile comprare giovani a poco prezzo?

    No.

    Possibile fare incetta come nelle edizioni passate?

    No, a meno che tu non voglia spendere patrimoni immensi. Bisogna aspettare il momento giusto oppure offrire cifre importanti, magari diluite o con bonus sul lungo periodo che fanno rientrare poi l'acquisto su cifre più rispettabili.
    Quasi impossibile poi proporre contratti ai giovani da inserire in primavera. Fintanto che non hanno firmato per la loro squadra non accettano di andarsene, a meno che tu non sia il Real Madrid e loro giochino nelle giovanili della Pro Caccolese.

    Ultima considerazione, stavolta personale.

    Pensavo ormai da diverse stagioni (reali) di non essere in grado di creare moduli che prevedevano l'uso degli attaccanti laterali, ma soltanto di moduli con centrocampisti centrali e punte centrali. Semplicemente non rendevano come quegli altri e quindi me li ero fatti dis-piacere.
    In questa stagione (di gioco) ho dovuto per forza costruire un modulo con gli esterni (potevo mica vendere Lamela, no? ) e la punta centrale che non solo funzionasse ma che creasse superiorità nel possesso palla e fosse al contempo molto offensivo.
    Era una sfida nella sfida.
    Esserci riuscito mi ha dato una grossa soddisfazione di gioco.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    La Germania è la squadra da battere e ha la squadra di club più forte del mondo. Dopo aver vinto il mondiale in Brasile nel 2014, si aggiudica anche quello del 2018 in Russia, raggiungendo i verdeoro nella classifica dei pentacampioni del mondo. In finale batte l'Italia, giocando per un'ora in 10 ma vincendo ugualmente, anzi segnando dopo pochi minuti dall'espulsione.

    COPPA DEL MONDO 2018

    FINALISSIMA

    Sarà mio obiettivo nel tempo quello di detronizzare prima il Bayern e poi fare lo stesso con la Germania, alla guida possibilmente dell'Italia, se e quando ne avrò occasione.

    Per il momento però rifiuto la panchina della Spagna. Per prima cosa non siederò mai sulla panchina delle Furie Rosse, nè tantomeno dei Verdeoro. Come seconda cosa, quando accetterò una panchina di una nazionale sarà anche il momento che mi dimetterò dalla guida di una società di football. E per il momento non se ne parla nemmeno.

    Tornando a noi, le amichevoli servono a trovare il ritmo, e di notevole c'è anche la vittoria sulle merengues in casa nostra per 4-1.

    Il presidente Levy nel frattempo "neutralizza" un tentativo di insediamento esterno alla guida del club.

    Il mese prossimo inizieremo a fare sul serio, con l'attribuzione del primo trofeo stagionale, la Community Shiled, che giocheremo contro il Chelsea, vincitrice della FA Cup.

    L'ultimo di Agosto invece ci si giocherà un altro trofeo, la Supercoppa Europea, come l'anno scorso ancora contro il Bayern e che Dio ce la mandi buona.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    La dirigenza mi comunica le aspettative di quest'anno.

    ASPETTATIVE DELLA DIRIGENZA

    Mica poco, in Champion's vuole essere almeno tra le prime quattro!!![hr]

    Dopo le amichevoli estive si comincia subito a fare sul serio.

    E' tempo di giocarsi la Community Shield nel tempio di Wembley, casa della Nazionale e di proprietà della Football Association. Novantamila spettatori, tutto esaurito, aspettano di vedere come andrà a finire tra Chelsea e Tottenham.
    La formazione che scende in campo presenta soltanto due elementi nuovi: l'ala sinistra Markovic e la punta centrale Cerri. E tra il 15° e il 18° minuto a segnare saranno proprio loro, Markovic e Cerri. Completa una punizione magistrale di Lamela, battuta da destra col sinistro, sotto il sette del primo palo.
    Dopo l'intervallo loro accorciano subito, ma io addormento la partita che finisce 3-1 per gli Spurs e vinciamo così subito il primo trofeo della stagione.

    In seguito parte il campionato. Il primo impegno è lo Sheffield Utd., neopromosso, che viene a casa nostra. E nonostante la formazione "B" che schiero, perchè tra tre giorni c'è un'altra partita, lo passano in vantaggio. Ci vorranno due rigori (ci sono entrambi) nel secondo tempo per pareggiare e portare a casa i tre punti, difficili, sudati. Doppietta di Mkwanazi. Non sono contento e lo faccio sapere.

    Tre giorni dopo torna il sereno. Incontriamo il Manchester City, sempre in casa, e come col Chelsea, succede tutto nel primo tempo. Come col Chelsea segna Cerri (doppietta stavolta), e come allora suggella una punizione, stavolta da destra di sinistro, e a segnarla ci pensa Cristante, sotto il primo palo. Finisce 3-0 e stavolta sono contentissimo. Da notare che loro picchiano come matti e perdo Mangala per tre settimane, oltre ad acciaccarmi Lamela e Davies.

    Sempre 3-0, stavolta lo otteniamo in trasferta contro l'Everton, ci pensano Paulinho, Markovic e Dude al 93°. Stavolta tutti nel secondo tempo. E siamo prontissimi per affrontare la partita che può valere il secondo trofeo.

    Giochiamo a Cadice, in palio la Supercoppa Europea che come l'anno scorso se la contendono il Bayern e gli Spurs. Siamo leggermente sfavoriti secondo i bookmakers, ma di poco.
    La differenza tra noi e loro sta soltanto in un piccolo "dettaglio". Le nostre occasioni finiscono sui legni o in bocca al portiere. Tutte le loro occasioni finiscono in gol. Partita che perdiamo in modo assolutamente immeritato (nonostante li consideri ancora un gradino sopra di noi) per il roboante punteggio di 4-0! Non bene, ma anche tanta tanta sfortuna. Dominio dal punto di vista del possesso.

    SUPERCOPPA EUROPEA

    PARTITE

    CLASSIFICA

    Nel sorteggio per i gironi di Champion's League abbiamo invece decisamente fortuna. Qui sotto, i gironi con le squadre in ordine di fascia.

    GIRONI CHAMPION'S LEAGUE
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Mese a dir poco orribile!!!

    Partiamo con la disfatta a Stanford Bridge, ci segnano su autorete del portiere da calcio d'angolo, raddoppiano in contropiede con pallonetto di Hazard, e noi riusciamo a segnare solo dopo l'80°...facciamo schifo...

    Col Celtic in Champion's League (squadra titolare) in casa non andiamo oltre il pari, già dopo due minuti inseguivamo grazie ad un'altra autorete (Solovjov) al primo affondo sulla fascia e cross teso al centro. Paulinho pareggia poco dopo ma la partita finisce lì. Ancora peggio.

    Vinciamo 2-0 col Nottingham, ma senza convincere.

    Due a uno col Swansea soffrendo un sacco in Capitol One Cup. Vero che erano le riserve, ma con le riserve dovevamo comunque batterli bene, invece loro hanno sfortuna.

    L'apice in negativo per questo mese) l'abbiamo con il Norwich di Klopp, in trasferta dove usciamo sconfitti 2-1. Brutta prestazione, morale della squadra ormai bassino, non mi ascoltano.

    La cosa peggiore è che quando in porta non gioca Lloris le riserve nemmeno ascoltano i miei dettami di passare al difensore...palla lunga regalata all'avversario.

    O facciamo un giro di vite serio, o non arrivo alla fine...

    Fortuna che le altre fanno schifo quanto me...Norwich a parte.

    PARTITE

    CLASSIFICA

    P.s: s'è rifatta sotto una cordata per l'acquisto del club.

    Inoltre ho richiesto le migliorie delle attrezzature d'allenamento, nonchè un ampliamento dello stadio, che già è nuovo (2016) ma così porteremo la capienza da 56000 a 63000
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    si, stavo pure pensando che ho cambiato uno dei DC titolari, il regista arretrato titolare, e entrambe le ali sinistre
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Decisamente meglio! Lamela e Ocampos cominciano a ingranare bene, incassiamo ancora troppo dai corner e dagli sviluppi degli stessi, Mangala fa addirittura doppietta però sempre da corner (specialista, arriva in corsa salta più in alto di tutti e schiaccia imperioso, è uno schema ormai). Peccato per la partita contro l'Arsenal. Al 30° Wilshere fa un fallaccio su Lamela che sta per partire in contropiede, a piedi uniti da dietro, rosso diretto. Al 41° sempre Lamela ci porta in vantaggio. Non ci facciamo riprendere da Giovinco, che tira su rimpallo da calcio d'angolo? Due punti persi che ci costano il primato in classifica e ci fanno sorpassare da dietro.

    Bella invece la vittoria sul Monaco a Montecarlo in Champion's League arrivata al 90°.

    PARTITE

    CLASSIFICA

    GIRONE CL

    Un pò di GOSSIP

    Rischierò davvero la panchina?

    Intanto le due punte, sia Cerri che Chernykh stanno soffrendo la mancanza di gol personali, morale basso e prestazioni sottotono. Circolo vizioso da spezzare il prima possibile.
    Ultima modifica di Ciroxs; 04-10-2014 alle 09:55

  9. #9
    Bandiera L'avatar di enigmainsoluto
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Verde Umbria
    Messaggi
    6,028
    Menzionato
    122 Post
    Taggato
    0 Thread

    Squadra preferita
    A Maggica
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Nella partita casalinga col Swansea Cerri ritrova la via del gol sbloccandosi addirittura con una doppietta.
    Nella delicata partita col Monaco, in Champion's League, fa lo stesso anche Chernykh, dopo il vantaggio di Lamela.
    Sempre Lamela apre le marcature nella terza partita casalinga di fila (dopo che il mese scorso ne avevamo giocate addirittura 4 fuori casa) contro il Liverpool, e chiude i giochi Markovic.
    Nella trasferta di Manchester contro i Red Devils schiero a sorpresa il 4-1-4-1 capace di affrontare il loro trequartista e con l'ordine di giocare sulle fasce, dove con il loro 4-3-1-2 non hanno presidio. Morale: Ocampos segna e poi si amministra il match.
    Molti cambi nella partita contro il Celtic, perchè in Champion's League siamo già matematicamente primi (per scontri diretti) con due partite ancora da giocare. Acciuffiamo comunque un pari che ci garantisce il primato per punti.

    PARTITE

    CLASSIFICA PREMIER LEAGUE

    CLASSIFICA CL

    Intanto dopo un mese di tira e molla arriva la notizia circa il nuovo presidente, David Green, il 1° Dicembre 2018. Oltre ad aumentare il monte ingaggi di un centinaio di milioni (sic!), ora quindi a 250 circa, oltre ad altri 50 mln per il mercato (nonostante un budget fermo a 54 mln), ancora non sono sicuri sia io il loro allenatore giusto. Al momento non ho potere di far nulla se non far giocare la squadra. Ancora la dirigenza deve insediarsi ufficialmente. Al termine di ciò saprò "di che morte devo morire".

    DIRIGENZA
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Mese impegnativo quello di Dicembre. Intanto la notizia più attesa arriva intorno al 10, quando il nuovo presidente Green mi comunica che resto sulla panchina, nonostante Rodgers, ex Liverpool, fosse più volte venuto a vedere le partite gufando spudoratamente.

    COMUNICATO

    Dal punto divista dei risultati, un po alterni, in trasferta uso spesso il 4-1-4-1 col contropiede, anche contro le piccole, che si chiudono a riccio e ovviamente sono abilissime a sfruttare l'unica occasione che viene loro concessa in contropiede per fulminarmi.

    Ecco che quindi Aston Villa e Cardiff strappano dei pareggi (quest'ultimo addirittura a reti bianche in casa nostra nonostante l'assedio), e proprio il Cardiff ci elimina in modo rocambolesco dalla Capitol One Cup. Di cui me ne fregava poco e niente, comunque.

    Nonostante ciò stiamo in testa alla classifica per una flessione contemporanea anche dell'Arsenal, per fortuna. Il campionato quest'anno però sembra molto più combattuto, la Premier è davvero eccezionale come campionato.

    In Champions passiamo assieme al Monaco, e nel sorteggio ci accoppiano all'Atletico Madrid. Il mio vecchio PAOK nuovamente contro il Bayern, vincitore di 4 Champions negli ultimi sei anni!

    A gennaio manderò parecchi giovani in prestito che ora giocano poco, e ne prenderò altrettanti, magari con più esperienza, per fare da riserve.

    Tanto con 250 mln (più 55 cash) di monte ingaggi, di cui solo un centinaio utilizzati, posso permettermi tutti i movimenti che voglio

    PARTITE

    CLASSIFICA

    CHAMPIONS LEAGUE GIRONI

    CHAMPIONS LEAGUE SORTEGGI
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Ci muoviamo molto ma unicamente sul fronte prestiti (ad esclusione della cessione definitiva del 3° portiere Gabriel, e in entrata del giovane argentino Carli)

    Esce la "meglio gioventù" (quella che già non gioca nella squadra titolare) per andare a fare esperienza e mettere minutaggio (la prima parte della stagione li ho tenuti in squadra per allenarli con i "grandi").

    Per supplire in parte a loro, e in parte ai molti infortuni (soprattutto nel reparto arretrato, tra cui i due terzini titolari) mentre Nakamura e Mkwanazi partono per i campionati asiatico e africano, faccio entrare molti prestiti. Dovranno essere le terze scelte, riservisti, pertanto opto per giocatori già maturi in grado di accettare la panchina senza far storie. Dietro prendo Sotres come terzo portiere, Abate dal Milan sulla fascia destra, Clichy su quella opposta e si rivede Mazuch (l'avevo al PAOK) come centrale. Davanti prendo due ali, a destra Piatti dall'Inter e a sinistra Marquinho dalla Roma.

    CALCIOMERCATO

    In trasferta contro lo Sheffield nel giorno di Capodanno, con molte riserve, ne usciamo per il rotto della cuffia, mentre Markovic in FA Cup si sbarazza del Burnley e ci fa passare il turno.
    La trasferta contro i Citizens all'Emirates Stadium si preannuncia difficile. Nonostante giochi con tutti i titolari che ho a disposizione (la difesa è un po rimaneggiata nei ruoli) voglio impostare la partita più sulle ripartenze, e schiero il 4-1-4-1. Ma Aguero rovina i piani di gioco al primo contropiede che impostano loro, pertanto avanti con il nostro 4-3-3 largo. La partita cambia quando un loro difensore, già ammonito, al 36° fa un altro stupido fallo in area. Calcio di rigore che Cerri realizza e doppio giallo con conseguente espulsione per il City. Da lì ne facciamo un altro con Ocampos e chiudiamo la partita. Ottimo!
    La partita contro il Chelsea è già quasi uno spareggio. Ce la giochiamo in casa, ma la partita cambia già dopo dieci minuti, quando Smalling, su un innocuo cross che poteva prendere solo il loro portiere, lo anticipa e sbatte il pallone in rete. Iidiota.
    La partita non dice più niente fino al 93°, quando sempre Smalling decide di porre fine al malato terminale Chelsea con un fallo inutile in area, così procura anche il rigore del 2-0. Doppio idiota.
    Vinciamo bene anche la partita seguente contro l'Everton, ma da lì si inceppa qualcosa.
    Nonostante la vittoria in FA Cup contro il Crystal Palace, lo striminzito 1-0 (raggiunto al 92°!!) non mi può far certo piacere. Così come la trasferta di Nottingham, dove al vantaggio di Ocampos non riusciamo ad accelerare e alla fine ci puniscono con un gol direttamente da punizione. Pareggiamo, ma per fortuna l'Arsenal è ancora distante perchè Gennaio non è stato un mese fortunato per i Gunners.

    PARTITE

    CLASSIFICA
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    20 Febbraio: all'Estadio de Madrid andiamo a far visita all'Atletico, partita valevole per la 1° fase ad eliminazione diretta della Champion's League. Loro giocano con la difesa a 4, 2 centrocampisti centrali, un regista avanzato sulla trequarti, due ali che giocano larghe e il "puntero" Diego Costa, che a dispetto dei suoi 30 anni suonati è ancora un avanti devastante. Noi adottiamo il "solito" 4-3-3 con i 3 centrocampisti centrali in linea (Cristante, Ledson, Paulinho), due attaccanti esterni (Lamela e Ocampos) e la prima punta (Cerri).
    Salta tutto quando dopo appena 4 minuti l'ala sinistra Ruben Garcia segna con un gol su contropiede. Nonostante ciò, partita assolutamente equilibrata. La riprova è che pure la nostra ala sinistra, Ocampos, segna dopo un'ora di tentativi. Finisce 1-1, un risultato che nonostante tutto ci consente di partire in leggero vantaggio al ritorno, quando giocheremo in casa.

    4 Marzo: ospitiamo l'Arsenal, gara di Premier. I Gunners dovrebbero vincere non solo per poter riaprire il discorso campionato (a febbraio noi le abbiamo vinte tutte), ma anche per non farsi prendere dal Chelsea che è ormai a un soffio da loro. Loro si presentano schierando il 4-5-1 in linea tanto caro a Keane, in cui i loro centrocampisti devono supportare in attacco (leggasi rifornire) la prolifica punta danese Fischer, bravo a disimpegnarsi a centrocampo e sulla fascia sinistra, per cui abile a suggerire per gli inserimenti dei centrocampisti laterali Schurrle e Chamberlain. Il talentuoso Ramsey in cabina di regia.
    Nonostante il nostro predominio tattico però il fortino dei Gunners resiste per oltre un tempo. Sprono i miei all'intervallo e quando rientrano suona un'altra musica. Ad aprire le danze è Ocampos, ma poi lo spartito per il primo violinista lo suona Erik Lamela, autore addirittura di una tripletta. Al 90à il centrale Dude suggella la manita. Menzione per Alberto Cerri, che sta diventando sempre più quello che era Boly l'anno scorso: la prima punta che suggerisce i tagli degli esterni che si trovano così davanti alla porta; 3 assist per lui. Campionato chiuso per l'Arsenal, che viene scavalcato pure dai Blues.

    12 Marzo: partita subito forte è ciò che chiedo ai miei nel ritorno di CL contro l'Atletico Madrid. Loro si presentano grossomodo con la stessa formazione dell'andata. Noi schieriamo Solovjov riciclato terzino destro (ormai una costante) e a centrocampo schiero Paulinho al posto di Ledson infortunato, e alla sua sinistra Mkwanazi, una forza della natura; Cristante sempre a destra e davanti Lamela-Ocampos-Cerri, c.v.d.
    I miei mi ascoltano: dall'8° siamo già in vantaggio con Cerri, al quarto d'ora ci pensa Cristante a raddoppiare, e Mangala su calcio d'angolo realizza il 3-0. Commettiamo l'errore di rilassarci, perchè loro accorciano al 33°. Nel secondo tempo acceleriamo ancora, ed entro l'ora di gioco ne facciamo altri due. Il relax ci sta, ma Ruben Garcia fa penare Solovjov, ed è ancora lui l'uomo in più dell'Atletico, e realizza una doppietta, risultando addirittura il man of the match. nonostante ciò, un 5-3 che ci proietta ai Quarti, dove incontreremo l'altra squadra di Madrid, i cugini più famosi, il Real.

    24 Marzo: dopo un 2-2 a Liverpool e la vittoria rotonda in FA Cup, nella partita di ripetizione del 6° turno contro lo Sheffield Utd., incontriamo in casa un altro United, decisamente più ostico, il Manchester. Partita valevole per una Premier ormai quasi a senso unico. Mi aspetto da loro un 4-3-1-2 con Mata che parte dalla trequarti e che inizia i contropiedi, e che li finalizza pure! Invece Giggs ci oppone un 4-5-1 in linea, copia "spiccicata" della formazione di Keane. Bene, so già come affrontarli. Con Cristante che ho ormai deputato in cabina di regia, al centro, con Hughes che ha scavalcato Paulinho nelle mie preferenze iniziali, e a completare, Mkwanazi. Davanti, il trio titolare. La difesa titolare ormai comprende Solovjov a destra, Dude e Mangala al centro e Davies a sinistra.
    Per farla breve, quando loro si convertono al modulo che mi aspettavo, è ormai troppo tardi, e come l'Arsenal ne prendono 5, come con l'Arsenal è Lamela a realizzare una tripletta, ma Mata riesce a farcene uno, segno che se forse Giggs la preparava diversamente...

    10 Aprile: Avete presente la formazione titolare? Sì, è la stessa che affronta i Blancos al Bernabeu, andata dei Quarti di Finale di CL. Loro schierano un 4-2-3-1 con due mediani come Khedira (di rottura) e Illarramendi (di regia) e poi le meraviglie: Bale (destra), Isco (centro), e Di Marìa (sinistra), con davanti il totem d'attacco Cristiano Ronaldo.
    E' proprio lui ad aprire le marcature dopo 18 minuti di gioco. Ed è l'ex Spurs, Gareth Bale, a piegare le mani a Lloris dopo mezzora. Ci troviamo sotto di due gol all'intervallo, a Madrid, e ciò che vedo davanti è confuso, ma il colore è nitido: nero! Un'incazzatura che l'hanno sentita pure sugli spalti, i tifosi in fila al bar o alle toilettes, attendendo la ripresa.
    Anche la reazione si fa attendere un pò, ma quando c'è, è un fiume in piena. Al 60° Erik Lamela accorcia le distanze. All'80° è Ocampos a pareggiare i conti. 2-2 al Bernabeu, rimonta splendida. Cerri, fin qui oggetto misterioso, aveva lasciato il posto a Markovic, che invece di schierarlo a sinistra, complice la mancanza del suo sostituto naturale Chernykh, lo inserisco punta centrale. E da un lancio dalle mie retrovie, l'acciccato Varane non intercetta, ma Markovic sì, e si ritrova sulla trequarti avversaria solo col pallone, davanti Casillas esce dispratamente addirittura 5 metri oltre la sua area di rigore, in scivolata, ma una finta del serbo basta a far sì che si ritrovi col pallone tra i piedi, e senza nessun ostacolo che lo separi dalla porta: 2-3 finale all'86°, dopo è "Linea Maginot". Partita sensazionale! Doppio assist di Mkwanazi (tra cui l'ultimo), è lui l'MVP.

    13 Aprile: non si può vincerle tutte! D'altronde dopo appena tre giorni dall'impresa di Madrid, che ci ha lasciato spompati, devo per forza inserire molte seconde scelte. Anche se è la finale di FA Cup, anche se l'avversario è il Chelsea. E allora spazio a Ali Kirik, il futuro fenomeno tra i pali del calcio mondiale, Walker, Okore, Mangala e Nakamura in difesa (solo uno su quattro è reduce da Madrid), centrocampo interamente cambiato (Carroll-Ledson-Paulinho) e pure davanti (Townsend-Markovic-Chernhyk). Loro adottano un 4-5-1 con due CC come Bender e Matic (bravissimi a rompere il gioco e abili a rilanciarlo), un trequartista, sulle ali la coppia Hazard (fenomeno assoluto) e Ferreira Carrasco. Davanti unica punta, un francese di belle speranze, Benzia. Il problema è che Hazard segna da dove vuole e quando vuole: stavolta è un missile da fuori area che scavalca il portiere, già al 6° minuto. La partita, almeno nel risultato, finisce già lì. Loro esultano, noi no.

    16 Aprile: tre giorni ancora e c'è di nuovo il Real, stavolta al New Hart Lane. Ancora una volta è CR7 a segnare per primo, dopo 12 minuti. Ma poi non fanno più nulla. La doppietta di Cerri e i gol di Lamela e Hughes fissano il risultato sul 4-1 e noi proseguiamo alle Semifinali. Due madrilene eliminate una dopo l'altra. Il sorteggio non ci dice bene: mentre il Barça pesca una sorprendente Juve (che ha eliminato due inglesi, prima il City e poi il Chelsea), noi andiamo a cozzare contro la supercorazzata del calcio mondiale, il Bayern Monaco.

    1 Maggio: Festa del Lavoro in molti paesi del mondo, tra cui tutti quelli dell'UE, è la data in cui affrontiamo il BM. Noi usciamo da un filotto di vittorie in campionato che ci ha consentito di festeggiare con due giornate d'anticipo la vittoria della Premier League, appena quattro giorni prima, in casa contro il Watford. Pertanto il morale della squadra è alle stelle.
    Loro schierano Neuer tra i pali, a destra il capitano Lahm, che a 35 anni è ancora un mostro, e a sinistra Boateng. Centrali di difesa sono il francese Zouma e il talento spagnolo Villanueva. Due promesse del calcio, ma forse ancora non al top, pertanto credo sia quello l'anello "debole" dei bavaresi. Dalla mediana però viene loro in aiuto un mostro sacro, il talento assoluto Alaba, austriaco di colore, capace di giocare (e bene) in almeno 5 posizioni diverse del campo, anche se di suo sarebbe terzino sinistro.
    A metà campo due dei centrocampisti più forti al mondo: Toni Kroos e Javi Martinez. Ma il top è lì davanti: il terzetto Muller, Gotze e Lewandowski.
    So bene che affrontare il Bayern alla pari, cercando di controllare il match, in casa loro, significherebbe la rovina, prendere una "paga" colossale. Allora arretro il raggio d'azione, schiero il modulo che uso quando ho bisogno di chiudermi per ripartire. Schiero il meglio che posso, la squadra titolare, ma i terzini sono più bloccati dietro, Cristante va a fare il regista basso sulla mediana, mentre Lamela e Ocampos si posizionano inizialmente sulla stessa linea dei centrocampisti, in fase di possesso palla hanno libertà di azione però. Davanti Cerri, a lui il compito di far salire la squadra e mettere in apprensione i due difensori centrali.
    Macchè! Al 22° è il solito Muller a portare in vantaggio i bavaresi. Ma loro comunque non giocano così in superiorità, il loro modulo appare meno forte quando non hanno spazio davanti per far correre i loro attaccanti e i loro uomini più pericolosi hanno una marcatura ad personam. Però la cosa si complica ulteriormente quando al 50° quell'idiota di Mkwanasi prende il secondo giallo e finisce sotto la doccia. Sposto Cristante al suo posto, rimango con un 4-4-1 senza più il regista basso, d'altronde a che serve quando devo solo sfruttare le eventuali ripartenze che mi concedono, se me le concedono?
    Una a dire il vero me la concedono, e Cerri riesce a farla arrivare a Lamela, il classico taglio della difesa e Erik non sbaglia, Neuer è battuto. Dopo è "Linea Sigfrido". Finisce 1-1 in cui spezzetto gli ultimi minuti con i cambi a mia disposizione. Partitone! Purtroppo per il ritorno non avrò nè Mkwanazi, ne Solovjov. Buona Festa dei Lavoratori!

    7 Maggio: ormai ci stavo cominciando a credere. Stesso dettame tattico dell'andata, e fino al 70° avevo ingabbiato il Bayern un'altra volta. Ma poi è arrivato Lahm...un tiro incredibile dall'angolo sinistro (il destro per chi attacca) dell'area di rigore che va con un effetto accentuatissimo a infilarsi sotto l'angolino opposto della rete. Finisce così l'avventura europea in Champion's League. Inutile da fare, sono più forti. Sono I PIU' FORTI. E lo dimostrano anche nell'ultimo atto, per la seconda volta di fila contro il Barcellona. Gol di Muller nei tempi supplementari. Terza Champions di fila, la quinta nelle ultime sette edizioni.

    A noi resta una Premier League, la seconda di fila, stavolta però è stata dominata dall'inizio alla fine, e una Community Shield. Perse le finali di FA Cup e di Supercoppa Europea.

    La dirigenza rinizia nuovamente altri lavori di apmliamento del nuovo stadio, che lo porteranno ad avere una capienza massima di oltre 72000 spettatori. Intanto giocheremo al Wembley Stadium (wow!).

    Ho intenzione di rinforzare pesantemente la squadra, alcuni colpi sono già "in cantiere". Molti i giovani, fra i più promettenti del pianeta, in arrivo per le nostre giovanili.

    PARTITE

    CLASSIFICA

    CHAMPION'S LEAGUE

    ALBO D'ORO CL

    PRESTAZIONI COMPLESSIVE DELLA ROSA
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    il problema si chiama soltanto Bayern...le altre sono tutte alla nostra portata...ma come ho già detto prima, sto piazzando qualche colpo da novanta, al momento sul centrocampo, anche se vorrei pure rinforzare le corsie laterali di difesa, più che altro la destra, ma non è semplice.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    non mi carica il filmato

    cmq l'ho visto direttamente sul Tubo
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Nel frattempo, ciò che succede nei principali campionati europei...

    Partiamo dalla Germania, dove succede qualcosa di sconvolgente...la corazzata bavarese è soltanto terza! Se non avesse vinto la CL, giurerei che si sia "rotto" qualcosa

    - BUNDESLIGA e ALBO D'ORO

    In Spagna ancora una volta è Real

    - LIGA e ALBO D'ORO

    In Italia il Milan spezza il predominio bianconero, che si piazza terzo dietro perfino al Toro

    - SERIE A e ALBO D'ORO

    Per la Francia il sogno parigino di un grande PSG si è ormai infranto da anni, è il Monaco a farla da padrona

    - LIGUE 1 e ALBO D'ORO

    In Portogallo è ancora una volta Porto

    - LIGA ZON SAGRES e ALBO D'ORO

    Olanda: Twente a pari punti col Feyenoord, entrambi a spezzare il duopolio Ajax/PSV

    - EREDIVISIE e ALBO D'ORO

    In Grecia ho ormai creato un mostro, che va da solo...i primi tre del PAOK sono opera mia diretta.

    - SUPERLEAGUE e ALBO D'ORO

    Gli altri...

    - RUSSIA e ALBO D'ORO
    - TURCHIA e ALBO D'ORO
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Le cessioni "eccellenti" riguardano l'ormai 30enne Paulinho, ceduto al Valencia per 10 mln; il 26enne difensore Okore (non che volessi privarmene ma toglieva spazio a giovani, ed era sacrificabile in quanto non proveniente da vivai inglesi), se n'è andato allo Schalke04, per la somma di 20,5 mnl; e infine Kyle Walker, ormai una seconda scelta come terzino destro, venduto per 5 mln al Southampton, cessione che ha provocato qualche scontentezza tra la tifoseria, soprattutto per l'esigua somma ottenuta, nonostante l'avessimo già ampiamente ammortizzato a bilancio.

    Tra gli arrivi, apro il portafogli per acquistare Verratti dal PSG: 40 mln subito, 30 in 4 anni. Bonus: dopo 50 presenze, altri 12 mln, dopo 50 gol altri 10. Sarà il mio regista arretrato, è una spanna sopra tutti.
    Arriva anche Goretzka, altro centrocampista, lo prendo dal Bayern Monaco, talento cristallino di 24 anni: 20 milioni + altri 20 dilazionati in 4 anni. Bonus: 10 mln dopo 50 gettoni, 15 dopo 50 gol.
    Da citare anche gli acquisti di Bas Smit, terzino destro olandese, ma rimane un anno in prestito all'Heracles; Maltese, il 20enne capocannoniere prodigio del Catania, che ha agevolato l'acquisto grazie alla sua retrocessione in B; Misic, dal PAOK, acquisto non in previsione, ma il prezzo era davvero sorprendentemente basso (lo acquistai io quando ero a Salonicco); e i prestiti sull'out basso di destra (dovuti alla partenza di Walker e all'infortunio di 3 mesi di Solovjov) del giovane Chiappella, dalla Juve, e di McLaughlin, dal Liverpool. Come terzo portiere arriva Hansen dal Rapid Vienna per pochi "spiccioli", è un prodotto del vivaio inglese.
    Più un disastro di giovani dal futuro radioso (spero).

    RIEPILOGO CALCIOMERCATO[hr]
    Quest'anno ci sarà spazio per tutti, ruoterò in campionato più o meno tutti (chi più, chi meno) tranne nei big match dove schiererò la miglior formazione possibile (quindi contro City, United, Chelsea, Arsenal e Liverpool).
    Rosa ampia tra "titolari", riserve e under21/u18. Voglio provare ad aggiudicarmi anche i titoli giovanili, come ad esempio la Champions u19. Alcuni in prestito, ma solo per mezza stagione. Al loro ritorno, resteranno fino alla fine ma magari partirà qualcuno che era rimasto prima.[hr]
    Ci aggiudichiamo la Community Shield vincendo 3-1 contro il City, grazie a Verratti (subito in gol, è un fenomeno), Cerri e Mangala.

    Il Bayern perde il suo guru, Bielsa, con cui ha vinto tutto, che si è defilato dopo aver vinto la Champions ma perso il campionato. Che sentisse aria non buona? Viene sostituito da Ancelotti che lascia Madrid (al suo posto Klopp, dal Norwich), ma perde subito la sfida contro il Borussia Dortmund valevole per la Supercoppa Europea...qualche scricchiolio si sente, nonostante sia quotato 6 a 1 per la vittoria nella massima competizione continentale. Noi siamo quotati 10 a 1, come Juve, Arsenal (che ha cambiato allenatore, via Keane, dentro Simeone che battuto il Pep nelle preferenze) e Chelsea, subito dietro al Barça (9 a 1).

    Ah, sì la Champions. Il sorteggio (siamo in prima fascia ovviamente) ci accorpa a Inter, Spartak Mosca e Twente.
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Quando si dice uno spaccaco**ioni!!!

    CONVERSAZIONE CON IL CAPITANO LLORIS

    Peccato Carroll sia uno dei prodotti del vivaio interno...ma dal prossimo anno potrò disfarmene. Ah, dimenticavo, vuole pure giocare titolare (gli ho promesso più minutaggio) e pensa pure che abbia già vinto abbastanza qua e vuole andarsene (gli ho promesso la Champions tanto per farlo star buono )

    Speriamo non arrivi a rompere lo spogliatoio...
    Citazione Scritto da enigmainsoluto


    a mercato chiuso?

    conta anche che è il quarto e ultimo prodotto del vivaio interno, e mi serve per la CL...dalla prossima stagione ne avrò due nuovi in più per cui lo posso sfanculare...
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    D'altronde che ti aspetti da uno con sta faccia?

    Spoiler:
    Allegato 6279
    Citazione Scritto da enigmainsoluto
    Per come inizia il campionato, sembra promettere abbastanza bene. Partiamo col Newcastle e con la tripletta (due rigori) di Cerri e gol di Cristante. Ce ne segnano però due. Altre due vittorie con Watford e Norwich.

    14 Settembre: all'Etihad facciamo un possesso palla sterile, ci puniscono due volte e ci rimandano a casa con molti dubbi: Manchester City-Tottenham Hotspurs 2-0.

    La Champion's inizia in trasferta con un semplice 1-0 ai danni del Twente a firma di Chernykh, si ritorna in campionato dove si vince con l'Everton, sempre in trasferta, anche se dopo il 3-0 ci facciamo segnare ben due gol. Arretriamo troppo il baricentro. Tassa Verratti su punizione. Doppio impegno con il West Ham, prima in Capitol One Cup, dove ci imponiamo per 3-1 (ma segniamo nel giro di un minuto, tra l'88° e l'89° con una doppietta di Chernykh) e poi impattiamo in campionato 3-3 facendoci rimontare dal 3-1. Segnali di malessere, così non va bene. Ma andiamo avanti.

    1 Ottobre: giochiamo in casa (che fino al termine dei lavori, come anticipato sarà il Wembley Stadium da 90000 posti) contro l'Inter, in Champion's, e le occasioni più nitide sono loro, in una partita che aveva l'odore del pareggio. Ma il sapore fortunatamente è della vittoria per una rete in avvio su calcio d'angolo da parte di Mangala.

    Con la roboante vittoria contro l'Aston Villa sembra che stiamo rientrando su binari consueti, ma impattiamo 2-2 subito dopo contro il Wolves (sebbene pratichi un ampio ricambio). Di certo però a loro basta tirare, per segnare. Un cinismo esasperante. Ci diciamo, sarà un momento così. E infatti vinciamo 5-1 con lo Spartak in Champion's (imbattuti nel girone d'andata), e nella seguente doppia sfida col Cardiff (Premier e Capitol One) li stendiamo 4-1 e 5-0 (tripletta di Chernykh, periodo di forma migliore di Cerri).

    2 Novembre: e arriviamo alla sfida interna contro la capolista, il Chelsea. Nonostante la preparazione e le raccomandazioni perdo il difensore Dude già al 15° per doppia ammonizione. Sono costretto a giocare col 4-4-1 e di rimessa. Nonostante ciò loro segnano ma è di nuovo Chernykh a raggiungerli. Dopo un'ora di gioco però è il solito Hazard a chiudere la partita. Non riusciamo più a riaprirla.

    Perdiamo pure contro lo Spartak Mosca in Champion's League. A loro basta un'azione, con Marcelo, da calcio da fermo. A noi non basta nemmeno che lo stesso Marcelo venga espulso per doppia ammonizione a dieci minuti dal termine.

    11 Novembre: e concludiamo il filotto di sconfitte all'Emirates Stadium, dove i Gunners ci tolgono pure il dominio territoriale, dove concludono più di noi, ma dove addirittura ci beffano sul finale, al 90° dopo che Cerri dci aveva riportato in partita: 2-1 e a casa in tempesta.

    Le vittorie con Swansea e Twente sono poca roba, ma a cui fanno seguito tre 0-0 di fila, contro un sorprendente Nottingham Forest, e poi contro Liverpool e Manchester United. Tanti punti persi nei confronti del Chelsea, proprio nell'anno in cui l'obiettivo dichiarato era stato da me alzato alla vittoria finale, quando alla dirigenza bastava la lotta per la prima posizione. Per fortuna le altre concorrenti stanno di poco avanti.

    Decido di cambiare modo di giocare. Quasi lo stesso modulo, ma filosofia leggermente diversa. Il regista arretrato lo posiziono a metà tra difesa e centrocampo di modo da poter formare un triangolo con i due difensori centrali (uno dei quali avrà il compito di coprire e l'altro di difendere), mentre i terzini rimangono esterni d'attacco (ma con la possibilità di cambiare nel corso della gara). Il centrocampista di destra avrà compiti di regia anche lui, ma avanzata, e fungerà da collante con l'attacco, sarà anzi lui deputato a iniziare la manovra offensiva e magari rifinirla pure. il centrocampista di sinistra rimane di quantità a supporto della manovra. Due attaccanti esterni molto offensivi e un attaccante completo a sostegno, come prima, ma con la differenza che la metà superiore della squadra avrà compiti di marcatura stretta, per non perdere contatto con l'avversario quando recupera palla, di modo da effettuare il contro-contropiede fin dalla trequarti avversaria, lì dove fa più male. Per il resto, un ritmo complessivo più lento, un possesso palla migliorato ma non fine a sè stesso possibilmente.

    11 Dicembre: provo subito le nuove disposizioni tattiche al Meazza, contro l'Inter, in una partita che fa da spareggio per il primo posto nel girone H. A noi basta pareggiare, ma andiamo là per vincere (e convincere). Già dal 4° minuto Dude ci porta in vantaggio da calcio d'angolo, ma sarà Markovic a segnare il raddoppio nel secondo tempo, in una partita in cui il possesso è del 60° e le occasioni tutte nostre. Vinciamo (e convinciamo).

    Al sorteggio peschiamo il PAOK, sarà bello affrontare una squadra che dopo di me è rimasta integra, ogni cessione è stata ben rimpiazzata e alcuni dei giovani più promettenti giocano ancora lì e hanno ancora enormi margini di miglioramento. Il nostro Halilovic gioca là in prestito e forse lo rincontreremo.
    Inter-Arsenal, Bayern M.-Chelsea e Juventus-Real Madrid le partitissime.

    Vinciamo con il Reading ma ci facciamo riprendere dal Norwich nei quarti di Capitol One. 4-2 alla fine del primo tempo, 4-4 al termine dei 90 minuti. Vinciamo solo ai rigori.
    Torniamo poi a vincere 4 partite di fila in Premier, in cui recuperiamo molto sulle rivali, ad esclusione del Chelsea che rimane inarrivabile. Nell'ultima, contro il Watford, segna anche uno dei nostri due nuovi acquisti, Julian Draxler, ala sinistra fenomenale, acquistato dallo Schalke pagando per intero la clausola rescissoria: 45,5 mln. Ne spendo altri altri 20 (10 subito, 10 in 4 anni) per assicurarmi un ala destra altrettanto fenomenale, l'argentino Agustin Allione, prelevato dal Corinthians, a cui prometto anche altri 10 mln in caso di 50 reti in campionato con la maglia degli Spurs.

    Vendo Markovic al Real Madrid per la cifra di 44,5 mln sull'unghia. I due "spaccaspogliatoio", Carroll e Livermore, sono in lista trasferimento e anche in lista prestito, ma non li vuole nessuno e loro rifiutano di andare all'Herenveen, la nostra squadra affiliata di maggior prestigio. Pace, staranno tra le riserve.

    Fa Cup e Capitol One, una dopo l'altra, entrambe contro il City.

    4 Gennaio: Al terzo turno di FA Cup in casa contro il City al termine della ripresa vinciamo addirittura 3-0 (doppietta di Cerri e "tassa Verratti" su punizione) ma nel secondo ce ne fanno due. Passiamo il turno.

    7 Gennaio: tre giorni dopo giochiamo in trasferta ma loro passano in vantaggio. Purtroppo non giochiamo male, però loro tirnao, loro segnano. Dopo il pari di Chernykh si scatenano e vincono addirittura per 4-1 la gara di andata delle Semifinali di Capitol One. Pace, in finale se non succede un miracolo, ci andranno loro.

    La doppietta di Lamela ci fa poi vincere in Premier col Newcastle.

    PARTITE

    CLASSIFICA

    CHAMPION'S LEAGUE GIRONE H

    CHAMPION'S LEAGUE SORTEGGIO 1° FASE ELIMIN. DIRETTA
    Ultima modifica di Ciroxs; 04-10-2014 alle 09:56

  10. #10
    Bandiera L'avatar di enigmainsoluto
    Data Registrazione
    Sep 2014
    Località
    Verde Umbria
    Messaggi
    6,028
    Menzionato
    122 Post
    Taggato
    0 Thread

    Squadra preferita
    A Maggica
    grazie Cirosx

Pagina 1 di 5 1 2 3 ... UltimaUltima

Informazioni Discussione

Utenti che Stanno Visualizzando Questa Discussione

Ci sono attualmente 1 utenti che stanno visualizzando questa discussione. (0 utenti e 1 ospiti)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •